I Secondi non di carne

Attenzione: non sono necessariamente vegetariani, solo la carne (ed il pesce) non sono gli ingredienti principali



Le Ricette dei Linker

  1. Arancini di riso
  2. Couscous con verdure
    Vedi anche
    Taboulé e Varianti
  3. Crepes salate
  4. Crostoni fritti
  5. Fonduta
  6. Frico
  7. Frittata di patate
  8. Frittatine di patate
  9. Gattò di patate
  10. Insalata di tofu
  11. Insalata d'orzo perlato
  12. Insalata greca Cucina Greca
  13. Insalata nizzarda  Cucina Francese
  14. Lumache alla borgognona Cucina Francese
  15. Mussakà Cucina Greca
  16. Palline di mozzarella
  17. Parmigiana di melanzane
  18. Pasticcio di patate
  19. Patate alla scamorza
  20. Peperoni in salsa di noci
  21. Peperoni ripieni
  22. Pesce finto
  23. Piadina emiliana
  24. Pizza
  25. Pizzette di melanzane
  26. Pomodori ripieni di couscous
  27. Pomodori ripieni di riso
  28. Raclette alla svizzera
  29. Sformato stupido
  30. Taboulé e Varianti
  31. Trippa di uova
  32. Uova all'acqua sala
  33. Uova alla salsa di soia
  34. Uova alle acciughe
  35. Uova al sugo del Fancy
  36. Uova al tegamino
  37. Uova con pancetta
  38. Uova fritte &
  39. Uova in camicia
  40. Uova in crostone

Ultima Revisione:27/3/2000




[Homepage] [Guida alla consultazione] [Dosaggi] [Database] [Ringraziamenti] [Link]

[Indice delle Ricette per categorie] [Indice delle Ricette in ordine alfabetico]



A

Arancini di riso

Tempo: Lungo Esecuzione: Media

Quando fai (fate) gli arancini di riso invece di fare il ripieno standard (sugo-carne+piselli+etc) prova con besciamella più prosciutto cotto.

Angelo Lagrotta

Inizio


C

Couscous con verdure

Ingredienti:
couscous
verdure miste (pomodori, cipolle fresche, peperoni, cetrioli, ecc.)
olio d'oliva
limone
Tempo: Rapida Esecuzione: Facile

Ho scoperto una valida alternativa all'insalata di riso (che non ne posso più...): il couscous alle verdure. O come vi pare. Comunque è una cosa rapidissima, cinque minuti di cottura per il couscous, al quale poi si aggiungono pomodori, cipollina fresca, foglie di menta, peperoni, basilico, cetrioli (pelati), sedano .Tutto tagliato piccolissimo o, meglio ancora, frullato, e poi condito con olio e limone. Si mangia freddo e "dura" in frigo.

C'è chi fa anche una versione "tonnata" ,con in più il mais lasciato intero e le olive verdi snocciolate, che a me personalmente piace meno.

Serena Iannicelli

Che in Francia trovi ovunque con il nome di Taboulé (che pare venga da un non meglio identificato "nordafricano" Tabouli)
A me piace molto :-)
Alberto "Peter Pan" Pellegrini
anche a me piace moltissimo e lo cucino spesso. :-)
Prova a stufare delle verdure miste lasciando che ci sia sugo, in bianco o di pomodoro, abbondante con cui puoi far gonfiare e condire il cuscus precotto. E poi, naturalmente, mangiarlo con le verdure! :-)))
Vedrai che è ottimo.
Puoi anche metterci dentro dei pezzetti di carne, se ti piace.... oppure, per fare questo, aspettare che venga l'autunno.
Angela Maria Scaffidi
E se ti pare rapidissima ,prova questa: il cous cous, invece di farlo cuocere nell'acqua, fallo cuocere nel succo di pompelmo. Freddo, si intende. Lascialo dentro il succo per il tempo che lo terresti nell'acqua, poi scola il residuo di pompelmo.
Freddo, è buonissimo, Ha un gusto amarognolo che ben si sposa con verdure fresche e pezzetti di carne, se vuoi.
(Ricetta tunisina)
Piergiorgio Curci

Inizio


Crepes salate
Ma si à parlato anche di crepes dolci
Ingredienti (4 persone):
500 ml latte
250 g farina
3 uova
1 cucchiaio di burro
sale q.b.

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Stemperare la farina nel latte, aggiungere le uova, il sale ed il burro sciolto, mescolare e far riposare per mezz'ora circa.
Per la cottura uso un padellino antiaderente unto *pochissimo* (ci faccio sciogliere il burro e poi lo asciugo grossolanamente).

Se ti piace il pesto, puoi provare un tortino di crepes, inframezzandole con il pesto. Fai scaldare un poco nel forno (nel forno a microonde bastano 1-2 minuti !) e servi tiepido-caldo. Il *grosso* vantaggio delle crepes, a mio avviso, è che reggono molto bene la congelazione: io preparo i pacchetti in anticipo e la scongelazione è abbastanza rapida, visto il piccolo spessore.

Raimondo Spada

Inizio


Crostoni fritti
Ingredienti:
pane raffermo
mozzarella
latte
pane grattugiato
1 uovo
filetti d'acciuga o pasta d'acciughe
olio

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Ipotizziamo di prendere del pane raffermo, tagliarlo a cubi di 3 cm di lato circa, tagliare della mozzarella in cubi della stessa misura, più o meno. Supponiamo di avere un poco di latte, del pane grattugiato, un uovo sbattuto in un piatto, degli stecconi da spiedino. Se si bagna il pane nel latte e si alternano sugli stecconi dei pezzi di pane e dei pezzi di mozzarella si ottengono degli spiedini che potrebbero essere passati nell'uovo e poi nel pane grattugiato (guarda un poco i casi della vita...).

In una padella si potrebbe mettere dell'olio e friggervi a questo punto gli spiedini (perché no ?) Ed ora prendiamo dei filetti d'acciuga o della pasta d'acciughe e stemperiamo in un poco d'olio, versando poi il tutto sugli spiedini bollenti .... ho mangiato di peggio.

Variante 1

al posto del pane raffermo del pane integrale (da non bagnare nel latte, se non è raffermo).

Variante 2

al posto dell'uovo si può usare la besciamella per impanare, ottenendo una crosta più spessa e tendenzialmente più croccante.

Non ditemi che la ricetta non è dietetica:"Non mangio per digerire".
Ho ricostruito la ricetta a memoria, mio padre mi portò a mangiare i "crostoni" in un locale di Roma (se ricordo bene il nome, "da Ricci") tanti anni fa (ognuno ha le sue madeleines).

Raimondo Spada

Inizio


F

Fonduta
Ingredienti (per 4 persone):
400 g fontina valdostana
2 l latte
5 uova
30 g burro
sale & pepe bianco
tartufo bianco (facoltativo)

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Mettere a bagno a bagnomaria la fontina valdostana, tagliata a dadini o, meglio, a fettine piccole e sottili, nel latte fresco. Deve stare "a mollo"almeno 4 ore. Tanto per restare sul numero 4, così ti ricordi meglio la ricetta, si rompono 4 uova e si raccolgono i tuorli in quattro piattini diversi (poi capisci perché). Tenere un quinto tuorlo di riserva. Le uova devono essere a temperatura ambiente, come per la maionese...

Quando la fontina ha macerato abbastanza, mettere a scaldare a bagnomaria il recipiente nel quale verrà accolta la fonduta. Ci si mettono 30 grammi di burro, e quando è sciolto, si unisce la fontina scolata...Lasciateci un tre cucchiai di latte, tanto per gradire. Con una frustina si comincia a mescolare, abbassando il fuoco sotto la prima pentola, in modo che l'acqua sobbolla appena.

Quando il formaggio è completamente fuso e comincia a filare, fateci scivolare il primo tuorlo e mescolate energicamente. SOLO quando il primo tuorlo si è amalgamato col formaggio, mettete il secondo. E così via, fino a quattro (capito perché quattro piattini :-) ?)

Finita l'operazione si avrà una bella crema omogenea. Se non lo è, aggiungete l'ultimo tuorlo, quello che vi ho fatto tenere di riserva ( vecchio trucco "nonnico").

A questo punto assaggiate e aggiustate di sale. Pepe bianco in abbondanza, se non avete tartufi bianchi da grattarci su. Se invece li avete (con tutta la mia invidia), di pepe ne va poco.

La fonduta si mette poi nei piatti fondi, scaldati. Si mangia con dei crostini di pane bianco, appena tostati.

Serena Iannicelli

Inizio


Frico
Ingredienti:
formaggio magro 200 gr
formaggio stravecchio carnico (!) 100 gr
burro 100 gr (Mad Max vuol farsi del male)
una cipolla
sale e pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Tagliare sottilissimo il formaggio. Nella padella si rosola lentamente il burro con la cipolla tagliata anch'essa a fette sottilissime; cuocere adagio facendo restare la cipolla morbida e che non prenda colore. Aggiungere tutto il formaggio, se è il caso il sale (il formaggio potrebbe essere sufficiente), pepe. Si fa cuocere finché non diventa come una frittata croccante, si gira e si fa cuocere anche dall'altro lato. Posare su carta assorbente (!) e servire.

Variante

Variante possibile aggiungendo una o due uova. E qui diventa un poco più frittata.

***** ZAPPATERRA *****

E le patate ?
Il frico carnico richiede per ogni hg di formaggio una patata lessa di media grandezza.
Attilio Brun

Inizio


Frittata di patate
Ingredienti (per 4 persone):
80 gr di pancetta affumicata
200 gr di patate
mezza cipolla
30 gr di burro
1 cucchiaio piccolo di olio di oliva
6 uova
latte
sale e pepe
Noce moscata(facoltativo)

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Sbucciate e lavate le patate. Tagliate la pancetta a dadini piccolissimi, ponete sul fuoco una padella e fatevi tostare i dadini fino a quando diventano croccanti. Toglieteli dalla padella, unite olio e burro e fate rosolare in questo condimento la cipolla tritata, aggiungete le patate tagliate a fette alte mezzo centimetro circa e fatele cuocere da una parte e dall'altra, a fuoco moderato per una ventina di minuti, in modo che diventino dorate senza seccare troppo. Levatele poi dalla padella e passatele su carta assorbente perché perdano l'unto in eccesso.

Sgusciate le uova in una terrina, unite un cucchiaio di latte, il sale e il pepe necessari, un pizzico di noce moscata, sbattetele lentamente e poi incorporatevi i dadini di pancetta e le patate. Aggiungete un poco d'olio al condimento avanzato (se vi sembra poco), scaldate la padella a fuoco vivace, gettatevi il composto preparato e cuocete come una normale frittata.

Spero vi piaccia.

=DYLAN=

P.S. provatela con piselli o zucchine o fagiolini o ......

Avete provato mai ad affettare una patata a fettine sottili e a farla soffriggere con uno spruzzetto d'olio...quando è dorata si mette da una parte...Intanto quattro belle uova sbattute con sale, pepe, noce moscata, un pizzichino di parmigiano, un nonnulla di latte...Metteteci dentro le fette di patata, mescolate e poi adagiate in una padella antiaderente bella calda...Una sistematina alle fette, per distribuirle, poi fuoco basso, con coperchio...Sapete girare una frittata? A me una volta è scivolata tra la cucina e il lavandino e mi sono esibita in ciò che sapevo di peggiore della lingua italiana...Comunque giratela con cura, dopo esservi assicurati con una paletta di legno che non ci siano pezzi attaccati...Metteteci un coperchio piano sopra, dirigetevi sul lavandino, così se vi cade non dovete mettere a ferro e fuoco tutta la cucina, poi girate la padella...Dopodiché fate scivolare di nuovo la frittata nella suddetta perché si cuocia anche dall'altra parte...Se ci sono parti non cotte, vi coleranno giù per il gomito: estremamente seccante se non avete della pomata antiustioni in casa...

Di solito io non metto le cipolle nella frittata, ma il bacon sì, dopo averlo fatto rosolare senza olio né burro nel suo stesso grassetto...
Buona la frittata anche quando è fatta con molte erbe: prezzemolo, salvia, basilico, cipollina, mentuccia...Poco olio e coperchio sopra, fiamma bassa. Nelle uova oltre al latte ci metto anche il parmigiano, cosa che fa gonfiare la frittata sotto il coperchio...
Serena

Inizio


Frittatine di patate

Inizio


G

Gattò di patate
Ingredienti (per 6 persone):
patate gialle Kg.1,5
burro gr.150
parmigiano grattugiato gr.50
Uova 5
prosciutto (o Mortadella o entrambi) gr. 150 in totale
mozzarella gr. 200
provolone o caciocavallo gr.100
latte 1 bicchiere
pane grattugiato q.b.
un pizzico di sale

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Innanzi tutto bisogna lessare le patate, sbucciarle, e passarle nello schiacciapatate. Mentre questo avviene si possono preparare il prosciutto, la eventuale mortadella, la mozzarella ed il provolone tagliandoli a dadini (abbastanza piccoli).
Quando le patate sono pronte e"schiacciate" mettetele in una capace zuppiera e aggiungeteci le uova, il sale, il latte, il parmigiano e 100 gr. di burro e lavoratele in modo da formare un impasto compatto ed omogeneo.

ATTENZIONE!!!!! A seconda della qualità delle patate e del quantitativo di acqua che hanno assorbito durante la bollitura, potrebbe essere necessario modificare leggermente le dosi di questi ingredienti per far sì che l'impasto rimanga ben compatto (bisogna fare quasi fatica a lavorarlo). La cosa migliore è aggiungere un ingrediente alla volta e regolarsi ad occhio sulla consistenza ottenuta apportando gli opportuni aggiustamenti per mantenere la compattezza dell' impasto.

A questo punto aggiungete il Prosciutto e la Mortadella all'impasto cercando di distribuirli uniformemente.
Prendete un"ruoto" (cioè una teglia rotonda) grande abbastanza da contenere tutto l'impasto ed imburratela dappertutto con il burro residuo e quindi fate cadere sul fondo e sui bordi del pane grattugiato (siate generosi...serve per formare la"crosta" del gattò).
Ora dividete a metà l'impasto e sistemate la prima metà nella teglia distribuendolo in modo uniforme e compatto. Quindi spargete su questo strato la mozzarella ed il provolone (in modo uniforme...chevvelodico a fà?? 78-) ) e ricoprite il tutto con l'altra metà del composto.

Spolverate il tutto con pane grattugiato (ricordate...la crosta eh?) e quindi adagiateci sopra qualche fiocchetto di burro.
Mettete il tutto nel forno a 180 gradi e cuocete per circa un'oretta. Il gattò deve diventare di un bel colore dorato; per verificare la cottura basta prendere uno stuzzicadenti ed infilzarlo nel gattò: quando esce asciutto vuol dire che è cotto.

Gianfranco De Vito

Inizio


I

Insalata di tofu
Ingredienti:
tofu
verdure da insalata (vedi sotto)
olio extravergine d'oliva
salsa di soia
Worcestershire Sauce

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Il tofu si può trovare confezionato e presentato in diversi modi:

  1. confezionato come un panetto di burro, tieni presente che è molto umido ed è accompagnato da un suo liquido che lo mantiene in questo stato. Può essere bianco (classico e semplice) oppure misto con erbe varie,
  2. confezionato in crema spalmabile e lo trovi misto con erbe, tonno, verdure ecc..
  3. già affettato da fare abbrustolito come le fette di polenta

Questi sono solo pochi esempi e comunque puoi trovare svariati modi di usare il tofu.
Per quello bianco ti consiglio di tagliarlo a cubetti e metterlo in insalata con ravanelli , insalatina a taglio, funghi crudi tagliati sottili, cipollina fresca (se ti piace) tagliata fine, pomodori maturi (che comunque ti consiglio di mangiare solo nella loro stagione), mais, piselli, e tutto ciò che la fantasia e i tuoi gusti ti dettano, cercando comunque di non appesantire troppo il tutto anche perché il tofu ha un sapore delicato.

Per condire puoi usare olio extravergine di oliva, salsa di soia, e se ti piace qualche goccia di salsa worcester.

A Roma, il negozio dove solitamente mi servo è l'Emporio Naturae di Viale Angelico (sta esattamente all'inizio della pista ciclabile ed è un negozio con le scalette che vanno sotto il livello stradale) Come riferimento puoi prendere il giornalaio che sta lì accanto.
Un altro negozio è Il Canestro : uno sta a V.le Gorizia e l'altro a Testaccio.

Silvia Jencinella (LaGatta)

Inizio


Insalata d'orzo perlato

Inizio


Insalata Greca

Inizio

Insalata Nizzarda

Inizio


L

Lumache alla borgognona
Ingredienti (per 4 persone):
1 kg di lumache con il guscio
1 l vino bianco
150 g burro
1 mazzetto di odori
aglio
prezzemolo
1 cipolla
1 porro
dragoncello
1 chiodo di garofano
aceto bianco
sale

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Dopo aver completato lo spurgo delle lumache ed averle lavate, bollitele per 10-20 min in acqua salata con un poco d'aceto bianco. Toglierle dal guscio e lavarle in acqua tiepida.

Preparare il court-bouillon facendo bollire un litro di vino bianco, odori, aglio, una cipolla, sale, porro (se lo trovate, sennò amen), chiodo di garofano (poco!) e tracce di dragoncello anche secco.

Cuocere le lumache nel court-bouillon per circa 2 ore.
Mentre le lumache cuociono nel loro brodo preparate il burro, pestando nel mortaio 2 spicchi d'aglio e 2 cucchiai di foglie di prezzemolo, aggiungendo quindi 150 g di burro e seguitando ad impastare.

Pulite i gusci e lavateli bene all'interno.
Mettete un poco del burro preparato in fondo ad ogni guscio, poi una o più lumache ed infine chiudere ancora con burro.
Mettere il tutto in teglia e riporre possibilmente in frigo per 24 ore per far penetrare il profumo.
Cuocere velocemente in forno fino a che il burro soffrigge.

O P P U R E

Terminata la cottura nel court-bouillon, lasciare appena freddare, spalmare di burro preparato e congelare. Conservare a parte del burro preparato per la successiva preparazione.
In questo modo si preparano in 10 minuti quando servono.

Servire con Borgogna bianco, Rapitalà o Chianti.
Personalmente preferirei osservare la linea del"tutto bianco", ma può essere opinabile.

Si trovano in commercio gusci enormi e perfetti, dai quali è molto facile estrarre le lumache, che però possono ingenerare qualche delusione nei commensali più sprovveduti quando si accorgono che un guscio enorme è in realtà un condominio.

Saluti
Giancarlo Ranieri

Inizio


M

Mussakà (cucina greca)

Inizio


P

Palline di mozzarella
Ingredienti (per 6 persone):
mozzarella o fiordilatte, 250 g
farina, 1 cucchiaio
uova, 1
parmigiano grattugiato, 1 cucchiaio
prezzemolo, 1 ciuffo
olio per friggere
farina
sale e pepe q.b.

Tempo: Lungo Esecuzione: Media

Comprare il fiordilatte e farlo asciugare 1 giorno in frigo. Tagliarlo a fette e farne colare l'acqua residua. Tritarlo e metterlo in una terrina, lavorarlo con le mani fino a farlo divenire cremoso, liscio e filante (pare si possa usare un mixer o un frullatore). Ora aggiungere, un poco alla volta, l'uovo, la farina setacciata, il parmigiano, il prezzemolo tritato, sale e pepe. Lavorare ancora e mettere in frigo per qualche ora.

Fare scaldare abbondante olio in un pentolino, fare con l'impasto delle palline grandi come una noce (infarinare le mani, per lavorare meglio), infarinarle e friggerle, due o tre pezzi per volta. Estrarle quando sono ben colorite, sgocciolarle bene e farle asciugare sulla carta per fritti. Volendo, invece di infarinarle, si possono impanare.

Variante

aggiungere un poco di prosciutto crudo tritato all'impasto.
Bon appetit :-)

Raimondo Spada

Inizio


Parmigiana di melanzane
Ingredienti (per 4 persone):
4-5 melanzane
2-3 hg parmigiano
un ciuffo di basilico
2 hg di pangrattato
2 mozzarelle fiordilatte grandi
3-4 scatole medie di pelati o di polpa di pomodoro
olio extravergine d'oliva
aglio
vino bianco
pangrattato
sale

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Questa ricetta per la parmigiana e un poco differente da quella che si conosce e si usa abitualmente, è meno pesante di quella solita e anche meno grassa anche perché viene usato solo un tipo di proteine: quelle del latte.

Questo serve per preparavi a procedere.

Ricetta per il sugo:

Preparazione della Parmigiana:

Fate questa operazione per 3 strati.
Alternate però gli strati di melanzane, cioè se la prima volta le avete messe per lungo, lo strato successivo posizionatele per largo ecc...(per intenderci come la trama di un tessuto), questo serve per evitare che si"sfracelli" mentre la servite.
Sull'ultimo strato spolverare uniformemente il pangrattato e versare pochissimo olio, in modo che il tutto faccia risultare a fine cottura una deliziosa crosticina dorata.
Infornare per 50 min/1 ora.

Per essere sicuri che è cotta osservare la parte superiore della parmigiana, se ha fatto la crosticina uniforme e di un colore dorato scuro. Togliere dal forno, lasciare raffreddare completamente (meglio sarebbe lasciarla una notte intera in frigo, dopo che ha raggiunto la temperatura ambiente !) Appena tolta dal frigo è ottima
BUON Appetito!

-LaGatta- (Silvia Jencinella)

Inizio


Pasticcio di patate
Ingredienti (per 4 persone):
1 kg di patate
parmigiano
latte
burro
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Raschiate oppure pelate 1 kg. di patate, lavatele, asciugatele e tagliatele di traverso a fettine sottili. Grattugiate un bel pó di parmigiano e salate 1 bicchiere di latte con mezzo cucchiaino scarso di sale. Imburrate una bella pirofila da portata, disponete sul fondo, uno strato di fettine di patata, spargendo parmigiano e qualche fiocchetto di burro, 2-3 cucchiai di latte salato; disponete un altro strato di patate e così fino a quando gli ingredienti non saranno esauriti, ma non mettete formaggio sull'ultimo strato di kartoffen.

Infornare in forno caldo e cuocere a calore medio per 1 ora circa.

Roberto Cannito

Inizio


Patate alla scamorza

Inizio


Peperoni in salsa di noci
Ingredienti:
25 peperoni
8 melagrane
100 noci di Castiglia
100 g di formaggio stagionato
panna
1 kg di carne di manzo tritata
100 g di uva passa
250 g di mandorle
250 g di noci
500 g di pomodori
2 cipolle medie
2 cedri canditi
1 pesca
1 mela
comino
pepe bianco
sale
zucchero

Tempo: Lungo Esecuzione: Media

La ricetta"originale" si trova in un libro di narrativae quindi è messa in forma un poco strana (è inserita all'interno della narrazione) e forse un poco imprecisa. In più, le dosi mi sembrano davvero industriali (anche se nel libro il piatto è preparato per un matrimonio, con 250 peperoni, e 1000 noci!)

Innanzi tutto, si devono pelare le noci, eliminando anche la pellicina che copre il gheriglio per evitare che renda amara la salsa. Macinare assieme gherigli e formaggio assieme alla panna, aggiungendo poi sale e pepe. Con questa salsa si ricopriranno i peperoni ripieni e li si guarnirà con le melagrane.

Per il ripieno, soffriggere la cipolla in un poco d'olio fino a quando sarà dorata, poi aggiungere la carne, il comino e un pizzico di zucchero. Far rosolare la carne poi aggiungere pesca, mela, noci, uva passa, mandorle e il pomodoro tritato, lasciando insaporire. Quando il soffritto ha acquistato sapore, si mette il sale e si lascia consumare prima di togliere il ripieno dal fuoco.

A parte si fanno abbrustolire i peperoni e si pelano, poi si aprono su un lato e si tolgono i semi e le costine. Si mette il ripieno, poi si coprono i peperoni con la salsa ed infine si decorano con la melagrana.

Massimo Monciardini

Inizio


Peperoni ripieni
Ingredienti:
peperoni
pane duro
tonno in scatola
olive nere

Tempo: Medio Esecuzione: Media

Nonostante il nome, è un piatto leggero... però non mi ricordo esattamente le dosi, perché l'ho fatto l'ultima volta a settembre dell'anno scorso :-)))

Dunque:
si prendono i peperoni, si lavano e si spaccano a metà togliendo i semini.
Indi si prendono i seguenti ingredienti:

  1. pane duro (mollica di) e lo si fa spugnare, ovvero lo si mette nell'acqua. Di pane ce ne vuole abbastanza;
  2. tonno (diverse scatolette)
  3. olive nere (di Gaeta, mi raccomando, sennò non viene bene)
  4. basta (mi pare)

Dopo aver spugnato il pane, lo si strizza e lo si mette in una ciotolona, aggiungendo il tonno e le olive che vanno disossate e tagliate a pezzettini piccolissimi (o, meglio ancora, frullate insieme al tonno). Indi si prende un cucchiaio DI LEGNO e si mescola vigorosamente per molti minuti (ti verrà un polso così), finché il tutto non assume una consistenza omogenea.

A questo punto il miscuglio va messo nei peperoni, riempendoli. Dopodik si prendono i peperoni e li si mette in un ruoto (scusate, una teglia: ruoto è un termine napoletano e non tutti sono napoletani :-)) leggermente unto (oppure con carta forno). Il ruoto medesimo va inserito nel forno caldo, e il tutto va cotto (a temperatura credo medio - alta ma non troppo) fino a cottura dei puparuoli. Il risultato non solo è buono, ma anche leggero (incredibile a dirsi:-)).

Carlo Viviani

Inizio


Pesce finto
Ingredienti (per 4 persone):
1 kg patate
3 scatole di tonno
3 uova
2 carote
1/2 busta piselli surgelati
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Bollire le patate e intanto fare la maionese ( per i pigri: prendete un vasetto, ma non ha lo stesso sapore) Frullate maionese e tonno. Buttate nell'acqua delle patate anche le carote e la mezza scatola di piselli surgelati. L'acqua va salata, ovvio...

Quando è tutto cotto, si scola e si"impappa" con una forchetta. Si aggiunge la maionese con il tonno frullati e si continua a mescolare, fino a farne una specie di purè.

A questo punto si prende un piatto lungo, da portata, e ci si versa il tutto. Adesso dategli una forma :-)
Io ho fatto uno squalo, con i denti di buccia di limone, l'occhio di oliva nera, col sopracciglio cattivo di un cetriolino...Non avevo voglia di cucinare, infatti, e ho espresso tutto il mio disappunto per il fatto di doverlo fare per forza. Ecco.

Avete ragione, scusate. Ma anch'io faccio a occhio :-) Comunque per scatolette di tonno intendo quelle medie: non piccole, ché ti rimane la voglia, non grandi che non riesci a finirle. Medie, medie...In medio stat virtus.

Però le altre dosi mi sembrava di averle date.

Serena Iannicelli

Inizio


Piadina emiliana

Inizio


Pizza

Inizio


Pizzette di melanzane


Pomodori ripieni di couscous
Ingredienti (per 6 persone):
cuscus precotto gr. 200
6 pomodori da riso
2 cipollotti
basilico
aglio
brodo vegetale
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Togliere ai pomodori la calottina, svuotarli, salrli e tenerli capovolti per toglierne l'acqua; ridurre i cipollotti a rondelle, soffriggerli nell'olio bagnandoli con un po' di brodo vegetale e, quando bolle, unire il cuscus; salare, pepare, condire con un po' d'olio e aggiungere aglio e basilico tritati.
Distribuire nei pomodori. Coprire ogni pomodoro con la sua calottina, metterli in una teglia, salarli, peparli; aggiungere anche un po' d'olio su ogni pomodoro e mettere al forno a 200° per 30' circa.

Non li ho ancora provati..... ma dovrebbero essere buoni. :-)

Angela Maria Scaffidi

Inizio


Pomodori ripieni di riso
Ingredienti:
pomodori
riso
aglio
prezzemolo
basilico
capperi
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Ho un problema con i pomodori ripieni di riso: restano acquosi.
Vi dico come li preparo così avrete di che bacchettarmi! :-)

Taglio la calotta ai pomodori, li svuoto raccogliendo la polpa dentro una ciotola. Poi, una volta svuotati, cospargo l'interno con un po' di sale e li metto sottosopra a perdere un tantinello di acqua.
Nel frattempo, frullo la polpa di pomodoro assieme ad aglio, prezzemolo, basilico, capperi (qualche volta aggiungo anche un po' di tonno) e sale. Aggiungo poi un cucchiaio di riso crudo per ogni pomodoro. Con questo intruglio riempio i pomodori. Tutto questo intruglio è sempre super abbondante rispetto al numero dei pomodori. La scorsa volta ne ho frullato la metà, ma il risultato non è cambiato molto.
Dove sbaglio? :-( Un pensiero mi ha ttaversato la mente... un dubbio ... forse dipende ANCHE dalla qualità dei pomodori?
Con cosa altro si possono riempire ?

Baci e abbracci
Angela Maria Scaffidi

Un po' acquosi devono rimanere altrimenti il riso non cuoce bene. Anzi più sono acquosi a crudo e più il riso risulta cotto a puntino.
Io li preparo come te e mi vengono benissimo. L'unica variante è che non frullo la polpa del pomodoro ma la "strizzo" con virile brutalità. Lascio il riso per un paio di ore ad ammorbidirsi nel composto e riempio i pomodori proprio prima di infornarli.
Usa la qualità di riso "per minestre" che assorbe molto liquido.
Provaci e avrai un successone!
Ciao
Riccardo Celletti

Inizio


R

Raclette alla svizzera

Inizio


S

Sformato stupido
Ingredienti:
pomodori sanmarzano maturi
cipolle (bianche o rosse)
patate
mozzarella
pangrattato
olio extravergine d'oliva
sale & pepe
teglia forno pirex o antiaderente

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

il come dello sformato stupido:
dopo aver appena appena unto d'olio la teglia, affettate pomodori patate e cipolle a dischetti di medio spessore (ca. mezzo cm., ho controllato col righello), abbiate cura di tagliare la mozzarella a dadini piccini, o meglio passarla al multipratic.

...ORA!
disponete tutto nella teglia a strati in questo ordine:
patate sotto
pomodori in mezzo
cipolle sopra
tra uno strato e l'altro abbiate cura di spolverare pangrattato sale e pepe (il pangrattato è essenziale), ogni 3 strati o come credete meglio mettete della mozzarella, rende il tutto più morbido.

...TOCCO FINALE! l'ultimo strato deve essere tassativamente in questo ordine: patate, cipolle, pomodori, pangrattato e mozzarella, mododichè una volta in forno si crostolino per benino.
Mettete tutto in forno ben caldo e controllate la cottura delle patate con la forchetta. Ultima botta con il grill (vedi crosticina saporita) e fate freddare.....
scusate, non vi abbiamo detto che lo sformato stupido va mangiato freddo il giorno dopo....prende sapore e avrete sicuramente più appetito per gustarlo.

buona fame ! frè &lauretta

Inizio


T

Taboulé e Varianti

Inizio


Trippa di uova
Ingredienti (per 4 persone):
3 uova
parmigiano
cipolla
vino
latte
farina
noce moscata
peperoncino
basilico
passato di pomodoro (mezzo chilo scarso)
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Sbattete le uova (poco, non amano l'operazione) con un pizzico di parmigiano, uno di farina, un poco di latte, sale, basilico tritato e, come si dice,"un nonnulla di noce moscata", preparate il tagliere e prendete il cucchiaio. Mettete a scaldare una padellina antiaderente di piccole dimensioni con un niente di olio (un niente, capito?) e poi metteteci una cucchiaiata dell'impasto. Ne viene fuori una frittatina leggera che si gonfia felice. Voltatela senza romperla, con una spatolina piatta di legno, poi prendetela e mettetela sul tagliere.

Ripetete l'operazione finché l'impasto non sarà finito. Le frittatine vanne messe una sopra l'altra. Lasciatele lì a discorrere e intanto fate il sugo: un battutino di cipolla appassita in un goccio d'olio e nel vino, il passato di pomodoro, il sale, il peperoncino e il basilico. è un sughino leggero.

Quando sobbolle tagliate a striscioline le frittatine (che fredde accettano di buon grado, calde si sfrangono miseramente) Impilate come sono farete prima e, soprattutto, avrete strisce uguali...come quelle della trippa.... Buttatele nel sugo e mescolate dolcemente. Non si rompono...Dopo una ventina di minuti uova e sugo si saranno scambiati idee e sapori.

Servite caldo, con una spolverata di parmigiano. Complicato? Giuro che ci vogliono 30 minuti al massimo ed è un piatto unico, scarpetta compresa. Accanto ci va bene un'insalatina...Fatemi sapere se vi è piaciuto.

serena

Inizio


U

Uova all'Acqua Sala
Ingredienti: cipolle
peperoncino piccante se piace
pomodoro o polvere di peperoni dolci se piace
uova
pane raffermo casereccio
sale

A me le uova piacciono come le fa mia zia (lei le chiama ACQUA SALA).
In un capace tegame si fanno soffriggere cipolle a volontà, magari con un bel poco di peperoncino piccante. Appena imbiondiscono si annegano nell'acqua e si lascia restringere il tutto. (Optional poco pomodoro o polvere di peperoni dolci). Nel frattempo si riempiono capaci scodelle con fette di pane raffermo, magari del tipo casereccio.
Mó arrivano le uova : quando il sugo si è ristretto tanto da riempire i piatti con il pane (CI VUOLE OCCHIO !!!) si rompono le uova e si lasciano cadere con delicatezza nel sugo. Appena il bianco si è rappreso si scola il tutto sul pane nei piatti. Ed è fatta.
Perché acqua sala ? Perché anche se non l'ho detto, ci va anche il sale con le cipolle.

Edgardo Marrese

Inizio


Uova alla salsa di soia
Ingredienti:
uova
salsa di soia
tabasco (a piacere)

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Il tegamino deve essere anche in questo caso di tipo antiaderente.. e scaldato opportunamente prima.. tegamino scaldato, salsa di soia posata sopra, e uova rotte sopra ancora... lasciate cuocere a mó di uova al tegamino.. ( anche perché SONO uova al tegamino..).. e appena l'albume sarà cotto (non bruciacchiato!).. eccovi un piattino di uova alla salsa di soia... ci andrebbe anche del tabasco ma a qualcuno può non piacere... troppo piccante!

Ciao belli... e lasciatemi digiunare in pace!!

Fancy!

Inizio


Uova alle acciughe
Ingredienti:
uova
burro
filetti d'acciuga
pane in cassetta

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Posso mettere una ricettina al colesterolo? Confesso che qui a casa ogni tanto si sbraga :-)

Il pane si frigge nel burro finché è dorato, poi si mette da una parte e si friggono le uova badando che restino intere. Poi si prendono con la schiumarola e si appoggiano sulla fetta di pane. Intanto, velocemente, si prende un altro poco di burro e si mette in un padellino con le acciughe. Appena sono sciolte si fa"scivolare" la salsina sull'uovo e sul pane...

Piatto unico. Con un'insalatina vicino è una cena perfetta.

Serena Iannicelli

Prova a "tostare", con una bistecchiera o con l'apposito tostapane, le fette di pancarrè
Il risultato finale non dovrebbe essere, quanto a sapore, molto diverso. Pero` ne guadagni in leggerezza. E in tempo.

Inizio


Uova al sugo del Fancy
Ingredienti:
uova
sugo del Fancy (vedi le Salse ed i Sughi)

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Vi ricordate il famoso "sugo turbo del Fancy" ? ecco proprio quello!! Fatelo (..e che vi costa? tanto si campa una volta sola...) e poi versatelo in una padella antiaderente... Rompeteci un tot di uova.. a piacimento...e lasciatecele cuocere in mezzo... in pochi minuti vi gusterete un ottimo piatto di uova al pomodoro...

Fancy

Inizio


Uova al tegamino
Ingredienti:
uova
olio extravergine d'oliva
noce moscata
parmigiano
sale & pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Non ridete: farle bene è un'arte. Prendete un padellino antiaderente e "spruzzatelo" d'olio, poi mettete le uova ( Sì, a crudo) il sale, un poco di noce moscata, scagliette di parmigiano e del pepe sul tuorlo. Il tutto sul fuoco vivace con un coperchio sopra, per 4 minuti...Servite direttamente sul piatto, magari insieme a due carciofi lessati e ripassati nel limone per l'ultima sfiammata....buon appetito....

serena (wife)

Intanto per friggere l'uovo si usa una ragionevole quantità di burro...NON OLIO (sennò che ricetta spaccafegato è?) poi rompere due uova nel tegamino... e immediatamente prima che si cuociano per bene... spezzettateci della mozzarella sopra, poi spolverate il tutto con peperoncino macinato... sale ovviamente, e se vi va anche un poco di parmigiano che non guasta mai...
Fancy!

Un poco d'olio in un padellino. Poco olio. Rompete le uova, mettete il sale, il pepe (solo sul rosso), parmigiano, noce moscata. Coprite il padellino con un coperchio e mettete sul fuoco dolce per 7 minuti. Poi date una guardata: dovrebbe essere tutto cotto, ma se l'albume è ancora viscidino, dategli una smossa con il cucchiaio di legno. Senza rompere il rosso...Detesto le uova fritte disordinate.
Se avete un poco di tartufo non badate a spese: copritele completamente, soffocatele, annientatele...In questo caso, però, niente parmigiano né noce moscata.
Anche le uova fritte sono buone col purè o con il riso. Comunque, se avete tempo fatevi due patatine in padella. è anche bello ( e buono!) in mezzo alla tavola, un broccolo romanesco bollito, lasciato intero. Da prendere a cimette o da condire con olio e sale. Limone se si vuole.
Serena

Provate a farvi due uova fritte, nell'olio, con pancetta e mozzarella: facile e da leccarsi i baffi.
Attenzione: la mozzarella deve essere ben scolata dal siero (senza pero` esagerare: non c'e` bisogno di strizzare tipo spugna) altrimenti il tutto saprà di annacquato.
Diciamo che due uova, un quarto di una mozzarella tagliata a dadini e due fette grosse (1-2 mm) di pancetta a listarelle andranno bene... ...e il sale ovvio!
KOALArraaaaaaaapidooooo...!!

Inizio


Uova con pancetta
Ingredienti:
uova
prosciutto
mostarda
olio extravergine d'oliva
polpa di pomodoro
peperoncino rosso (facoltativo)
sale & pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Beh! Qualche tempo fa, sfogliando il Pellegrino Artusi ("Manuale pratico per le famiglie") di quasi un secolo fa, lessi una ricetta in tutto simile.

Prendete un bel paio di fette di prosciutto e spalmatele di mostarda, mettetele a giacere in un piccolo tegame di coccio (della grandezza di due dischetti per Amiga) che avrete precedentemente cosparso di olio, in modo che ne coprano la superficie per intero (il lato cosparso di mostarda deve essere rivolto verso l'alto).

Non aspettate un solo minuto, appena l'olio contenuto nel coccio (che avrete disposto sul fornello più piccolo, e al minimo, della vostra cucina) raggiungerà l'ebollizione, scocciateci dentro un bell'uovo, cospargetelo di polpa di pomodoro, un pó di sale, pepe (meglio sarebbe il peperoncino rosso), e ricoprite con un altro paio di belle fette di prosciutto.

Dopo massimo cinque minuti togliete il coccio dal fuoco e posatelo in tavola, su di uno di quei cestini di paglia resistenti al fuoco.

Massimiliano Favilli

Inizio


Uova fritte &
Ingredienti:
uova
sottilette
olio extravergine d'oliva
formaggino (facoltativo)
sale & pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Si preparano un numero uguale di uova e di sottilette.
Si mettono le uova nella padella, con l'olio TIEPIDO, e ci si spezzettano sopra le sottilette.
Mischiare il tutto in modo da ottenere una pappetta omogenea.
Regolatevi che se le tenete troppo sul fuoco la pappetta si condensa, e questo NON va bene.
A chi piace, aggiungere un formaggino ogni 2 uova (a me piace :-)
Condire con sale e pepe a piacere ed... oplà. Sano e nutriente e soprattutto buono.
Piace molto a chi non piace il bianco dell'uovo.
Provare... (frush frush...) per credere!

Alberto Marcedone

Io le metto nella padellina antiaderente con un goccinino d'olio, senza scaldarlo. Poi pepe solo sul rosso, sale, sottiletta a piacere, un bel poco di parmigiano (che è meglio della sottiletta). Poi sul fuoco, ma col coperchio e a fuoco basso. Quando è tutto un biancore che sembra montato a neve, togliere dal fuoco e, se piace, metterci un ricciolo di pasta d'acciughe.
Nel frattempo si possono fare due patatine saltate in padella, sale, pepe, aglio (chi lo regge...) e semini di finocchio.
Serena Iannicelli

Uova con sottilette? Provate ad aggiungere una fetta di mortadella tagliata a listarelle, agitate SOLO il bianco con un cucchiaio di legno per farlo rapprendere per bene (attenzione a non rompere il rosso), e poi al piatto aggiungere del Ketchup (se piace).
FERMI! Leccarsi i baffi a tavola... ma vi sembra il modo...
Comunque anche senza ketchup sono ottime.

KOALAche all'università lo sbattevano sempre a friggere le uova...

Inizio


Uova in camicia
Ingredienti:
uova
ingredienti a piacere (vedi sotto)

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Oggi vi parlerò dell'uovo in camicia...Adoro. Fate bollire piano l'acqua in un pentolino. Rompete l'uovo in una ciotolina e poi fatelo scivolare dolcemente nell'acqua, abbassando subito la fiamma. Lui farà un casino (vorrei vedere voi) e inizierà una danza tribale spargendo nell'acqua l'albume, sfilacciandosi, facendo finta di rompersi...Non gli date retta. Con un cucchiaio cercate di dargli forma umana. Avete 4 minuti di tempo.

Poi si prende una schiumarola e lo si solleva, per adagiarlo su un lettino di spinacetti appena bolliti, o di riso in bianco, o di purè. Si mangia ben caldo. Se vi piace, potete metterci su un poco di salsa di acciughe. O una spruzzata di parmigiano.

Io uso spesso il pane in cassetta, perché ripassato in forno appena prima di andare a tavola non è male. Sembra di mangiare in albergo...Sì, non a tutti piace mangiare in albergo, ma a me sì. Dipende dall'albergo, poi.

Serena

Inizio


Uova in crostone
Ingredienti:
Pancarrè
uova
sottilette
burro
latte

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Passate le fette di pancarrè nel latte e adagiatele in una teglia (meglio se antiaderente) che avrete precedentemente imburrato. Deponete sopra ogni fetta di pane una sottiletta ed un uovo crudo (non vi racconto le peripezie per far restare le uova sulla sottiletta!!!).
Mettete in forno ben caldo per 2 minuti.

Finite la doratura accendendo la parte superiore del forno per un minuto. Servite subito in tavola.
Consiglio: potete aggiungere sulle uova anche una spolverata di tartufo o di zafferano
P.S. Le uova devono venire cotte come le uova al tegamino

Anna Maria De Longis (Mia)

Inizio