> La Cucina dei Linker

I Secondi d'Acqua:Pesce, Molluschi, Crostacei





Le Ricette dei Linker

  1. Alici al Sapore di finocchio selvatico
  2. Alici in padella
  3. Baccalà in salsa di zucca
  4. Buridda
  5. Cacciucco alla livornese
  6. Calamari in brodetto
  7. Calamari (o totani) gratinati
  8. Cernia al curry (con riso pilaf al sugo di peperoni)
  9. Corri merluzzo
  10. Crocchette di tonno
  11. Dentice al forno (o alla brace)
  12. Filetti di merluzzo alla scapolo
  13. Filetti di scorfano in padella
  14. Gamberi all'algerina
  15. Gamberoni alla cinese
  16. Gran misto al salmone
  17. Halibut al forno
  18. Insalata di mare savoiarda
  19. Insalata di Tonno, Pomodori e Soia
  20. Merluzzo al microonde
  21. Palombo in padella
  22. Persico lessato
  23. Pescatrice al sugo
  24. Pesce al microonde
  25. Pesce (al sale) al forno
  26. Pesce alla brace
  27. Pesce spada alla griglia
  28. Pesce spada in umido
  29. Polpette di taramà (cucina greca)
  30. Salmone grigliato
  31. Salmone in crosta di sale
  32. Sogliola al piatto
  33. Sogliola in padella
  34. Sogliole alla nizzarda
  35. Spetsiotiko (pesce al forno alla greca)
  36. Spezzatino di orange fish
  37. Spezzatino di pesce (con riso pilaf)
  38. Spiedini di pesce spada
  39. Tonnetto e gamberoni arrosto
  40. Trance di pesce al forno
  41. Trota al cartoccio
  42. Trota al cartoccio a microonde
  43. Vongole all'Anconetana
  44. Vongole con fagioli cannellini
  45. Zuppa di pesce

Ultima Revisione:27/3/2000




[Homepage] [Guida alla consultazione] [Dosaggi] [Database] [Ringraziamenti] [Link]

[Indice delle Ricette per categorie] [Indice delle Ricette in ordine alfabetico]



A

Alici al sapore di finocchio selvatico
Ingredienti per 4 persone:
700 gr. di alici fresche
finocchio selvatico olio

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Priviamole di testa e di coda e sfilettiamole. Laviamole accuratamente.
Disponiamole sulla griglia di una pentola adatta a cottura a vapore.
Nell'acqua sottostante mettiamo mezza cipolla affettata, bacche di ginepro,foglie di alloro,pepe in grani. Ritiriamole cotte ma non sfatte.
Disponiamole con grazia su piatti piani caldi e condiamole con la seguente emulsione: un mazzetto di erbe di finocchio selvatico, ridotto finemente con la lunetta, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio di vino bianco secco, un cucchiaio di fumetto.

Per "fumetto" intendo un brodo ristretto, in questo caso di pesce, ricavato dalla bollitura di teste, lische e code con l'aggiunta di cipolla. Filtrato.

Lucia Danesi

Inizio


Alici in Padella
Ingredienti:
alici fresche
prezzemolo, origano, aglio e paprika dolce
aceto

Tempo: Medio Esecuzione: Media

Comprate un mezzo chiletto di alici fresche, lavatele in acqua corrente e pulitele bene (ossia tagliate loro la testa e togliete la lisca: le piccole spine che restano non si sentono nemmeno).
Mettete a soffriggere in padella a fuoco lento un trito di prezzemolo, origano, aglio e paprika dolce (già ora il profumo è pazzesco) e poi rovesciatevi le alici. Le alici cuociono molto in fretta, quindi state attenti a non farle cuocere troppo. Salate a piacere mentre sono sul fuoco e, tocco finale, versate in padella un goccio di aceto (senza esagerare, altrimenti diventano troppo forti).
Infine, togliete dalla fiamma e servite.
Con mezzo chilo di alici ci si mangia in tre... circa.
Particolare non trascurabile è che questo piatto è buono e soprattutto molto ma molto veloce.
Buon appetito

Roberto Figus

Inizio


B

Baccalà in salsa di zucca
Ingredienti per 4 persone:
filetti di baccalà
zucca gialla
aglio
olio d'oliva
peperoncino
sale

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Tagliare a dadini della zucca.
Fare inbiondire dell'aglio in olio di oliva (buono).
Aggiungere la zucca e del peperoncino.
Coprire e cuocere a fuoco basso fino a quando diventa una crema.
Aggiungere dei filetti di baccalà.
Cuocere poco tempo (il pesce deve rimanere consistente).
Regolare di sale.
Mangiare.

Alessandro Americo

Inizio


Buridda
Ingredienti e ..non solo ..
ALIMENTO g Kcal Gr. sat (g) Col. (mg)
Pesce da Zuppa 750 562 24.7 375
Aglio 10 12 - -
Vino bianco secco 200ml 142 - -
Cipolla 400 96 - -
Olio extravergine 80 720 11.2 -
Origano e prezzemolo - - - -
Sale e pepe - - - -
Totali per porzione 383 9,0 94 -

Tempo: Lungo Esecuzione: Media

Ungere il fondo di una pirofila con meta` olio e disporre, sopra un letto di cipolle affettate, il pesce pulito e mondato (ridotto possibilmente in filetti); aggiungere, infine, sale, pepe, origano e prezzemolo, ricoprendo il tutto con uno strato di cipolle affettate. Innaffiare col vino, aggiungere il rimanente olio e cuocere in forno, a temperatura moderata, per tre quarti d'ora.

Angelo Lagrotta

Inizio


C

Cacciucco alla livornese
Ingredienti:
500 g di polpi e totani
500 g di cozze
1 kg di pesce da zuppa assortito,come sanpietro,capone,scorfano,triglia, a seconda dei gusti personali.
8 gamberoni
3 spicchi d' aglio
sedano, carota, cipolla, prezzemolo
poco peperoncino rosso piccante
pomodori pelati
vino bianco secco 1 bicchiere
olio d'oliva q.b.

Tempo: Lungo Esecuzione=Difficile

allora: pulire tutti i pesci (gli intenditori di cucina lo sanno fare!), tenendo da parte le teste di quelli più grossi. in una casseruola far aprire le cozze e conservare un pò del loro liquido filtrato.
Tritare gli odori e le verdure, e far rosolare tutto nell'olio caldo.
A soffritto imbiondito, unire i totani e i polpi tagliati a pezzettoni. Quando l'acqua sarà evaporata, aggiungere il vino, i pomodori e il sale.
Dopo cinque minuti, togliere i polpi e totani e consevarli al caldo se no diventano gommosi e con le teste fare un brodetto denso che verrà poi filtrato. Rimettere sul fuoco il brodetto e aggiungere tutto il rimanente pesce crudo. Lasciar cuocere a fiamma bassa per almeno un quarto d'ora, e per ultimo aggiungere le cozze e i polpi e i totani.
Tostare delle fette di pane e metterle nei piatti, e versarvi sopra il caciucco.
Vi posso assicurare che per chi ama il pesce questo piatto è una favola!
BUON APPETITO!

cristina

Inizio


Calamari in brodetto
Ingredienti:
1 kg di calamari già puliti
una cipolla piccola
prezzemolo
punta di alloro
1/2 scatola di pomodoro del tipo "a pezzi"
goccio di soja
pepe
peperoncino
sale
olio extra vergine
Galestro capsula viola

Tempo: Medio Esecuzione: Media

Affettate sottile la cipolla e ponetela con un pò di prezzemolo tritato, olio, la punta di alloro ed un goccio di vino, entro una casseruola. Fate ammorbidire la cipolla a fuoco basso (ma non troppo) aggiungendo eventualmente altro vino. Aggiungete il pomodoro, mescolate ed aggiungete i calamari. Rimescolate per distribuire il condimento. Un pò di soja ed un pò di sale: poco, lo aggiusterete dopo. Ancora un pò di vino (circa un quarto di bicchiere), coprite e lasciate ...mah: ieri sera non ho guardato molto l'orologio, ma credo non più di mezz'ora.

Quando vi sembra che manchino 5 minuti alla fine aggiungete peperoncino: la giusta quantità per sentire un pò di stuzzico, ma non di più; aggiustate anche di sale.

Se vi sembra un pò lentino non vi preoccupate: lasciatelo un pò scoperto, ma pensate anche alla zuppetta di dopo!

All'ultimo momento tritate ancora del prezzemolo, aggiungetelo con una leggera spolverata di pepe per il profumo, girate, coprite ancora un attimo e servite in zuppierette con sotto una fetta di pane casareccio.

Continuate ad annaffiare di Galestro.

Beh, ditemi come la trovate se vi capita di proporla a qualche coraggioso...

***** ZAPPATERRA *****

Inizio


Calamari (o totani) gratinati

Ingredienti:
250 grammi di calamari o totani a persona
Pangrattato, prezzemolo, aglio, basilico (se disponibile)
olio, sale pepe.

Tempo: Medio Esecuzione: Media

Pulire i calamari separando il ciuffo dal mantello ed aprendo quest'ultimo.
Tritare finemente il prezzemolo con l'aglio ed il basilico, mischiare al pangrattato, salare e pepare il composto.
Impanare i calamari e stenderli sulla griglia (possibilmente del barbecue), lasciandoli appena colorire da ambo i lati.
Posti sul piatto, condire con un filo d'olio crudo (se lo gradite, ungeteli leggermente anche prima della cottura) e guarnire secondo gusto (p.e. fettine di limone, ciuffetto di erba cipollina o prezzemolo, fettina o spicchietto di pomodoro, etc., etc.)

Due raccomandazioni: non fateli cuocere troppo altrimenti incartapecoriscono, non sbatteteli sul piatto come capita: anche l'occhio vuole la sua parte!

Paolo Nuti

Inizio


Cernia al curry (con riso pilaf al sugo di peperoni)
Ingredienti:
Fette di coda di rospo o cernia o dentice (teleostei)
curry
cipolla
aglio e prezzemolo
vino bianco
pepe rosa pestato

Per il pilaf in salsa di peperoni
riso "patna"
peperoni
cipolla
olio
zucchero
aceto
sale

Tempo: Lungo Esecuzione: Media
Scaldato l'olio in un tegame, si mette il curry e la cipolla tritatissima; quando la cipolla è imbiondita si aggiungono le fette di pesce e si fa insaporire. Si sala. Si aggiunge il battuto di aglio e prezzemolo finissimi e si bagna di vino bianco. Si tira a cottura e, in ultimissimo, si aggiunge un profumo di pepe rosa pestato nel mortaio.Si accompagna col pilaf

Non va ancora messo sul riso, NO! ci manca la salsa di peperoni!

In una casseruola porre olio, cipolla e peperoni a strisce (o pezzeti a caso...), aceto, zucchero, sale, un cucchiaio d'acqua ed iniziare a far cuocere; coperchio; aggiungere acqua mano a mano che serve, fino a far divenire morbidi i peperoni. Frullare il tutto. Al momento di usare, porre la crema in un tegame con un fiocco di burro e fare amalgamare.

La presente si spalma sul riso e vi si sovrappone il pesce: sverranno tutti.

Il discorso dei teleostei: i selaci, come, ad esempio, il palombo, hanno un metabolismo che ha come effetto, per noi, un sapore meno delicato dei teleostei. Più avanti spiegazioni più o meno scientifiche e ricette conseguenti.

***** ZAPPATERRA *****

Inizio


Corri merluzzo
Ingredienti:
filetti di merluzzo congelati
cipolla
vino bianco
timo
peperoncino
polpa di olive
olio e sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Affettate la cipolla finemente; ponetela in una pentola con fondo pesante e coperchio a tenuta.
Mettetevi anche un filo di olio, il sale, coprite col vino e mettete il pizzico di timo e di peperoncino. Fate ammorbidire la cipolla a fuoco lento. Alla fine aggiungete per 10 min i filetti.
Mangiate

SUGGERIMENTO

Se fate insieme anche il riso pilaff (con la mia ricetta), il tutto diventa un ottimo piatto unico.

***** ZAPPATERRA *****

Inizio


Crocchette di tonno
Ingredienti per 20 crocchette:
100 gr di tonno
due cucchiai di farina
un bicchiere di latte
pepe
prezzemolo
uovo sbattuto
pan grattato
olio e ,udite udite! strutto!

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Erano effettivamente delle crocchette, più che delle polpette. Non chiedetemi la differenza, ma nel libro della nonna sono ben divise dalla sua calligrafia allungata come un ricamo.

Erano, per l'esattezza, crocchette di tonno. Ma io ricordo che me le faceva anche con il merluzzetto bollito e tritato. Perché io non sapevo mangiare né il pesce né il pollo: mi strozzavo con le spine e con la pelle. Non poche volte ricordo corse con il fazzoletto fuori dall'auto, io blu e mio padre rosso :-)

La preparazione è laboriosa, ma ricordo che erano una squisitezza.

Si fa liquefare il burro in un pentolino e quando è dorato ci si mette la farina e si fa cuocere un paio di minuti. Si versa il latte, pian pianino e mescolando, che sennò si fanno grumi (operazione che toccava a me...). Deve venir fuori una salsina densa. Lasciatela freddare un pochino e poi aggiungeteci il tonno sminuzzato o, meglio ancora, frullato appena. Poi pepe, prezzemolo, niente sale, ché il tonno è già salato.

Quando tutto è amalgamato "rovesciate il composto sul marmo di cucina infari- nato e lasciate freddare". C'era, nelle case degli anni '50, il tavolo di marmo, non so chi di voi l'ha ancora. Ma credo possa essere sostituito degnamente da un piatto di portata o da un tagliere.

Comunque, fatto questo, quando il composto è freddo, si spolvera di farina e si comincia a lavorare con le mani. Se ne fa un salsicciotto che si dividerà in quattro pezzi, e ognuno di questi, aiutandosi con la farina, in cinque non più grandi di un dito.
Queste crocchettine si passano quindi delicatamente nell'uovo sbattuto e nel pan grattato, poi passano nella padella con l'olio (e lo strutto, se c'è) ben caldo.

So che qualcuno si sarà già dato per vinto, soprattutto per la storia del tavolo di marmo :-) ma vi assicuro che erano buonissime. Io domani le faccio. Ora vado al mercato e prendo delle belle puntarelle da "accompagnamento" e dei mandarini per "lavarsi" il sapore dopo. Le bucce vanno sul fornello a bruciare, per fare profumo di Natale :-)

Serena Iannicelli

Inizio


D

Dentice al forno (o alla brace)

Ingredienti:
prezzemolo, aglio
Tempo: Medio Esecuzione: Media

Se surgelato, bisogna far scongelare il pesce a temperatura ambiente. Ammesso lo scongelamento sotto un filo d'acqua FREDDA, ma assolutamente MAI nel microonde. Il pesce va quindi squamato (operazione da non farsi se lo si vuole cuocere ai ferri, sulla brace aut similia) e pulito dalle interiora.
Bisogna quindi rimpinzare la pancia svuotata con erbe varie, tra cui da preferirsi il prezzemolo (che non c'è bisogno di separare, si possono ficcare dentro i rametti interi piegati a misura) e l'aglio. Raccomandazione: la pancia del pesce deve essere riempita da scoppiare, con le erbe; in questo modo il pesce prende bene l'aroma. Mettere due fogliette di prezzemolo e uno spicchio rachitico d'aglio non serve a niente.
Il dentice viene molto bene al forno, avvolgendolo in un foglio d'alluminio, e alla brace. Attenzione che nel cuocere il pesce alla brace è indispensabile usare una di quelle griglie doppie che si chiudono, stringendo tra le due parti il cibo da cuocere. Infatti se si appoggia il pesce su una griglia "aperta", e poi lo si gira dopo un pò, quasi sicuramente la parte già cotta si spappola.
Non che succeda niente, ma è meno bello.
Trucchetto imparato ieri sera e non ancora sperimentato: il pesce da cuocere sulla brace va lasciato con le squame, ok; ma è bene anche cospargerne il corpo di pangrattato condito con olio e sale e (volendo) aceto. Viene una pappa simil-marmellata, con la quale appunto si strofina il pesce prima di piazzarlo nella griglia. Quando poi lo si pulisce viene via tutto insieme, pelle e squame e pangrattato (che nel frattempo ha ceduto l'aroma).
Dimenticavo:
Il pesce deve cuocere circa un quarto d'ora. Non di meno, altrimenti resta crudo e può non piacere. Non di più altrimenti diventa stopposo. Il tempo ideale è compreso tra i dodici e i diciotto minuti, da valutarsi "a occhio". Se cotto al forno, è bene aprire a metà cottura e girare rapidamente, ma non è indispensabile. Se cotto sulla brace deve stare un pò di più, comunque mai più di nove-dieci minuti per lato.

Stefano Toria

Inizio


F

Filetti di merluzzo alla scapolo

Ingredienti:
1 confezione di filetti di merluzzo surgelati
polpa di pomodoro
olio
aglio
vino bianco secco
origano
sale
Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Prendere una confezione di Filetti di merluzzo ancora congelati.
Versare nella padella un poco di olio di semi e uno spicchio di aglio.
Mettere nella padella i filetti ancora congelati e far rosolare il "blocco" da un lato e dall'altro per 3 minuti circa. Una volta rosolati e salati i filetti, versare nella padella 250 gr. circa di polpa di pomodoro, salatela e spruzzate con origano.
Tocco finale! Uno spruzzo di vino bianco di buona qualità!
Lasciate andare il tutto per circa 15 minuti. Poi mangiateli! Sono buoni e me li sono sparati stasera! UNA FAVOLA e.......costa poco!

Ciao da MC2176 Maurizio Maglio

Inizio


Filetti di scorfano in padella

Ingredienti:
filetti di scorfano
1 scatola di pomodori del tipo "a pezzi"
vino bianco, aglio,peperoncino, origano

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Ecco come ho fatto gli scorfani: in una padella larga ho scaldato mezzo dito di vino bianco dei Castelli, con uno spicchio d'aglio tagliato a metà, un paio di peperoncini di Cajenna e un pò di origano. Quando l'aglio si è schiarito ci ho messo una scatola di pomodoro a pezzi, ho lasciato stare un attimo e ho tolto aglio e peperoncino. Un pò di sale, un paio di minuti per far tirare un pò il sugo, poi ci ho messo un paio di chiodi di garofano e infine il pesce.
I filetti debbono cuocere una decina di minuti per parte (non vanno salati troppo, tanto dentro non si salano comunque, e si rischia di rovinare la delicatezza del sughetto). Alla fine dovevo aggiungerci una spruzzata di timo (ma naturalmente me ne sono dimenticato); li ho serviti così, e sono venuti DELICATISSIMI (dal sapore sembravano cotti nel latte) e SAPORITISSIMI.

...olio? non ho mai detto di aver usato l'olio.

Stefano Toria

Inizio


G

Gamberi all'algerina
Ingredienti per 4 persone:
gamberi
aglio
prezzemolo

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Questa ricetta viene direttamente da Orano (Algeria) dove soggiornai per lavoro qualche tempo fa. Le mangiate di gamberi e aragoste ancora sono ben vive nella mia memoria........

Preparare, questa volta senza scherzi, una quantità industriale di prezzemolo e aglio finemente tagliati. Non dimenticherò mai l'amico algerino che mi sollecitava ad aumentarne sempre le quantità!
Prendere una pentola ben alta. Sul fondo della pentola mettere uno strato ben consistente di aglio e prezzemolo uniti insieme. Mettere poi uno strato di gamberi, poi ancora il composto ed ancora gamberi fino ad esaurimento. Non aggiungere altro, niente olio e niente sale.

Mettete sul fuoco semicoperto. Ogni due tre minuti prendere la pentola e fargli fare un movimento semirotativo dal basso all'alto per mescolare il tutto. Non usare assolutamente mestoli o altro, potreste danneggiare i gamberi.
I gamberi diventeranno rosso fuoco e si formerà un consistente brodetto da favola. Cottura max 30 minuti fuoco lento.

Franco Palombi

Inizio


Gamberoni alla cinese
Ingredienti per 4 persone:
750 g gamberoni già sgusciati
1/4 l di vino bianco
2 cucchiai di salsa di soia
2 spicchi d'aglio
2 foglie d'alloro
1 cucchiaino di zenzero macinato
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Tritare l'aglio, spezzettare le foglie d'alloro, unire aglio, alloro e zenzero al vino bianco, aggiungere la salsa di soia ed eventualmente un pizzico di sale. Far marinare i gamberoni sgusciati nella marinata per circa 3 ore.
Infilare i gamberoni su degli spiedini e cuocere sulla graticola per circa 5 minuti per parte, girandoli due o tre volte. Servire caldo.

Raimondo Spada

Inizio


Gran misto al salmone

Inizio


H

Halibut al Forno
Ingredienti:
halibut
2kg di sale grosso
(tempo di preparazione: 1h 30m)
prezzemolo, limone, olio

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

L'halibut è un pesce atlantico della stessa specie del rombo. è assolutamente squisito. è consigliabile procurarselo surgelato, perchè ovviamente quello "fresco" ha sicuramente passato tre-quattro giorni nel ghiaccio, mentre quello surgelato è stato sbattuto nei surgelatori di bordo subito dopo essere stato pescato.

Dunque bisogna squamare l'halibut, togliergli pinne e coda e sventrarlo.
Predisporre una teglia o pirofila sufficientemente grande e ricoprirne il fondo con uno strato di circa 1/2 cm. di sale grosso. Disporre il pesce sul sale, e ricoprirlo completamente di sale (di solito per quest'operazione se ne vanno un paio di chili di sale).
Mettere la teglia nel forno caldissimo e lasciarcela per mezz'ora. Poi spegnere la fiamma e aprire lo sportello del forno, lasciar raffreddare il pesce per un'ora circa prima di spezzare lo strato superiore di sale, che deve essere rotto delicatamente con una spatola di legno e raschiato via dalla pelle del pesce.
Togliere via la pelle, che a questo punto viene via come la buccia di un mandarino, spolverizzare di prezzemolo e servire con una salsina fatta battendo con la frusta una parte di succo di limone e due di olio extravergine.

Stefano Toria

Davvero squisito. Naturalmente accompagnato da patate e funghi al forno a microonde ed un bel Tuborg Gold.
Per il contorno: tagliare a fettine sottili (3-4millimetri) tre o quattro patate. Idem alcuni funghi. Disporre insieme ad un pò di prezzemolo in una pirofila bassa con olio e sale e coprire con la pellicola. Lasciare 9-10 minuti a piena potenza nel forno a microonde.
Bo Arnklit

Fantastico: solo un danese può tagliare con precisione 3-4 millimetri di patate..

.
Variante plebea: patate tagliate fini (ovvia, si fa quel che si può...:-) ), cipolline rosse tagliate fini, pomodorini da sugo tagliati in quattro, sale, pepe, giro d'olio, spolverata di timo o rosmarino a piacere.
Serena

Inizio


I

Insalata di mare savoiarda
Ingredienti:
polpo
muscoli e frutti di mare misti.
verdure sott'olio, olive, cipolline sott'aceto
olio, sale, prezzemolo, limone.

Tempo: Lungo Esecuzione: Media

La ricetta è un sacco semplice e temo che abbia più o meno tante varianti quante sono le persone che la preparano, l'elemento principe comunque è il polpo bollito, tagliato a rondelle, che viene mischiato con una quantità di verdure sott'olio, olive, cipolline sott'aceto... anche muscoli e frutti di mare misti.
Il tutto condito con olio, sale, prezzemolo e, se non ricordo male, limone.

bye
Arvi

Inizio


Insalata di Tonno, Pomodori e Soia

Inizio


M

Merluzzo al microonde

Ingredienti:
250g merluzzo
1 uovo (chiara e rosso)
succo di 1 limone, prezzemolo, sale e pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Scongelare il merluzzo, e farlo a pezzettini nel piatto in cui mangerete.
Nel frattempo battere un uovo ed aggiungervi del succo di limone, sale, prezzemolo e girata di pepe.
Spargere il composto sui pezzetti di merluzzo, e mettere il tutto nuovamente nel forno per 6-7 minuti. Se avrete ben emulsionato il composto con l'uovo, vi risulterà un sughetto molto appetitoso dall'apparenza di una cremetta.
Preparatevi del pane per fare la scarpetta.

***** ZAPPATERRA *****

Inizio


P

Palombo in padella
Ingredienti:
Palombo surgelato in tranci
patate
farina
burro, vino, sale, pepe, buccia di limone grattugiata, prezzemolo

Tempo: Medio Esecuzione: Media

Io negata a fare pesci, però l'altra sera ho comprato al supermercato il rombo (?) surgelato. Rombo o palombo? Bah. Quello fatto a rondelle, insomma (non in natura, scemi, quello tagliato a rondelle "dopo"...vabbè.). Si lasciano scongelare le rondelle a temperatura ambiente, poi s'infarinano e si mettono in padella con un pò di burro. Quando sono rosolate si aggiunge il vino, sale, pepe e poi, con mossa rapida, una spolverata di buccia di limone grattugiata. Prezzemolo, naturalmente. Accanto le solite patatine lesse.
Buono.

Serena

Inizio


Persico lessato
Ingredienti per 2:
1 confezione di pesce persico a filetti
1 pomodorino maturo
1 carota, 1 cipollina, prezzemolo, sedano .

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Quando le verdurine bollono si buttano giù i filetti e si fa cuocere 10 minuti.
Intanto si fa un'insalata di pomodori sammarzano, si tagliano piccoli, si sala, si aspetta che "caccino" l'acqua, si scolano e si condiscono con olio e sale, più "ò principe", il basilico.
Scolati i filetti di persico,si mettono su un piatto e si coprono con la suddetta insalata.

Serena

Inizio


Pescatrice al sugo
Ingredienti per 2:
1 rana pescatrice
passata di pomodoro
1/2 cipolla
burro
olio d'oliva
1 bustina di zafferano
1 bicchiere di vino bianco
farina
sale e pepe q.b.

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Lo spunto è tratto dalla ricetta della pescatrice all'americana, con qualche modifica :-)

Tritare la cipolla e farla stufare leggermente in una noce di burro ed un paio di cucchiai d'olio.
Aggiungere la passata di pomodoro, il vino bianco, lo zafferano, un pizzico di sale e far bollire a fuoco vivo per un paio di minuti: il sugo dovrà risultare abbastanza liquido ma ben amalgamato.
Spellare e tagliare a trance la coda della pescatrice. Asciugare le trance, in un piatto mescolare a della farina un pizzico di sale e di pepe ed infarinare abbondantemente le trance. Metterle nel sugo e far cuocere, coperto, per un 20-25 minuti a fuoco dolce, rigirandole un paio di volte. Controllare la densità del sugo: questo dovrà risultare, al termine della cottura, denso abbastanza da poter nappare le trance (eventualmente, farlo restringere un pò a tegame scoperto).
A me non sono dispiaciute :-)

Raimondo Spada

Inizio


Pesce al microonde
Ingredienti
1 pesce di buona pezzatura
salvia, rosmarino
pancetta
olio d'oliva
brandy

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Con il forno a microonde, io trovo che si cucina bene il pesce. Con erbe aromatiche nella pancia e un filo d'olio. Avvolto in carta da forno o carta oleata, per 10 o 15'. Anch'io concordo sul pesce, e forse 15' di cottura sono anche troppi: a massima potenza una trota da 400 g è cotta in 8 minuti. Il mio forno è da 600 W

Nelle trote spesso uso una fettina di pancetta all'interno, assieme ad un fiocco di burro, erbe aromatiche ed una spruzzata di brandy: personalmente trovo che il forno a microonde tenda ad 'esaltare questi aromi quindi uso una mano più leggera di quando cuocio nel forno di cucina.

Raimondo Spada

Inizio


Pesce (al sale) al forno
Ingredienti
pesce
sale
oppure:
pane grattugiato
aglio
olio
prezzemolo
limone
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Mettere il pesce in una teglia da forno ed ricoprirlo, sopra e sotto, di sale. Mettere in forno a fuoco allegro. A fine cottura togliere la crosta di sale formatasi e servire. Cottura per un pesce di 500 gr. circa 30 min.

In alternativa preparare un composto di pane grattato, aglio(tagliato molto fino), olio, prezzemolo e sale. Aggiungere l'olio alla fine q.b. perche sia comunque consistente. Preparare il pesce mettendo il composto all'interno di esso e tutto intorno. È preferibile, con un coltello, fare delle tacche lateralmente, per permettere al composto di penetrare bene.

Per non fare attaccare il pesce alla teglia mettere sul fondo della stessa delle fette di limone ed appoggiarlo sopra per la cottura.

Franco Palombi

Inizio


Pesce alla brace
Ingredienti
pesce da arrosto
olio d'oliva
limone
aceto (facoltativo)
prezzemolo
sale

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Preparare una terrina con olio di oliva, poco sale, limone (o aceto), prezzemolo tagliato finemente.
Durante la cottura (preferibilmente a fuoco non molto forte) spazzolare con un rametto di rosmarino (non necessariamente), preventivamente bagnato con l'intingolo di cui sopra, il pesce sulla graticola. Farlo in continuazione fino a completa cottura.

Franco Palombi

Inizio


Pesce spada alla griglia
Ingredienti
pesce spada in tranci
sale, olio, pepe e limone

Tempo: Breve Esecuzione: Media

Lo tagli a fette, prepari il barbecue, e nel frattempo agiti con la forchetta un intruglio contenente sale, olio, pepe e limone, che verserai di tanto in tanto (meglio mediante ramoscello di rosmarino) sulle fette che tenderanno ad essiccarsi.
Il pesce spada va servito morbido, non deve quindi essere troppo cotto, come tutto il pesce, comunque.
Se ti piace, lo puoi servire con una spolveratina di prezzemolo tritato grossolanamente ed accompagnarlo con una bella insalatina mista di stagione.

Il pesce spada, diversamente dagli altri pesci, che ti accorgi se sono freschi solo quando la carne vicino la lisca è bianchissima e morbidissima (cioè fresco di meno di 24 ore), si conserva molto di più e quindi rimane sempre piuttosto morbido. Se è duro significa che è cotto male oppure che è proprio vecchio assai (leggi: per nulla fresco).

Giuseppe Lancia

Inizio


Pesce spada in umido
Ingredienti:
trance di pesce spada
vino bianco secco
pomodori perini
olio d'oliva
aglio
prezzemolo
peperoncino (facoltativo)

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Prepara una bella padellona e fai soffriggere dell'aglio (in quantità industriali). A parte avrai preparato dei pomodori sbucciati (a caldo, per favorire la scuoiazione :-)) e triturati grossolanamente. Appena fatto questo mettili nella padella aggiungendo un poco d'acqua (ed un bicchiere di vino secco bianco).

Subito dopo aggiungi prezzemolo e le fette di pesce spada. Copri il tutto con un coperchi adeguato salando il necessario (e se ti piace aggiungendo il peperoncino). Dopo venti minuti puoi scoprire e far rapprendere un poco(ma non troppo) l'intingolo. Servire ben caldo con delle fatte di pane raffermo tostato.

Detto intingolo vale per tutti i pesci azzurri. Specialissimo con il tonno fresco (amarcord Ponza) e con le sarde (zuppa di sarde, Torre Astura).

Franco Palombi

Inizio


Polpette di Taramà (cucina greca)
Ingredienti
per un pugno (circa un etto) o un cucchiaio di taramà
circa tre pugni di pane possibilmente casareccio al quale sia stata tolta
la crosta.
una cipolla
un ciuffo di prezzemolo
una costa di sedano
un filo di olio

Tempo: Medio Esecuzione: Media

Gustosissime sono anche le polpette di taramà che costituiscono un ottimo secondo piatto accompagnato da contorni di verdure o insalata.

Il pane usato può essere anche raffermo ma in ogni caso va
lasciato in acqua per qualche minuto fino a che si sarà gonfiato
ben benino.

In una terrina amalgamare il taramà. il pane ben strizzato, la cipolla tritata finemente, il prezzemolo ed il sedano tagliato anch'esso molto finemente. Condire con un filo di olio in quanto
il composto deve risultare decisamente fermo allo scopo di farne delle polpettine della grandezza di una pallina da ping pong che vanno poi infarinate e fritte in olio abbondante e bollente.

Tali polpettine possono essere gustate anche fredde e se di dimensioni ancora più piccole utilizzate anche come antipasto. A proposito, ho scovato finalmente un negozietto di soli cibi e prodotti greci in Via Gaeta n. 64 (entrando nel cortile) dove gli estimatori della cucina greca potranno trovare, oltre a tutti gli ingredienti possibili ed immaginabili (ovviamente anche il "taramá" anche dell'ottimo vino resinato e non, dei dolci squisiti e cento leccornie diverse....

Nota dei traduttori: questo negozio non esiste più. Il saperlo ci è costato le maledizioni di un utente che era andato a cercarlo e ci ha accusati di non aggiornare il sito! È andato a pescare l'unico messaggio bisognoso di aggiornamento del sito intero. Ma che jella (per lui e per noi....)

Buon appetito a tutti e cioè...."kalì orexi"!.....

Inizio


S

Salmone grigliato
Ingredienti:
necessario - un salmone pulito
non necessarii - salsine da pesce a fantasia

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

...tutto qua? Ebbene si.

Si prende il salmone che in pescheria vi avranno pulito (altrimenti tocca a voi). La pulizia deve portare via la testa, la coda, le lische centrale, dorsale, etc., ma NON LA PELLE.
Vi risulteranno due semipesci: prendete quel ripiano del forno largo che serve per poggiare le teglie e altro, ci mettete un foglio di alluminio, al quale arricciate appena i bordi per evitare travasi di liquido, ci versate appena un filino di olio, e ci spaparanzate i semipesci dalla parte della carne, in modo che la pelle sia verso l'alto.
Accendete il grill, lo fate scaldare bene e ci schiaffate sotto i due semipesci ad una distanza di circa 20 cm., un palmo insomma, di modo che il calore non bruci di preferenza una parte, ma cuocia tutto.
Dopo 10-15 minuti il pesce è cotto. Ovvero, quando la pelle si presenta quasi arrostita (cioè non carbonizzata).
L'unica operazione da fare è spellare il pesce, cosa fra l'altro estremamente semplice. I filetti si possono sistemare su un piatto caldo irrorati del sughetto che naturalmente viene dal pesce.
Si può cuocere mentre ci si serve del primo, e levarlo dal forno quando lo si è finito.
Si può mangiare così com'è, e ne vale la pena, oppure condirlo appena con limone, una leggera girata di pepe nero ed un pò di olio. Si potrebbero fare anche salsettine come maioneise o altro, ma fate voi, io lo preferisco al naturale. E non ho parlato di sale perchè non c'è bisogno neanche di quello!

Buon appetito
***** ZAPPATERRA *****

P.S.: credo che sia ovvio che il salmone è fresco e non affumicato...

Inizio


Salmone in crosta di sale

Ingredienti per 6/8 persone:
1 salmone di 1.8kg
sale grosso 1.2kg
farina 1kg
salvia rosmarino e timo

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Questa ricetta l'ho sperimentata veramente molto a lungo e non mi ha mai tradito: è un'alternativa "nobile", omogenea ed esteticamente molto più piacevole, alla semplice crosta di sale. Provare per credere: il salmone viene delicatissimo, leggero poco grasso.

Pulite ed asciugate il salmone, (io le squame non le tolgo) lasciando testa e coda, nella pancia mettete timo rosmarino e salvia (molto meglio se freschi). OVVIAMENTE NIENTE SALE.
Io faccio l'impasto per la crosta con l'impastatice elettrica; se non l'avete attenti che il sale vi "cuoce" le mani.
Per questa dose di farina e sale vanno bene 600cc d'acqua Io ne metto un pò di meno, lasciandola da parte, e poi l'aggiungo se serve. Se andate "a mano" fate la fontana con la farina e mettete il sale intorno, altrimenti l'acqua vi scioglie il sale grosso :-))
Aggiungere il minimo d'acqua indispensabile a fare entrare nell'impasto tutto il sale; infatti la consistenza dell'impasto deve essere molto soda, tipo una pasta frolla. Infatti come una pasta frolla, anzi molto peggio, quando la stendete tende a rompersi, e non vi dico i casini a tentare di avvolgerla sul mattarello! Comunque non ci sono problemi a fare eventuali rappezzi. Per questo motivo io mi preparo sul tavolo della carta da forno lunga come il pesce e poi stendo su di quella. In quel modo poi è più facile trasferire in forno, anche mostri di 3kg (e relativa lunghezza :-))

Dividete la pasta ottenuta in 2 parti uguali Poi stendete una parte col mattarello formando un ovale, di dimensioni un pò abbondanti rispetto al pesce, sul quale appoggerete il suddetto :-)
Stesso procedimento con la seconda parte di pasta (io uso un secondo pezzo di carta da forno, che serve ad aiutare a "rovesciare" l'impasto sul pesce e va poi eliminata).
A questo punto, se tutto è andato bene, e non vi trovate in mano con 50 pezzetti di impasto rotto :-)), sigillate bene tutto intorno e ritagliate la pasta in eccesso, seguendo la silouhette del salmone.
Mettere in forno (vi auguro che c'entri :-))) caldo a 220 per 50 minuti.
Questo tempo per me è sempre stato sufficiente per questo peso: se il salmone è più grande però, allungate il tempo in proporzione, che una volta aperta la crosta non c'è più nulla da fare!!

Attenzione: appena trascorso il tempo, col salmone ancora caldo, asportare la parte superiore della crosta (e la pelle) e portate in tavola il salmone ancora avvolto nel resto dell'impasto NON ASPETTATE che se lasciate raffreddare vi servirà un martello pmeumatico!! Davvero, una volta ho calcolato male i tempi e per aprire ho dovuto usare il batticarne :-))

A dirlo sembra una cosa eterna e complicata In realtà per la preparazione servono non più di 15 minuti (con l'impastatrice!) e fa un figurone ;-)

EmmeTi

Ah, ho recentemente scoperto che è sfizioso mettere nell'impasto di farina e sale anche delle erbette aromatiche; daranno un leggerissimo profumo al pesce.
Ciao!

Inizio


Sogliola al piatto

Ingredienti (per 1 persona):
1 bella sogliola
olio
limone
sale e pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Semplicissima: sopra un pentolino con acqua bollente metto un piatto con sopra la sogliola, sale pepe olio e limone, la copro con un'altro piatto e lascio cucinare per circa 10 minuti.

Ciao, Doris

Inizio


Sogliola in padella

Ingredienti (per 1 persona):
1 bella sogliola
farina
1 limone
olio
vino bianco
prezzemolo

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Infarinata la sogliola da ambo le parti, poi la metti in una padella con un po' d'olio e due rotelline di limone sottili sottili, ricopri il tutto con acqua e vino bianco quindi copri e fai cuocere fino ad ottenere una salsetta abbastanza liquida (ma non troppo). Verso la fine cottura aggiungi del prezzemolo tritato e del succo di limone.

Nazzareno Valori

Inizio


Sogliole alla nizzarda

Ingredienti (per 4 persone):
4 sogliole
350 g pomodori pelati privati dei semi
20 g burro
olio d'oliva
1 spicchio d'aglio
2 acciughe salate
1 cucchiaio di olive nere basilico (o dragoncello)
1 limone
farina
sale e pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Pulire le sogliole; pelare "a vivo" il limone (asportando quindi anche la parte bianca della buccia), tagliarlo a fettine sottili e togliere i semi. Lavare e diliscare le acciughe. Infarinare leggermente le sogliole, ungerle con un po' d'olio e cuocerle su una piastra calda, pennellandole ancora d'olio durante la cottura e tenendole al caldo dopo la cottura.
Far rosolare l'aglio schiacciato nel burro, togliere l'aglio, aggiungere il pomodoro ed il basilico (o il dragoncello), salare, pepare e far cuocere per 5 minuti in modo da far appassire leggermente i pomodori. Salare e pepare le sogliole, disporle su un piatto di portata caldo, fra l'una e l'altra disporre i pomodori e le fettine di limone, su ogni sogliola appoggiare un'oliva snocciolata circondata da 1/2 acciuga e servire.

(nota personale: non capisco il limone :-) L'oliva snocciolata con il gonnellino d'acciuga mi sembra più coreografia che altro, ma chissà, forse è perché le olive non mi fanno impazzire)

Raimondo Spada

Inizio


Spetsiotiko (pesce al forno alla greca)

Ingredienti per 5/6 persone:
130 grammi di briciole di pane
2 kg di pesce (meglio di tutti è il dentice)intero o in tranci
2 spicchi d' aglio
succo di due limoni
450 grammi d' olio extravergine di oliva
sale & pepe
4 pomodori pelati e tagliati a pezzi
1 bicchiere di vino bianco secco
150 grammi di prezzemolo tritato.

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Per questa ricetta potete utilizzare sia il pesce tutto intero, sia tranci di un pesce più grosso.
Mescolate in una terrina i pomodori, il vino, l'olio, il prezzemolo tritato, l' aglio tagliato a pezzi.
Aggiungete il pepe e il sale secondo i vostri gusti.
Se non è stagione di pomodori freschi (come in questo periodo) potete utilizzare la conserva.
Prendete un tegame da forno e ungetelo bene. Metteteci il pesce versandovi sopra metà delle briciole di pane. Bagnate il tutto con un altro poco di salsa e versatevi sopra l' altra metà delle briciole di pane. Dopo aver versato ancora un poco di salsa mettete in forno per 40/45 minuti a 195/200 gradi. Il pesce non dovrà essere troppo secco. Man mano che cuoce deve essere bagnato con la salsa che vi è rimasta.

Fabio Bistoncini

Inizio


Spezzatino di Orange Fish

Ingredienti:
- 2 orange fish per circa un chilo di roba
- 1 cipolla rossa di Tropea
- un pò d'olio d'oliva
- sale e qualche odore: il meglio è timo, origano e maggiorana.

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Disporre un foglio di alluminio sul fondo di un tegame da forno. Ungere molto leggermente e mettere il pesce intero, dopo averlo scongelato e squamato (lo surgelano senza testa nè interiora, ma con le squame che però sono facili da togliere). Cospargere con la cipolla tagliata ad anelli, coprire il tegame con un foglio di alluminio e mettere nel forno caldo a circa 200 gradi.
Cuocere per una mezz'ora circa, quindi togliere il tegame e scolare il sugo di cottura dentro una tazza che verrà portata in tavola per condire il pesce. Pulire il pesce (spine grosse e facili da levare) e disporlo sul piatto da portata. Servire ancora caldo.

Insieme ci sta bene un vino molto secco, tipicamente Tocai oppure un Frascati.

Stefano Toria

Inizio


Spezzatino di pesce (con riso pilaf)

Ingredienti:
orange fish
1 manciata di vongole veraci surgelate
qualche gamberetto surgelato
1 scatola di pomodori del tipo "a pezzi"
un cucchiaino di pasta di olive
vino, aglio,peperoncino, alloro, origano, un pizzico di timo
Per il riso di accompagnamento:
riso "patna"
salsa di soja

Tempo: Breve Esecuzione: Media

L'"orange fish" è un pesce neozelandese, che arriva a noi già decapitato e ripulito; a giudicare dall'aspetto fisico e dalla consistenza delle carni, sembrerebbe uno scorpenide (per intenderci, un parente dello scorfano). è un bel pò più grosso però; in media pesa (ripulito) sui 5-700 g., è lungo una dozzina di centimetri e spesso 5-6.
Ed è BUONO! la carne cruda ha già un profumo di affumicato; fatto arrosto viene DIVINO. Bisogna solo curare di farlo arrostire bene, facendolo cuocere almeno mezz'ora altrimenti dentro resta crudo. E non bisogna farsi spaventare dal fumo allucinante che tira fuori, nè dal fatto che diventa nero. Resta tenero (basta non esagerare troppo oltre la mezz'ora) e saporito.

Lo spezzatino: allora. Ho fatto scongelare il pesce e l'ho tagliato in filetti; sostanzialmente l'ho fatto in quattro, enucleando la lisca che è grossa e robusta e si taglia bene. Poi ho fatto a pezzi i filetti. (Grande gioia del gatto...)
Nel frattempo avevo messo su un tegame con dentro un dito di vino, due agli fatti a pezzi, peperoncino, alloro, origano, un pizzico di timo e un cucchiaino di pasta di olive. Quando si è scaldato e l'aglio si è schiarito l'ho tolto assieme al peperoncino, e ho messo giù una manciata di vongole veraci surgelate e qualche gamberetto. Lasciato insaporire per una decina di minuti, ho messo giù il pesce.
Dopo averlo lasciato sbiancare per qualche minuto, ho aggiunto una scatola di pezzi di pomodoro, mescolando ben bene e aggiungendo un pizzico di sale grosso.
Lasciato cuocere per un pò (20 min.- 1/2 ora), alla fine ho spruzzato un pizzico di timo.

Mentre il pesce cuoceva, ho preparato un riso asciutto facendolo incroccantire in un fondo di salsa di soja, mettendo poi il doppio di acqua rispetto al riso (come già spiegato più volte) e lasciando assorbire l'acqua.

Stefano Toria

Inizio


Spiedini di pesce spada

Ingredienti per circa 4/6 persone:
5/6 foglie di alloro per ogni spiedino
40 grammi d'olio extravergine di oliva
40 grammi di prezzemolo tritato
sale & pepe
1 kg e mezzo di pesce spada
1 kg circa di pomodori tagliati a pezzi (questo ingrediente è facoltativo)
Per la salsa d' olio e limone:
60 grammi d' olio extravergine di oliva
60 grammi di succo di limone
un pizzico di prezzemolo tritato
sale a piacere

Tempo: Breve Esecuzione: Media

Basta metter gli ingredienti in un recipiente e mescolare fino a che si siano ben amalgamati.

Lavate e tagliate il pesce spada a pezzi della dimensione di una noce. Mettete in una terrina l' olio, il prezzemolo, il pepe ed il sale, mescolate bene e aggiungetevi i pezzi di pesce lasciandoli a riposare per un quarto d' ora. Infilate i pezzi di pesce su degli spiedini mettendo fra l'uno e l'altro un pezzo di pomodoro e una foglia d' alloro. Fate grigliare sul carbone per circa 20 minuti.
Mentre lo spiedino cuoce di tanto in tanto bagnate il pesce con la salsa di olio e limone. (vedi ingredienti a parte) Ripetete l' operazione appena prima di servire in tavola.
Buon appetito.

Fabio

Inizio


T

Tonnetto e gamberoni arrosto
Ingredienti:
1 tonnetto
gamberoni
aglio, prezzemolo, olio, aceto, vino bianco

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

stanca dei soliti arrosti, da buona fanatica del pesce, ho preso un tonnetto, abbastanza per 5 persone, circa 2 kg e mezzo, l'ho pulito, e l'ho semplicemente spennellato con una marinata fatta da: aglio, prezzemolo, olio, aceto, vino bianco. Non chiedetemi le dosi perchè vado a occhio, e un pò di sale ! Ho messo il tutto in un bel cartoccio, e via in forno, circa mezz'ora...........poi avevo dei gamberoni, a casa mia non mancano mai, e non sapevo come farli.., allora visto che mi era avanzata parecchia marinata, li ho spennellati tutti (circa una ventina) e ho messo pure loro in un bel cartoccio di carta argentata,........e ho già l'acquolina in bocca!
ciao ciao

cristina

Inizio


Trance di pesce al forno
Ingredienti:
3-4 belle patate
3-4 pomodori tondi, maturi
trance di pesce
olio d'oliva
sale
pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

In una teglia unta d'olio mettere le patate sbucciate e tagliate a fette alte circa 1 cm (meglio più sottili che più spesse), in un unico strato. Sopra le patate affettare i pomodori, sempre allo spessore di 1 cm. Versare un pò d'olio, salare, pepare e mettere la teglia direttamente sulla placca del forno, già acceso, per circa 20 minuti. Estrarre la teglia, mettervi le trance di pesce, coprire con un foglio d'alluminio e rimettere sempre sulla placca del forno per altri 20 minuti.
L'ho provata con le trance di cernia ed anche con le trote intere, ed il risultato mi è sempre piaciuto abbastanza.
Nel caso si usi un pesce intero lo si squama e si sventra (ovviamente :-), e a mio avviso a quel punto un pezzetto di burro e due acciughe dentro il pesce non vanno poi male; la prossima volta penso proprio che proverò anche un pomodoro secco. Nel caso, fatemi sapere. Ciao a tutti in area

Raimondo Spada

Inizio


Trota al cartoccio

1 trota media
olio d'oliva
burro
vino bianco
sale e pepe

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Pulire la trota. Su un foglio d'alluminio versare un po' d'olio d'oliva, adagiarvi la trota, mettere qualche fiocco di burro, un pizzico di sale ed un po' di pepe nella pancia, spruzzare con del vino bianco e con un altro foglio d'alluminio formare e chiudere il cartoccio. Cuocere in forno caldo per circa 15-20 minuti.
Un possibile contorno: un altro cartoccio col foglio d'alluminio, e dentro patate a tocchetti e cipolle tagliate ad anelli. Un po' d'olio d'oliva, sale e pepe e via! al calduccio nel forno. In questo caso mettere le verdure a cuocere circa 20-25 minuti prima del pesce.

Raimondo Spada

Inizio


Trota al cartoccio a microonde

1 trota media
capperi, due foglioline di salvia, aglio
4-5 cucchiai di passato di pomodoro

Tempo: Breve Esecuzione: Facile

Ho preso una trota di media grandezza, pulita, salata all'interno ed all'esterno, e passata nella farina. L'ho successivamente adagiata su un foglio di carta-forno, cosparsa con qualche cappero, un paio di foglioline di salvia e una bella spruzzata di passato di pomodoro (diciamo 4 o 5 belle cucchiaiate). Ho poi aggiunto un spicchio di aglio intero, che poi può essere facilmente individuato e rimosso, chiuso il cartoccio ed infornato per 8 minuti. Per il tempo potete seguire la tabella che viene fornita assieme al forno. Nessuno vieta comunque di cuocere il pesciotto con il forno tradizionale. Una ultima nota: avete notato che non ho usato un filo di condimento? (a parte il passato, of course!)

Mauro Masia

Inizio


V

Vongole all'Anconetana
Ingredienti: Vongole
Cipolla
Prezzemolo
olio
lauro
pomodoro (polpa)
timo serpillo o finocchio forte
Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Fare ammorbidire in olio la cipolla, tagliata finissima, col prezzemolo; profumare con una foglia di lauro. Aggiungere il pomodoro ed iniziare a far stringere. Quando il sugo è stretto, aggiungere le vongole e dar loro il tempo di aprirsi (circa 5'); quasi contemporaneamente aggiungere un pizzico di timo. Servire caldissime.

Si possono godere su crostoni di pane agliati, oppure su polenta.
Noi libidinosi le "sprecammo" mangiandole così com'erano.

***** ZAPPATERRA *****

Inizio


Vongole con fagioli cannellini
Ingredienti:
350g Vongole o cozze
150g di Fagioli cannellini secchi
prezzemolo

Tempo: Lungo Esecuzione: Facile

Facciamo ammollare centocinquanta gr. di fagioli cannellini e cuociamoli dopo lentamente. Scoliamoli e conserviamo l'acqua di cottura.
In una padella mettiamo 350 gr. di vongole freschissime con un ramaiolo piccolo di brodo di fagioli. Coperchiamo e lasciamo aprire i molluschi a fiamma viva.
Togliamo il coperchio, aggiungiamo i fagioli scolati e raddensiamo sempre a fuoco alto il fondo.
Spolverizziamo di prezzemolo battuto fine e serviamo in fondine calde.
Si possono sostituire le vongole con le cozze

Lucia Danesi

Inizio


Z

Zuppa di pesce
Ingredienti:
pesce da zuppa
pomodori freschi
vino bianco
peperoncino
aglio
cipolla
olio d'oliva
prezzemolo
sale

Tempo: Medio Esecuzione: Facile

Preparare il solito soffritto con abbondante aglio e cipolla. Appena biondo, versare una buona quantità di pomodoro fresco da riempire per meta` la pentola. Aggiungere sale e un peperoncino.

Mettere il pesce da zuppa nella pentola aggiungendo due bicchieri di vino bianco. Alla fine cottura aggiungere prezzemolo finemente tagliato.

Cottura pomodoro circa mezz'ora, cottura pesce altrettanto.

Franco Palombi

Inizio