Personal IP

Personal IP

Navigare in Internet sempre con lo stesso IP indipendentemente dal tipo di connessione e dal Provider utilizzato.

Il numero di IP (Internet Protocol), meglio conosciuto come “Indirizzo IP”, è quella sequenza numerica formata da quattro gruppi di cifre comprese tra 1 e 255, divisi da punti come nell’esempio: 195.110.128.1 (indirizzo IP del server DNS di MC-link).

Tale sequenza numerica identifica in modo univoco ciascun computer collegato ad Internet nello stesso momento e non vi è possibilità che due terminali abbiano lo stesso IP, pena il non corretto funzionamento dei sistemi che fanno capo all’IP in questione.

Gli IP, che sono numerazioni pubbliche, possono essere di due tipi: statici o dinamici.

Gli IP statici sono quelli assegnati in modo stabile ad una singola macchina (server Web, FTP, mailserver, ecc.) o connessione permanente a Internet (xDSL, CDN, ecc.).

Gli IP dinamici sono quelli che vengono assegnati automaticamente al momento della connessione, come ad esempio accade con gli accessi dial-up effettuati con un normale modem o con le connessioni ADSL entry level.

La differenza fondamentale tra le due tipologie di assegnazione è rappresentata dalla possibilità di riconoscere in modo certo il server, la connessione o il singolo utente, al quale è stato assegnato un l’IP statico (detto anche fisso).

Nel secondo caso, pur essendo possibile risalire (ma solo a posteriori) all’utilizzatore della singola numerazione, non vi è certezza di chi esso sia al momento della connessione, perché lo stesso IP può essere assegnato a soggetti diversi in momenti diversi.

In questo modo, quindi, non è possibile attivare servizi specifici (ad esempio accessi riservati e protetti), dove vi è l’assoluta necessità di comunicare con un IP ben definito.

Un esempio pratico

Con il forte incremento dell’utilizzo di Internet come mezzo di comunicazione e con la crescente necessità di accedere alle informazioni riservate al proprio gruppo di lavoro anche dall’esterno della propria azienda, le risorse che operano prevalentemente fuori sede e, spesso, in movimento sul territorio (agenti, rappresentanti, informatori medici, personale tecnico impiegato nell’assistenza on site, ecc.), hanno la necessità di accedere e interagire direttamente con database e informazioni sensibili residenti sui server aziendali.

In questi casi con un computer portatile equipaggiato di modem e una linea telefonica è facile collegarsi, resta solo il problema di farsi riconoscere in modo certo.

Spesso è sufficiente proteggere l’accesso installando sul server un certificato SSL (Secure Socket Layer) e assegnare all’utente una combinazione di codice e password per l’identificazione (come accade ad esempio per l’accesso via web al proprio conto corrente bancario).

Tale soluzione è molto efficace e, utilizzando il protocollo HTTPS (Hyper Text Transfer Protocol Secure), quello che per intenderci funziona con le normali pagine web, offre un livello di protezione sufficientemente alto.

Spesso, però, il livello di sicurezza richiesto non si accontenta solo di un sofisticato algoritmo di crittografia e di complicate password, alle volte è necessario avere la certezza che la richiesta di accesso avvenga da una connessione conosciuta.
Il modo più semplice per avere questa certezza è quella dell’identificazione dell’indirizzo IP.

Cosa succede, però, quando la nostra abituale connessione a Internet non può contare su un IP assegnato in modo statico? Come si fa a farsi identificare in modo certo indipendentemente dalla connessione impiegata e dalla modalità di accesso utilizzata?

La soluzione di MC-link

MC-link ha reso disponibile un nuovo servizio in grado di assegnare un IP in modo statico non alla singola connessione ma al singolo individuo, consentendo all’interessato di poter contare su un proprio IP personale, indipendentemente dal tipo di connessione e dal Provider utilizzato.

Come funziona

La soluzione si avvale di un client VPN (Virtual Private Network), sviluppato da Cisco Systems, che installato sul computer dell’utente è in grado di dialogare, in modalità sicura, con un apposito server reso disponibile da MC-link. Clicca qui per scaricare il client.

Una volta entrati in contatto con il server, indipendentemente dal tipo di connessione utilizzata, e negoziate le credenziali di accesso (User e password) attraverso una procedura protetta e altamente affidabile, il sistema assegna l’IP personale all’utente che è stato riconosciuto in modo assolutamente certo. I’IP assegnato all’utente si antepone a quello in uso dalla connessione principale, consentendogli di “affacciarsi” su Internet con il proprio IP personale.

A questo punto il possessore dell’IP personale avrà accesso, in modalità sicura, a tutti i servizi al quale il suo IP è stato abilitato in precedenza, offrendo al sistema a cui deve accedere l’identificazione certa della sua identità (IP conosciuto).

Quanto costa

Il servizio è disponibile in tre versioni suddivise per disponibilità di banda:

Banda Start up
(una tantum)
Canone annuale
Personal IP 128 (128 Kbps) € 50+IVA € 150+IVA
Personal IP 256 (256 Kbps) € 50+IVA € 200+IVA
Personal IP 512 (512 Kbps) € 50+IVA € 300+IVA

Per richiedere l’attivazione del servizio è sufficiente scaricare e stampare l’apposito modulo. Il modulo deve essere compilato, firmato e inviato via fax al n. 06 4515592.

Per ulteriori informazioni scrivere a personal_ip@mclink.it

Clicca qui per scaricare il client Cisco.