mi ricordo……………

da “Francesco R.”
Era il 1994 e la mia ragazza di allora appena laureata decise di andare a cercare fortuna e gloria professionale negli USA. Come sopperire al vuoto che la sua assenza lasciava in me……..?? Risposta semplice, per me giovane studente di architettura in ritardo con gli esami e con una grossa passione per il mondo informatico: Abbonamento a Mclink e quotidiane email con lei. Ricordo l’emozione di quei collegamenti, nella notte italiana, in modalità terminale, nell’attesa che dall’altra parte del mondo arrivasse un nuovo messaggio……e che dire delle sessioni gopher da cui si partiva dal continente per poi passare alla scelta dello stato e poi giu giu sempre piu’ dentro le istituzioni americane collegate alla rete sino ad arrivare all’uscio del dipartimento della mia bella?? E poi ancora le prime modalità grafiche, le differenze delle impostazioni per me orgoglioso utente mac a cui peraltro Mclink non hai mai negato diritto di esistenza come la maggiorparte dei provider di allora. Da allora sono passati 10 anni; anni in cui mi sono laureato, ho cambiato “ragazze”, ho cambiato radicalmente vita molte cose sono cambiate ma tra le poche rimaste immutate c’e’ il mio abbonamento a mclink con codice mcxxxx. Grazie di tutto, grazie per avermi fatto crescere professionalmente, di avermi dato la possibilità di organizzare con il vostro aiuto iniziative innovative nel campo della architettura e della comunicazione, grazie soprattutto per la disponibilità che quotidianamente dimostrate con i vostri clienti senza nascondervi dietro irritanti call center.