* INFORM *

INFORM - N. 246 - 24 dicembre 2003

Frattini: una politica europea per l’immigrazione

ROMA - "Nei pochi mesi di presidenza italiana dell’Unione Europea si è affermato un principio fondamentale. E, cioè, che la politica della migrazione non può essere dei singoli Stati e che le frontiere non sono quelle dell'Italia o della Francia ma dell'Europa. Abbiamo concorso a realizzare una politica europea sui flussi irregolari, sull'accoglienza per gli immigrati regolari e sullo sviluppo verso i Paesi di origine e di transito"

E’ quanto ha affermato il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini nel corso di un forum con "Il Sole-24 Ore" in cui ha tracciato un bilancio dei lavori sulla Conferenza intergovernativa e del semestre di presidenza italiana.

"E’ questo - ha spiegato Frattini - il piano europeo il cui mandato è stato dato appena il 20 giugno scorso a Salonicco. Bene, nel consiglio europeo di dicembre abbiamo approvato la strategia operativa: nascerà l'agenzia per il controllo delle frontiere marittime. La Commissione ha concordato sul piano di sostegno allo sviluppo che, per la prima volta, crea un circuito virtuoso: l'aiuto ai Paesi verrà collegato al contributi che gli stessi daranno per controllare i flussi." (Inform)


Vai a: