* INFORM *

INFORM - N. 242 - 19 dicembre 2003

La Giunta Veneta approva un contributo al Fondo di solidarietà delle Regioni per l’Argentina

VENEZIA - A seguito del perdurare della grave situazione di crisi economico-sociale in Argentina, la Giunta Regionale ha approvato il conferimento di 174 mila euro circa con cui si era impegnata nel Fondo di Solidarietà (attivato lo scorso anno dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province Autonome) per le comunità di origine italiana che vi risiedono.

"È una nuova dimostrazione della vicinanza non soltanto morale, ma anche concreta, della Regione Veneto ai nostri connazionali colpiti dalla crisi economica argentina, afferma l’Assessore ai flussi migratori Raffaele Zanon il quale ha presentato il provvedimento d'intesa con la collega Maria Luisa Coppola. La Giunta Regionale ha partecipato anche con il progetto rientro al sostegno dei nostri emigrati in Argentina, che ha consentito l’arrivo nel Veneto di 350 giovani oriundi che hanno trovato pieno inserimento lavorativo nelle imprese della regione, un’alta percentuale dei quali si è già ricongiunta con il proprio nucleo familiare scegliendo il progetto di vita in Veneto. Inoltre, ha partecipato ad iniziative di solidarietà, come la campagna "S.O.S. Argentina", strettamente collegata agli interventi previsti dal fondo e promossa dalla Confederazione Giovanile dei Veneti nel Mondo. La campagna di solidarietà ha visto l'adesione Ministero per gli Italiani nel mondo e il patrocinio di autorevoli soggetti della mondo della solidarietà.

Questa campagna ha ottenuto tra l'altro - precisa Zanon - i riconoscimenti del Ministero argentino per lo sviluppo sociale della nazione, della Croce Rossa Internazionale che ha elogiato la Confederazione dei Giovani Veneti nel Mondo per la celerità con cui sono stati realizzati i progetti d'intervento e, non ultimo, il riconoscimento dello stesso CAVA argentino (Comitato Associazioni Venete Argentine) per bocca del suo Presidente Riccardo Merlo. Le rimanenti risorse della campagna S.O.S. Argentina saranno appunto destinate al CAVA e ai progetti d'intervento che verranno segnalati. Per quanto riguarda i criteri di gestione della campagna e di distribuzione dei fondi raccolti, sono stati improntati alla massima trasparenza e i progetti d'intervento sono stati rivolti a tutta la popolazione argentina. Garanti di questo sono stati i destinatari dei progetti stessi vale a dire: la Croce Rossa in Argentina, il Patronato Italiano di Buenos Aires, l'Ospedale pubblico di Onatibia, la Fundacion Amanecer, la Caritas argentina, la Fundacion Mensajeros de la Paz, il Ministero argentino per lo sviluppo sociale della nazione, l'Unicef, il CAVA.

Rispondendo ad una interrogazione in Consiglio Regionale, Zanon ha detto di essere lieto di sentirsi in buona compagnia con tutte quelle associazioni e istituzioni che hanno operato per mesi a favore dell’Argentina dimostrando la vicinanza del Veneto agli italiani e al popolo argentino in difficoltà per la grave crisi sociale ed economica del Paese sudamericano. (Inform)


Vai a: