* INFORM *

INFORM - N. 237 - 14 dicembre 2003

Salvaguardia del patrimonio culturale veneto in Istria: la Regione Veneto restaura un trittico ligneo di Montona

VENEZIA - E' stato presentato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Labia di Venezia, il progetto di restauro, finanziato dalla Regione del Veneto, del trittico ligneo della Chiesa della Madonna delle Porte di Montona (Istria croata). All'incontro hanno preso parte l'assessore regionale alla cooperazione internazionale, Isi Coppola, l'assessore alla cultura, istruzione e sport della Regione Istriana, Mladen Dusman, il soprintendente ai beni culturali della Regione Istriana, prof. Ivan Matejcic, il prof. Nedo Fiorentin, membro del Comitato permanente per la valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta in Istria e Dalmazia e la signora Giovanna Menegazzi, che provvederà al restauro dell'opera.

"Nell'ambito delle iniziative per il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta in Istria e Dalmazia (legge regionale n. 15 del 1994) - ha spiegato Isi Coppola - la Regione del Veneto ha deciso di non distribuire più finanziamenti "a pioggia" ma di "adottare" ogni anno un'opera da restaurare completamente. La prima opera adottata è una scultura lignea di Paolo Campsa, un trittico, della Chiesa della Madonna delle Porte di Montona, nell'Istria croata, che nel corso del tempo era stato rimaneggiato e snaturato: è stata trasportata a Venezia per essere restaurata e poi riportata a Montona.

L'iniziativa sarà realizzata grazie al sostegno della Soprintendenza al patrimonio artistico e culturale della Regione Istriana e dell’Università Internazionale dell’Arte di Venezia, oltre a quello importantissimo della Soprintendenza per il polo museale di Venezia che ha messo a disposizione i propri laboratori per effettuare parte del restauro". Il costo dell'operazione, per la Regione, sarà complessivamente di 50.000 euro: 40.000 euro per il restauro vero e proprio, 10.000 euro come contributo alle spese di soggiorno per due giovani allievi o neodiplomati presso Istituti d’Arte istriani, i quali realizzeranno uno stage di perfezionamento a Venezia, seguendo i lavori del restauro, nella prospettiva di trasferire la preziosa esperienza acquisita nella loro futura attività lavorativa.

L'assessore della Regione Istriana Mladen Dusman, dopo aver ringraziato il Veneto a nome della Giunta e dell'Assemblea Regionale Istriana, ha sottolineato l'importanza della collaborazione culturale per rafforzare gli storici legami tra le due regioni. (Inform)


Vai a: