* INFORM *

INFORM - N. 235 - 11 dicembre 2003

Campani all'estero: pronte le linee guida per gli interventi dell'Assessorato alle politiche del lavoro e all'emigrazione della Regione Campania

NAPOLI - martedì 16 dicembre, presso l'Assessorato alle Politiche del Lavoro e all'Emigrazione della Regione Campania, ha luogo un seminario in cui verranno presentate e discusse le linee guida per gli interventi a favore dei campani residenti all'estero emerse dalla riunione del Direttivo e della Consulta dell'emigrazione, presieduta dall'Assessora Adriana Buffardi, svoltasi nella sede dell'Assessorato il 3 e il 4 dicembre. Nella due giorni di assise sono state discusse e approfondite, oltre alle Linee - guida per i campani nel mondo - interventi che l'assessorato ha intenzione di realizzare nel corso del 2004 - anche le proposte di modifica alla legge regionale 2/96.

Tali proposte sono state elaborate a seguito di incontri con le associazioni dei campani - operanti sia all'estero sia sul territorio regionale - e con i consultori che svolgono la loro attività in diversi paesi in cui la presenza di emigrati campani è ancora significativa. Inoltre, la discussione ha trattato anche le attività svolte dalle associazioni nei luoghi di insediamento. Tra i partecipanti all'assise, consultori provenienti da Lussemburgo, Australia, Sud Africa, Germania, Svezia, Cile, Canada, Stati Uniti d'America, Venezuela, Brasile, Uruguay, Inghilterra.

La loro partecipazione è stata particolarmente produttiva, per le proposte volte a rendere la cultura e la storia della Campania più apprezzata e visibile, e per la ancora viva passione da loro manifestata verso la terra d'origine. Come emerge dalle Linee - guida, infatti, la figura del campano residente all'estero deve essere valorizzata sia in ambito socio-economico sia culturale, in virtù della doppia veste di protagonista dello sviluppo locale e di ambasciatore della cultura di origine.

A tal scopo è opportuno affiancare all'impostazione assistenziale degli interventi, azioni promozionali che rafforzino i processi di comunicazione, i legami transnazionali, reti socio-economiche ed azioni mirate a stimolare e aggregare la domanda di interventi.

Le Associazioni, in cui si tenterà di coinvolgere il maggior numero di giovani emigrati, diventeranno soggetti portatori di idee progettuali che il Settore Emigrazione dell'Assessorato, in questa fase sperimentale, trasformerà in progetti coinvolgendo Enti attuatori che gestiranno l'intero progetto insieme agli operatori delle associazioni assegnatarie. Inoltre, per agevolare la comunicazione tra l'Assessorato, le Associazioni e i singoli emigranti, nel sito web della Regione Campania saranno inserite pagine dedicate esclusivamente all'emigrazione, ed una casella di posta dedicata - "chat room" - luogo di incontro virtuale tra le Associazioni presenti in tutto il mondo.

Attualmente le Associazioni campane nel mondo sono circa 150, di cui 120 iscritte nel Registro regionale. Alcune associazioni, a loro volta, sono riunite in federazioni nazionali, per un totale di circa 24.000 iscritti, oltre il 5% del totale dei Campani residenti all'estero, che, da stime l'Aire (Anagrafe italiani residenti all'estero), risultano essere 400.000. La riunione del direttivo e della Consulta ha messo in evidenza l'importanza che ciascuna associazione riveste per i campani che risiedono all'estero, nelle aree più sviluppate come in quelle che sono state teatro di forti crisi economiche e sociali. (Inform)


Vai a: