* INFORM *

INFORM - N. 230 - 4 dicembre 2003

In Svizzera un Forum per i migranti anziani

BASILEA -A cominciare dagli italiani e dagli spagnoli, ma in futuro sempre più anche all’interno degli altri gruppi etnici, si nota, dati statistici alla mano, un progressivo invecchiamento della popolazione di origine straniera. La prima generazione ha raggiunto ormai l’età della pensione e una buona parte degli immigrati anziani non rientra in patria per motivi famigliari, economici, sanitari o per il comprensibile desiderio di evitare una "nuova emigrazione". Da alcuni anni diverse organizzazioni che si occupano dei problemi degli anziani e degli immigrati hanno unito i loro sforzi per conoscere la situazione di vita dei pensionati di origine straniera e per elaborare dei progetti di intervento laddove emergono difficoltà.

Nel corso di quest’anno è sorto il Forum nazionale Anzianità & Migrazione che raccoglie appunto le principali associazioni impegnate in questo ambito. Gli scopi sono molteplici: prima di tutto il Forum intende contribuire all’adeguata informazione degli anziani riguardo ai diritti, doveri, possibilità che hanno in qualità di pensionati in Svizzera e alle conseguenze di un loro eventuale rientro nel paese di origine. In secondo luogo, risulta importante sensibilizzare le istituzioni nazionali incaricate dell’assistenza agli anziani riguardo alle necessità specifiche degli immigrati: differenze linguistiche e culturali, condizioni economiche e sanitarie più precarie a causa dell’esperienza migratoria e dell’assunzione di lavori pesanti e mal pagati. Infine, il Forum intende far conoscere e apprezzare il grande patrimonio di vita degli immigrati anziani, che tanto hanno contribuito al benessere della Svizzera e che ancora possono arricchirla con la loro esperienza se questa viene opportunamente valorizzata. (Luisa Deponti-CSERPE/Inform)


Vai a: