* INFORM *

INFORM - N. 229 - 3 dicembre 2003

Trionfale Trentennale in Musica con solisti e coro per i "Trevisani nel Mondo"

TREVISO - Nell’ospitale Sala delle Assemblee dell’Istituto Cà Florens, la Trevisani nel Mondo ha presentato il suo " Concerto del Trentennale" con la maiuscola interpretazione del Coro Giandomenico Faccin di Trevignano , diretto dal maestro Lino Pizzolato, che ha eseguito brani lirici e popolari, con il qualificato supporto dei solisti Caterina Boin (soprano) e Michele Manfrè (tenore) oltre al basso Gino Cavarzan e all’altro solista Domenico Berti; in pedana anche il pianista Davide Osellame e il duo fisarmonica-flauto Antonio Rossi e Nicoletta Floriani, oltre alla impeccabile presentatrice Maria Giovanna Favero.

Si è trattato di un " Trentennale in Musica" che ha scandito tempo e spazio sulle ali di esecuzioni di grande atmosfera ed efficacia interpretativa, per un messaggio ai conterranei all’estero che è stato trasmissione di una memoria genuina e radicata, che ha fatto rivivere emozioni purissime. "Il sole va in Italia", dicono tanti da terre lontane con toccante spontaneità , per tratteggiare il tramonto.

"E noi veniamo a voi", è stata la risposta di questa manifestazione, "con un abbraccio universale, perché siamo certi che in questo splendido evento siete tutti presenti con il cuore. Così, come noi siamo a voi vicini, con il più intenso e commosso dei pensieri". Tutto, idealmente proiettato nel quadro vivo di 140 sezioni, sulle quali ruota un arcipelago umano di 20 mila iscritti e oltre 100 mila lettori del giornale dell’Associazione. Sta di fatto che, con questo evento canoro-musicale, la Trevisani nel Mondo ha inteso raggiungere tutti e legarli ad un comune sentimento di appartenenza e di identità: in ogni dove. Treviso, Il Veneto e l’Italia, la "Trevisani", ai conterranei che abitano il mondo, ha inteso raccontarli anche così.

Fuori ad un certo punto ha preso a piovere, ma all’interno scrosciavano applausi e richieste di bis di ben maggiore portata e sull’onda di un travolgente successo. In quel mare di emozioni, hanno navigato anche le parole pesate e sincere del presidente Zanini e del vicario Masini, che hanno sottolineato il senso profondo della mondialità trevisana, veneta e italiana. All’interno, e come "cuore nel cuore", anche una lotteria pro S.O.S Argentina ( per un ricavato di 1500 euro), promossa dalla sezione di Istrana presieduta da Mansueto Pozzebon. (R. M. –Inform)


Vai a: