* INFORM *

INFORM - N. 228 - 2 dicembre 2003

Il Veneto si confronta con le altre regioni europee

VENEZIA - Gli indicatori relativi al periodo 1995-2002 rilevano che per prodotto interno lordo pro capite e impiego della forza lavoro il Veneto è molto competitivo in confronto alla media italiana e alla media europea. Non altrettanto lo è sul piano dell’innovazione, anche se sono state sviluppate molte iniziative negli ultimi anni per migliorare la capacità innovativa, e sull’utilizzazione di capitale umano ad alta qualificazione. Lo evidenzia lo studio realizzato dall’IBC BAK International Benchmark Club di Basilea che ha messo a confronto le performarces del Veneto con quelle di altre regioni europee su aspetti come l'economia, l'innovazione e l'accessibilità.

I risultati sono stati presentati in un convegno a palazzo Labia a Venezia promosso dalla Regione. "Il Veneto si trova oggi di fronte alla necessità di programmare il suo futuro - ha sottolineato il presidente Galan - e per questo stiamo scrivendo il nuovo Programma Regionale di Sviluppo (PRS), a cui servono basi conoscitive solide e veritiere per decidere nel modo migliore". Galan ha fatto l’esempio della chimica a Porto Marghera: fra 5 o 10 anni quel tipo di produzione - ha detto - non ci sarà più e la cosa più intelligente è pensare a come dare una prospettiva a quest’area. Galan ha citato anche il fenomeno dell’immigrazione, mettendo in rilievo che il Veneto nel giro di pochi anni avrà 400 o 500 mila abitanti in più a cui serve dare risposte in termini di case, strade, eccetera.

L’indagine relative al Veneto ha riguardato la comparazione con Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte in Italia, Tirolo e Stiria in Austria, Alsazia, Lorena e Rhone-Alpes in Francia, Baden-Wurttemberg e Baviera in Germania, Svizzera orientale e Canton Ticino in Svizzera.

Tra i punti di debolezza, lo studio dell’IBC BAK ha messo in rilievo l’apporto ancora notevole dei settore economico cosiddetto "tradizionale" (tessile, abbigliamento, calzatura) alla formazione del PIL veneto. Lo scenario internazionale mette tutti invece di fronte a realtà emergenti nell’Europa dell’est e in Asia che possono produrre a costi di molto inferiori. L’economia del Veneto dovrà quindi basarsi di più sull’innovazione per essere competitiva. (Inform)


Vai a: