* INFORM *

INFORM - N. 227 - 1 dicembre 2003

Dieci borse di studio per l’Università di Trento a favore di emigrati di origine trentina all’estero e loro discendenti

TRENTO - Dieci borse di studio per emigrati trentini e loro discendenti, per frequentare un corso di laurea presso l’università di Trento a decorrere dall’anno accademico 2004-2005, sono state messe a bando dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore alla solidarietà internazionale e allo sport, con competenza anche sul settore emigrazione, Iva Berasi. Le borse di studio - che rientrano nel progetto "Università a colori" - possono riguardare sia i corsi di laurea triennali, di tutte le facoltà trentine, sia i corsi biennali di laurea specialistica (che si frequentano una volta terminato il triennio).

La domanda di partecipazione deve pervenire alla Provincia autonoma di Trento, Servizio emigrazione e relazioni esterne, via Romagnosi 9, 38100 Trento, entro il 30 aprile 2004, anche a mezzo raccomandata, assieme a tutti i documenti elencati nel bando. Il limite massimo di età è di 24 anni per l’iscrizione ad un corso di laurea triennale e di 27 anni per l’iscrizione ad un corso di laurea specialistica. I candidati, oltre ai titoli di studio idonei (diploma di studi secondari per l’iscrizione al corso di laurea triennale, laurea per l’iscrizione al corso biennale di laurea specialistica), devono possedere anche un’adeguata conoscenza della lingua italiana, comprovata dal superamento, con almeno 40/60, di un test a domande multiple, il cui testo verrà trasmesso agli interessati successivamente all’accettazione della domanda di partecipazione.

La borsa di studio, dell’importo di 6.500 euro, avrà validità ogni anno dal 1 ottobre al 30 settembre dell’anno successivo e verrà erogata annualmente in tre rate. La Provincia provvederà inoltre al rimborso delle spese di viaggio dal Paese di residenza al Trentino. La Provincia sosterrà infine le tasse per il diritto allo studio e le spese di alloggio in una residenza dell’Opera universitaria di Trento, e ove necessario rim-borserà le spese di iscrizione al Servizio sanitario nazionale. (m.p.-Inform)


Vai a: