* INFORM *

INFORM - N. 226 - 28 novembre 2003

Il Ministro Tremaglia incontra il Movimento Cristiano Lavoratori

ROMA - Il Ministro per gli italiani nel mondo Mirko Tremaglia ha incontrato una delegazione di rappresentanti esteri del Movimento Cristiano Lavoratori e del Patronato Sias-Mcl, presenti a Roma per la Conferenza nazionale programmatica del Movimento Dopo aver rivolto il suo caloroso saluto ai presenti, Tremaglia ha voluto sottolineare l’importante opera svolta dal Movimento Cristiano Lavoratori a favore delle nostre collettività all’estero. Ha ricordato i Convegni organizzati dal ministero per dare visibilità all’Altra Italia e si è soffermato sulla "battaglia di civiltà", ovvero il riconoscimento del diritto di voto, sia attivo che passivo, ai nostri connazionali. "Sono risultati - ha affermato Tremaglia - che devono essere considerati come un fatto di civiltà, una conquista di tutti, sganciata dalle logiche di Partito".

Era presente all’incontro il presidente di Mcl Carlo Costalli che ha affermato: "Il Movimento Cristiano Lavoratori è anch’esso pronto a fare quella che considera una battaglia di civiltà per aggregare le comunità italiane nel mondo e farle sentire parte integrante della nostra cultura e della nostra vita politica". Costalli ha sottolineato come la riforma dei Comites, che saranno rinnovati il prossimo 31 marzo, abbia segnato una vera rivoluzione: "L’introduzione del voto per corrispondenza, l’attribuzione di funzioni di rappresentanza nei confronti delle nostre rappresentanze diplomatico-consolari, sono solo alcuni dei passaggi di una legge che ha voluto dare un preciso segnale politico. Dare voce agli italiani all’estero significa infatti sottolineare che i nostri connazionali, benché lontani, sono per noi ancora una realtà importante, fanno parte della nostra comunità".

Il Presidente della Consulta Nazionale Emigrazione (CNE), Antonio Inchingoli, ha quindi sottolineato la valenza "non solo formale di questi eventi che sono stati fortemente voluti dal Ministro Tremaglia ma anche dall’intero governo". Epifanio Guarneri, presidente del Mcl Belgio, ha illustrato una serie di problematiche che riguardano gli italiani all’estero.

All’incontro erano presenti delegazioni Mcl e Sias di Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Slovenia, Croazia, Romania, Stati Uniti, Canada, Brasile, Argentina, Venezuela, Uruguay, Cile. Al Ministro è stata donata una targa in segno di apprezzamento per l’impegno e la sensibilità rivolta alle esigenze delle comunità italiane all’estero. (Inform)


Vai a: