* INFORM *

INFORM - N. 218 - 18 novembre 2003

L’Italia ha reso omaggio ai caduti di Nassiriya

ROMA - L’Italia si è fermata per l’ultimo saluto alle diciannove vittime dell’attentato di Nassiriya. Ovunque è stato osservato un minuto di raccoglimento in corrispondenza dell’inizio della cerimonia funebre. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, le alte cariche dello Stato e numerosi parlamentari di tutti i partiti hanno partecipato ai solenni funerali che sono stati celebrati nella Basilica di San Paolo fuori le Mura. La cerimonia religiosa è stata officiata dal Cardinale Camillo Ruini.

Nell’omelia il Cardinale Ruini ha detto: "Non fuggiremo davanti ai terroristi assassini, ma li fronteggeremo con tutto il coraggio, l’energia e la determinazione di cui siamo capaci. Non li odieremo e non ci stancheremo di sforzarci di far loro capire che tutto l’impegno dell’Italia, compreso il suo coinvolgimento militare, è orientato a salvaguardare e promuovere una convivenza umana in cui ci sia spazio e dignità per ogni popolo, cultura e religione".

Il lutto nazionale, dichiarato dal Consiglio dei Ministri, è stato osservato con l’esposizione a mezz’asta delle bandiere sugli edifici pubblici di tutto il Paese. Presso le Ambasciate e le Prefetture è stato aperto un libro di condoglianze. Si calcola che cinquecentomila persone abbiano reso omaggio ai caduti nella camera ardente al Vittoriano e che cinquantamila siano coloro che hanno partecipato ai funerali all’esterno della Basilica seguendo la messa su maxischermi. Grande partecipazione popolare anche al corteo che si è snodato dal Vittoriano alla Basilica di San Paolo tra due fitte ali di folla. (Inform)

Onoranze ai caduti di Nasssirya: la partecipazione del CGIE

ROMA - Il Segretario generale del CGIE, i Vice Segretari generali e numerosi Consiglieri, convenuti a Roma per l'Assemblea plenaria straordinaria del 19-20 novembre, hanno sfilato davanti al Vittoriano per un estremo saluto ai caduti italiani in Iraq. Il Segretario generale Franco Narducci ha deposto a nome del Consiglio Generale degli Italiani all'estero una corona di fiori.

Sia durante le riunioni delle Commissioni tematiche sia in occasione dell'Assemblea plenaria il CGIE osserva un minuto di raccoglimento in memoria dei nostri connazionali. (Inform)

Iniziative della Regione Veneto per ricordare i caduti di Nasssiriya

VENEZIA - La Regione Veneto ricorderà le eroiche vittime militari e civili italiane caduti nell’imboscata terroristica di Nassirya assegnando alla loro memoria il "Premio Veneto Sicurezza" istituito l’anno scorso e farà dedicare a loro ricordo spazi pubblici, come vie e piazze, nelle città venete. Lo ha annunciato l’Assessore regionale alla sicurezza e ai flussi migratori Raffaele Zanon al termine dei solenni funerali di Stato tenuti a Roma.

"Nel giorno in cui l’Italia si stringe attorno ai carabinieri, all’esercito, ai civili e alle famiglie dei caduti nella strage di Nassiriya, anche il Veneto intende onorarne la memoria e l’operato perché essi hanno concorso, operando nell’ambito internazionale in un modo di cui siamo fieri, alla sicurezza dell’Italia. Ai militari italiani, in particolare ai carabinieri - ha detto Zanon - va il mio ringraziamento per il lavoro che hanno svolto fino ad oggi, non soltanto nella lotta al terrorismo internazionale e nella missione per ripristinare la pace e la sicurezza in Iraq, ma anche per l’attività quotidiana, spesso oscura, che essi compiono in Italia per combattere il terrorismo interno e per essere sempre così vicini ai cittadini. Siamo orgogliosi dei nostri giovani in divisa che in Iraq sono stati i messaggeri dell’umanità italiana e della volontà del nostro Paese di salvaguardare la pace e la sicurezza ma senza farsi piegare dalla violenza e dal terrorismo" (Inform)

Minuto di silenzio in Palazzo Firenze: la Dante Alighieri onora i caduti

ROMA - In concomitanza con le esequie dei nostri militari caduti in Iraq, avvenute presso la Basilica di San Paolo a Roma, la Sede Centrale della Società Dante Alighieri si è unita in un abbraccio ideale a tutti i Comitati in Italia e nel mondo, esprimendo così la propria partecipazione al lutto dei familiari ed osservando in Palazzo Firenze un minuto di silenzio. (Inform)


Vai a: