* INFORM *

INFORM - N. 215 - 13 novembre 2003

Ciampi: "Non daremo tregua ai responsabili di questo orrendo attentato. La lotta al terrorismo è una priorità per tutti i popoli"

WASHINGTON - Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, appena giunto a Washington per una visita ufficiale negli Stati Uniti d'America, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"Oggi per l'Italia è un giorno di lutto. Gli italiani sono stretti attorno alle loro forze armate, alle famiglie dei caduti, soldati, carabinieri, civili, ai feriti. Da decenni l'Italia è impegnata in missioni di pace nelle più varie parti del mondo. Missioni segnate, purtroppo, da stragi, da questo orrendo attentato. Non daremo tregua ai responsabili di questo orrendo attentato. La lotta al terrorismo è una priorità per tutti i popoli. L'Italia ha saputo e sa contrastare con efficacia il terrorismo interno. I popoli liberi devono essere sempre più uniti e determinati per debellare il terrorismo internazionale. E' chiaro che questo mio viaggio di lavoro negli Stati Uniti assume, alla luce della strage di oggi, una particolare urgenza e importanza di contenuti. Di fronte all'aggravarsi della situazione, dobbiamo proporci di divenire più efficaci nell'ambito dei nostri legami europei, atlantici, nelle Nazioni unite. Sarà tanto più facile portare avanti l'opera di ricostruzione morale e materiale dell'Iraq quanto più largo sarà l'ambito delle responsabilità della società internazionale, a cominciare dalle Nazioni Unite". (Inform)

Ciampi incontra Cheney e Powell: "Solo insieme possiamo vincere le sfide del XXI secolo, in primo luogo il terrorismo"

WASHINGTON - "Europei ed americani sono due grandi culture unite in una civiltà: libera, prospera, dinamica, interdipendente. Solo insieme possiamo vincere le sfide del XXI secolo: in primo luogo il terrorismo, terribile minaccia che incombe sul nostro futuro di Paesi liberi".

Lo ha detto il Presidente Ciampi partecipando, come ospite d'onore, all'incontro con la Fondazione Marshall, presente il Vice Presidente degli Stati Uniti, Dick Cheney. in occasione della consegna al Segretario di Stato, Colin Powell, del premio "Marshall Award".

"In questi cinquant'anni - ha aggiunto il Presidente della Repubblica italiana - l'Europa ha cambiato volto. Questo è successo grazie sia alla lungimiranza, alla saggezza politica degli Stati Uniti d'America, sia alla capacità degli europei di trasformare un sogno in un compiuto progetto politico".

"Gli Stati Uniti - ha concluso Ciampi - possono avere piena fiducia nell'integrazione europea. L'Europa unita non si propone, né mai potrà proporsi, di allentare il legame transatlantico. In un'Europa unita, voci diverse troveranno una sintesi equilibrata. A questo noi siamo impegnati. Europei e Americani, siamo e resteremo amici, alleati, nel rispetto reciproco, nel dialogo, nell'ascolto". (Inform)


Vai a: