* INFORM *

INFORM - N. 214 - 12 novembre 2003

La cultura italiana vista dalla "Dante" di Bogotà

BOGOTA’ - L’attività del Comitato della "Dante Alighieri" attivo a Bogotà non fa altro che testimoniare come la Società che da oltre 100 anni diffonde ovunque la lingua e la cultura italiane sia divenuta ora più che mai l’ambasciatrice indiscussa nel mondo di un’idea "ampia" di italianità, che racchiude non solo la lingua e la grammatica, componenti comunque fondamentali per approfondire la conoscenza del Bel Paese, ma anche tutti gli altri aspetti che rendono il patrimonio nostrano unico ed inimitabile. Il cinema, la moda, l’arte, lo sport, il design, fanno oggi parte a tutti gli effetti della cultura italiana.

Nascono da questi presupposti i corsi annuali promossi dalla "Dante" colombiana e dedicati, dunque, ad argomenti che non si limitano all’insegnamento esclusivo dell’idioma: "Sei modi di vivere l’arte", "Il Barocco e il Caravaggio", "Dentro i colori dell’Impressionismo", del prof. Giovanni Marini; "Cucina regionale italiana" e "Letteratura italiana", della prof.ssa Mariella Di Salvo; "Uno sguardo al cinema italiano", del prof. Diego Martinez; "Conversazione ‘Un caffè in edicola’", delle prof.sse Daniela Violi e Daniela Drago.

Il Comitato ha poi svolto un ciclo di proiezioni di film italiani d’epoca, presentato il libro "Cluster Bomb" del prof. Andrea Appetito ed eseguito l’opera di Pirandello "L’uomo dal fiore in bocca". Il tutto arricchito dalle esibizioni del Coro degli alunni della "Dante Alighieri" diretto dalla studentessa Maria Fernanda Romero.

Tra conferenze e concerti, infine, la sede colombiana ha anche preso parte al mese della cultura italiana con diverse iniziative: un concerto sul "Repertorio Lirico Italiano", una conferenza sulla "Cucina italiana nel Rinascimento" e su "Dante Alighieri e La Divina Commedia".

Non solo grammatica, quindi, al Comitato di Bogotà che, insieme agli oltre 500 operanti nei cinque continenti, promuove un ideale di italianità che, come un mosaico, è composto da tanti piccoli tasselli indispensabili per comprendere a fondo l’inestimabile ricchezza creativa e culturale del nostro Paese. (Inform)


Vai a: