* INFORM *

INFORM - N. 214 - 12 novembre 2003

ACLI: "cordoglio e solidarietà ai nostri militari"

ROMA - "Non possiamo che essere vicini alle famiglie dei carabinieri e dei militari uccisi in questo ignobile attentato. Il loro dolore è anche il nostro - ha dichiarato il Presidente delle ACLI Luigi Bobba -. Non è certo il momento di usare strumentalmente queste giovani vittime, ma il Paese tutto deve stringersi attorno ai suoi militari e fare tutto quanto è possibile per respingere la minaccia terroristica sia in Italia che a livello internazionale".

"In Iraq, purtroppo, la guerra continua. Strisciante e più pericolosa di prima: la comunità internazionale, e l’ONU in primis - ha concluso Bobba -, è chiamata a prendere decisioni efficaci per pacificare l’Iraq e tutta l’area mediorientale". (Inform)


Vai a: