* INFORM *

INFORM - N. 212 - 10 novembre 2003

Celebrata al Quirinale la Giornata nazionale per la ricerca sul cancro

Ciampi: risolvere il problema dei ricercatori vincitori di concorso e non ancora assunti

ROMA - Si è svolta domenica 9 novembre al Palazzo del Quirinale, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la cerimonia di celebrazione della Giornata Nazionale per la Ricerca sul Cancro. Erano presenti il Presidente della Camera dei Deputati Pier Ferdinando Casini, il Vice Presidente del Senato Cesare Salvi, il giudice costituzionale Alberto Capotosti, il Ministro della Salute Girolamo Sirchia, il Presidente dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro Alfio Noto, il Presidente dell'Istituto di Oncologia Europeo Umberto Veronesi il Prof. Umberto Galimberti, nonché autorità civili, militari e del mondo scientifico.

Dopo gli interventi del Dott. Noto, del Prof. Veronesi, del Prof. Galimberti e del Ministro Sirchia, il Presidente Ciampi ha proceduto alla consegna del premio "Medaglia al Merito della Ricerca" attribuito alla memoria di Giovanni Maria Pace, del Premio "Credere nella Ricerca" attribuito per il 2003 dall'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro a Sandra Mondaini e a Raimondo Vianello, e dei premi "A.I.R.C. Aziende Attive", assegnati dalla Federazione Italiana Ricerca sul Cancro alla Caterpillar Mec-Track srl di Bazzano, alla Cesi SpA di Milano e alla Ge Specialties srl di Termoli.

Nel suo discorso il Presidente Ciampi ha fatto riferimento al caso eclatante dei circa 1.700 ricercatori che, pur vincitori di un concorso statale, minacciano di andare a lavorare all’estero poiché non sono stati ancora assunti. "Pur con l’obbligo di rispettare i limiti di bilancio - ha detto Ciampi - si deve trovare il modo di risolvere il problema di chi ha superato concorsi e ancora attende di cominciare un lavoro". Anche il Ministro Sirchia, nel suo intervento, si era soffermato sul rischio di "fuga" dei giovani ricercatori. (Inform)


Vai a: