* INFORM *

INFORM - N. 208 - 4 novembre 2003

Gianni Pittella (Ds): Il Governo italiano metta in atto quanto previsto dalla Dichiarazione di Marsiglia

ROMA - Trovo che sia pienamente legittima e giusta la richiesta formulata da Fiorenza Colonnella al Ministro dell’Interno italiano, di adoperarsi affinché anche il nostro Governo - come già fatto da quello spagnolo e come sta facendo quello tedesco - metta in atto quanto previsto dalla dichiarazione di Marsiglia del 28 luglio 2000 e, cioè, la rinuncia al permesso di soggiorno obbligatorio per i cittadini di Spagna, Francia, Germania e Italia, al fine di agevolare la circolazione e la residenza dei cittadini dei suddetti paesi all’interno dei quattro stati dell’Unione.

Oggi che l’Italia si trova alla guida del semestre di presidenza dell’UE e, dopo il non facile insediamento che ha avuto ripercussioni negative nei rapporti tra Italia e Germania e tra Governo italiano e opinione pubblica europea, la dichiarazione di Marsiglia potrebbe rappresentare una risorsa sia per concretizzare – in un contesto di continuità della politica estera – quanto stabilito nel 2000 dagli allora governi in carica, sia per contribuire a migliorare i rapporti di amicizia tra gli stati firmatari, oltre che, naturalmente, agevolare la libera circolazione sia dei cittadini dei quattro Paesi firmatari che di quelli del resto dell’Unione.

Proprio mentre siamo in dirittura d’arrivo per quanto riguarda l’ingresso dei nuovi Paesi membri, diventa sempre più anacronistico mantenere vincoli quali i permessi di soggiorno, soprattutto tra Paesi quali quelli in questione, da sempre legati da intensi rapporti di amicizia, di scambi culturali e commerciali e dai cordoni ombelicali dell’emigrazione.

Sarebbe inoltre saggio e coerente adoperarsi per una più facile circolazione e residenza dei concittadini dell’Unione proprio in un momento in cui il vice premier italiano lancia la giusta e condivisibile proposta di far votare gli immigrati.

Il clima politico e le condizioni storiche, dunque, sono ottimali perché il nostro Governo metta in atto quanto deciso a Marsiglia. (Gianni Pittella, responsabile nazionale Ds per gli italiani all’estero)

Inform


Vai a: