* INFORM *

INFORM - N. 207 - 3 novembre 2003

L’artigianato artistico parte integrante dell’identità toscana

FIRENZE - Da un'indagine su 3.000 famiglie, commissionata dalla Regione Toscana ad Artex, centro per l'artigianato artistico e tradizionale della Toscana, emerge il ruolo dei prodotti artistici e tradizionali della regione come valore positivo, immagine all'estero e sinonimo di qualità complessiva..  I questionari sono stati distribuiti in cinque Regioni: Campania, Lombardia, Sicilia Toscana e Veneto.

Tre gli elementi di carattere generale che emergono dalla ricerca: la grande maggioranza degli intervistati, con percentuali che variano dall’88 al 97 per cento, non solamente riconosce all’artigianato artistico un ruolo fondamentale per lo sviluppo dell’economia di un territorio, ma vede nel consumo dei suoi prodotti un elemento che può servire ad aumentare la qualità della vita. Inoltre, il 73 per cento del campione intervistato considera l’attività nel campo dell’artigianato artistico e tradizionale una professione interessante, economicamente soddisfacente, da consigliarsi quindi alle persone care. Un interesse che riscuote i maggiori consensi specialmente nelle fasce d’età dai 26 ai 45 anni. Infine, per quanto riguarda le aspettative sul prodotto, il 98 per cento dei consumatori intervistati pensa che un manufatto artigianale debba avere nell’elevata manualità la sua principale caratteristica.

"Questa ricerca - afferma l'Assessore alle attività produttive della Regione Toscana Ambrogio Brenna - affronta il tema dell'artigianato artistico e tradizionale da un punto di vista innovativo. Per la prima volta si è voluto porre l'attenzione non tanto sulle caratteristiche strutturali o congiunturali, ma sulla percezione che, di questo vitale settore dell'economia toscana hanno le persone comuni. Abbiamo così potuto mettere a fuoco quello che dell'artigianato artistico pensa la persona comune, vista in almeno ruoli distinti: quello di consumatore, di cittadino, di possibile lavoratore. Grazie a questa ricerca, abbiamo a disposizione uno strumento di conoscenza in più, che ci permetterà di integrare le politiche a sostegno del settore".

Il dato che più colpisce è che la Toscana è vista, anche da parte dei non toscani, come la regione con la più alta vocazione artigianale artistica e tradizionale, seguita dal Veneto, dalla Campania e dal Trentino. E’ la Toscana infatti la regione per la quale la maggioranza degli intervistati attribuisce un "predominio" in molti dei settori produttivi tipici dell’artigianato artistico e tradizionale. Dai tessuti alla ceramica, dalla pelle alla lavorazione dei metalli preziosi, per arrivare al settore dell’agroalimentare, la Toscana è la regione in cui gli intervistati riconoscono una maggiore presenza di produzioni artistiche e tradizionali, collocandole correttamente, in molti casi, nei rispettivi distretti di produzione. (Inform)


Vai a: