* INFORM *

INFORM - N. 205 - 30 ottobre 2003

A Lione convegno sul voto degli italiani all’estero

LIONE -. Il 25 ottobre ha avuto luogo, presso l'Espace Tête d'Or di Lione (Francia) un convegno sull'esercizio del diritto di voto degli Italiani all'estero, che ha visto riuniti un centinaio di rappresentanti dei Comites, del CGIE, di associazioni e semplici cittadini. Il convegno, organizzato dai Comites di Lione e Grenoble, in collaborazione con il Consolato generale d'Italia a Lione, è stato patrocinato dal Ministero degli Italiani nel Mondo.

Dopo il saluto del Presidente del Comites di Lione Angelo Campanella e del Console Generale Giulio Marongiu, le relazioni si sono articolate su tre linee: l'importanza del voto per gli Italiani della prima emigrazione (relatore Monica Paternò di Sessa); l'importanza del voto per le giovani generazioni (relatore Jean-Philippe Di Gennaro, Presidente del Comites di Grenoble); come è percepito in Italia il voto all'estero (relatore Nazareno Mollicone, membro del CGIE e giornalista). Un dibattito, che è andato scaldandosi con il passare delle ore, ha permesso di confrontare i diversi punti di vista.

Da questo convegno - rileva Monica Paternò di Sessa (CTIM Francia) - è comunque stato messo in evidenza come gli Italiani all'estero abbiano, nell'insieme, votato con la stessa percentuale che in Italia. Ma è anche emersa l'importanza che per essi ha l'informazione, che purtroppo è giudicata insufficiente. Un documento finale sarà pubblicato nei prossimi giorni. (Inform)


Vai a: