* INFORM *

INFORM - N. 201 - 25 ottobre 2003

Approvato dal Consiglio dei Ministri un disegno di legge "per la promozione all’estero della cultura, della lingua e della scienza italiane"

ROMA - Nella riunione del 24 ottobre il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro degli Esteri Franco Frattini, ha approvato un disegno di legge per la promozione all’estero della cultura, della lingua e della scienza italiane- Il provvedimento, è detto nel comunicato emesso al termine della riunione, "predispone gli strumenti necessari per una politica di rappresentanza dell’immagine dell’Italia adeguata al ruolo internazionale di primo piano che è chiamata a svolgere ed all’enorme patrimonio culturale di cui è depositaria e portatrice. Obiettivo del disegno di legge è consentire, accanto alla promozione dei valori umanistici della nostra cultura, il raggiungimento di mercati più lontani, la risposta alla domanda crescente di lingua e cultura italiana, l’esportazione di nuovi modelli culturali legati alla scienza, all’innovazione tecnologica, al design, alla moda ed alla gastronomia quali elementi ulteriormente caratterizzanti, accanto al patrimonio culturale universalmente noto, l’immagine del Paese".

Il Ministro Frattini e il Sottosegretario agli Esteri Mario Baccini, Presidente della Commissione nazionale per la promozione della cultura italiana all’estero, hanno espresso viva soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del provvedimento che riforma gli Istituti Italiani di Cultura, modificando la legge 22.12.1990 n. 401.

I principali punti di novità rispetto all’attuale legge riguardano l’aumento delle risorse umane e finanziarie a disposizione della politica di promozione culturale; l’incremento delle attività di cooperazione scientifica e tecnologica in quanto strumento di affermazione dei settori più avanzati della nostra ricerca; il sostegno all’attività di formazione all’estero di giovani artisti italiani attraverso l’istituzione di borse di studio; la piena utilizzazione delle nuove tecnologie multimediali e telematiche, in particolare con la creazione di un centro di documentazione e di una banca dati per la raccolta, l’elaborazione e la diffusione dei dati relativi alla vita culturale italiana nelle sue varie espressioni.

"Il disegno di legge - ha detto Frattini - innova, aggiorna e rafforza i meccanismi di promozione del Paese, e mira al potenziamento dell’efficacia e dell’efficienza dell’azione diplomatico-culturale a beneficio del "Sistema Italia". A sua volta, il Sottosegretario Baccini ha sottolineato che "il provvedimento è frutto di un lavoro lungo e coraggioso, che il Parlamento è chiamato ora a rendere funzionale in tempi brevi". (Inform)


Vai a: