* INFORM *

INFORM - N. 200 - 23 ottobre 2003

L’Italia contro la pena di morte. Frattini sollecita una posizione comune dell’Unione Europea per la presentazione di una risoluzione all’ONU

ROMA - Nel quadro dell'iniziativa italiana a favore della moratoria della pena di morte, il ministro degli affari Esteri Franco Frattini è oggi nuovamente intervenuto presso i ministri degli Esteri dell'Unione europea per sollecitare una posizione comune dell'Unione sulla presentazione, da parte dell'Ue, di una risoluzione all'Onu per la moratoria delle esecuzioni capitali nel mondo.

Frattini ha ribadito che l'Italia è molto favorevole a una iniziativa europea, come confermato anche ieri dallo stesso ministro degli Esteri dinanzi all'assemblea del Parlamento europeo a Strasburgo. Da parte italiana si confida quindi che possano essere tempestivamente superate le riserve sinora opposte da alcuni paesi membri dell'Ue.

Il titolare della Farnesina ha anche segnalato ai suoi colleghi europei che, se non si raggiungesse la necessaria intesa tra tutti i paesi dell'Ue, l'Italia - salvo esplicite riserve dei paesi membri - promuoverebbe a titolo nazionale la presentazione di un progetto di risoluzione all'Onu e una ulteriore campagna di sensibilizzazione sul tema per favorirne il successo in quella sede. (Inform)


Vai a: