* INFORM *

INFORM - N. 199 - 22 ottobre 2003

A Bruxelles Convegno organizzato dall’Associazione Mantovani nel Mondo

"L'emigrazione lombarda in Europa e nel mondo"

BRUXELLES - Nella prestigiosa cornice dell'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, si è tenuto il convegno organizzato dall'Associazione Mantovani nel Mondo sul tema: "L'emigrazione lombarda in Europa e nel mondo". All'incontro hanno preso parte, altre ai docenti Serge Vanvolsem, Sabina Gola, Luigi Rossi e Anna Maria Minutilli, studiosi dell'emigrazione, la rappresentante presso la CEE della Regione Lombardia Valeria Forlani e l'on. Gianni Pittella. Assenti per motivi istituzionali, i Consiglieri regionali lombardi Marco Tam, Antonio Viotto, Enzo Lucchini e Davide Boni, che rammaricandosi per l'assenza hanno fatto pervenire il loro sostegno e apprezzamento all'iniziativa. A fare gli onori di casa il direttore dell'Istituto Italiano di Cultura, Pialuisa Bianco con la dr.ssa Sonia Fontana. Daniele Marconcini nella duplice veste di Rappresentante del Consiglio Regionale Lombardo nella Consulta dell'Emigrazione e presidente dell'Associazione Mantovani nel Mondo onlus, organizzatore dell'evento, ha donato le opere edite dall'AM.M. in questi ultimi anni, all'Istituto, ringraziando per la squisita accoglienza.

In apertura del convegno, la presentazione del libro "Italo-argentini una diaspora" da parte dell'autrice, Anna Maria Minutilli (annam_minutilli@hotmail.com), che ha riassunto i vari temi trattati nel testo. Sul come affrontare il complesso tema dell’emigrazione di ritorno dall’Argentina in maniera multidisciplinare dal punto di vista ed economico, politico, sociologico ed istituzionale. Durante l'intervento, l'autrice ha messo in rilievo l’impossibilità dell’Italia, nonostante gli sforzi congiunti delle regioni e delle diverse forze politiche, a far fronte a situazioni di emergenza come quella degli emigrati di ritorno, ricordando che gli italoargentini si dirigono non solo in Italia, ma anche in paesi come Spagna, Germania, Costa Rica, Canada e Stati Uniti.

Gli storici Serge Vanvolsem e il prof. Rossi hanno evidenziato le profonde radici storiche dell'emigrazione italiana verso i paesi del nord Europa iniziata gia intorno al XIV secolo e di come la lingua italiana fosse usata dai banchieri olandesi e fiamminghi fino al 1700. Il prof. Rossi ha rilevato lo scarso interesse di molte istituzioni italiane per questo genere di ricerche anche su quelle legate ai fatti dell'ultima guerra mondiale. Sabina Gola, ha parlato della famiglia dei nobili Arconati Visconti, mecenati dei patrioti italiani in fuga dall'Impero Austroungarico dopo i primi moti risorgimentali; si è poi soffermata sulla figura del mantovano Giovanni Arrivabene ospite dei Visconti, rientrato a Mantova solamente nel 1866, dopo l'annessione al Regno d'Italia. Nel suo breve intervento l'on. Pittella ha rimarcato la situazione drammatica della Bolivia e dei paesi latino americani in generale.

Alla fine dell’incontro, su proposta di Luigi Rossi, è stato deciso di istituire una sezione documentale ed archivistica sull'Emigrazione lombarda da parte dell'Associazione dei Mantovani nel Mondo con l'impegno, aderendo all'invito della dr.ssa Forlani, di rinnovare l'iniziativa l'anno prossimo, presso gli Uffici della Regione Lombardia a Bruxelles. (Inform)


Vai a: