* INFORM *

INFORM - N. 196 - 17 ottobre 2003

Regolarizzazione in Portogallo solo per i brasiliani clandestini

LISBONA - In seguito ad un accordo bilaterale tra Portogallo e Brasile, circa 30'000 brasiliani clandestini hanno fatto richiesta di una regolarizzazione. Il governo portoghese aveva calcolato che non più di 15'000 persone avrebbero inoltrato la domanda per il permesso. Ma un numero quasi doppio di brasiliani si è presentato alla registrazione organizzata dalle autorità portoghesi, dai consolati brasiliani e dalle organizzazioni degli immigrati. Come condizioni per beneficare della sanatoria i migranti devono provare di essere in Portogallo da prima dellí11 luglio 2003 e di potersi mantenere con il proprio lavoro.

Se tutti i richiedenti otterranno la regolarizzazione, il numero totale dei brasiliani in Portogallo raggiungerà quota 90'000 (quattro volte il numero registrato nel 2000). Il numero totale degli stranieri arriverebbe quasi a mezzo milione (solo 210'000 nel 2000) ovvero il 5 % della popolazione totale. Finora i brasiliani erano il terzo gruppo più numeroso di migranti dopo gli ucraini e i capoverdiani. Certamente la regolarizzazione dei brasiliani ha generato negli altri gruppi di clandestini un certo risentimento per il trattamento discriminatorio e la richiesta di una sanatoria per tutti. (Luisa Deponti-CSERPE/Inform)


Vai a: