* INFORM *

INFORM - N. 191 - 10 ottobre 2003

"Giornata mondiale contro la pena di morte": risoluzione dell’Unione Europea su iniziativa italiana

ROMA - Su iniziativa italiana, l'Unione Europea ha adottato una Dichiarazione in occasione della prima "Giornata mondiale contro la pena di morte". L'Unione europea ribadisce il proprio impegno a promuovere l'abolizione della pena di morte, di diritto e di fatto, in ogni paese del mondo, sia in tempo di guerra sia in tempo di pace. L'Unione europea invita gli Stati che ancora prevedono la pena di morte nella propria legislazione ad introdurre una moratoria delle esecuzioni quale primo passo verso la sua abolizione. L'Unione europea rivolge inoltre un forte appello agli Stati che applicano la pena di morte a non eseguire sentenze capitali nei confronti di minori all'epoca della commissione dei reati. L'impegno dell'Unione europea in favore dell'abolizione universale della pena di morte è sostenuto finanziariamente dai fondi comunitari tramite la European Initiative for Democracy and Human Rights (EIDHR).

"La dichiarazione - fortemente sollecitata dall'Italia - è una espressione importante dell'Europa sul tema della pena di morte. L'Italia continuerà a contribuire in tutte le sedi al raggiungimento dell'obiettivo dell'abolizione della pena di morte e della moratoria delle esecuzioni capitali" ha commentato il ministro degli Esteri Frattini. (Inform)


Vai a: