* INFORM *

INFORM - N. 184 - 2 ottobre 2003

"Immagine Italia": il contributo del nostro Paese alla 55° Fiera Internazionale del Libro di Francoforte

ROMA - Dall'8 al 13 ottobre si terrà a Francoforte la 55° edizione della Fiera Internazionale del Libro. All'iniziativa, che avrà come ospite d’onore la Russia e che sarà caratterizzata dalla partecipazione dei nuovi Paesi aderenti all'Unione Europea, il mondo della cultura italiana sarà presente, per il terzo anno consecutivo, con l'esposizione dal titolo "Immagine Italia": 250 metri quadrati dedicati alla creatività letteraria del nostro Paese in cui verranno presentante oltre 1.500 pubblicazioni. L'esposizione italiana, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sarà inoltre arricchita dalla fattiva partecipazione di importanti Regioni come la Campania, che presenterà una selezione editoriale di 50 case editrici, e la Puglia che, in omaggio alla Russia, promuoverà una mostra dedicata a San Nicola. Prenderà inoltre parte all'iniziativa anche il Poligrafico dello Stato che, per l'occasione, presenterà dieci splendide riproduzioni di codici ed antiche carte geografiche. L'iniziativa culturale, inserita nelle manifestazioni promosse dal MAE per il semestre della Presidenza italiana dell'Unione Europea, sarà inoltre completata, grazie alla collaborazione dell'Istituto Italiano di Cultura di Francoforte, dalla programmazione di specifici incontri di approfondimento che si terranno presso il padiglione 5.1 situato a Piazza Latina.

Mercoledì 8 ottobre avrà luogo la Conferenza dell'Ambasciatore d'Italia Silvio Fagiolo, cui farà seguito, nella giornata del 9, l'incontro con il consigliere delegato per l'editoria Gualtiero Schiaffino che presenterà l'iniziativa " Genova 2004, capitale europea della cultura". Nel pomeriggio dello stesso giorno sarà invece la volta di Alain Elkann che parlerà del suo libro "Una lunga estate". Sabato 11 ottobre verrà dedicato alla Regione Campania con la presentazione dei libro di Giuseppe Ferraro "La scuola dei sentimenti, dall'alfabetizzazione delle emozioni all'educazione affettiva" e del volume di Massimo D'Antonio "Guida ai campi Flegrei".

"La nostra partecipazione alla Fiera di Francoforte - ha commentato Il Direttore generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri Francesco Aloisi de Larderel durante la conferenza stampa di presentazione che ha avuto luogo alla Farnesina - è uno di quei casi in cui l'Italia fa sistema. La collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e le Regioni - ha proseguito Aloisi dopo aver ricordato il patrocinio dato all'esposizione di Francoforte dal Ministero delle Attività Produttive - rappresenta infatti una delle linee programmatiche prioritarie della promozione della cultura italiana all'estero". Ha quindi ricordato l'incontro, svoltosi due mesi fa tra il Ministro Frattini e gli assessori delle venti Regioni Italiane e delle due Province autonome, nel corso del quale il capo della Farnesina offrì alle Regioni, al fine di promuovere nel mondo le grandi potenzialità delle autonomie locali, i servigi della rete culturale all'estero. Una capillare realtà formata da 88 Istituti di Cultura e 24 addetti scientifici. Ha infine sottolineato come la promozione culturale abbia, soprattutto in questo campo, importanti risvolti economici.

Il Segretario generale di "Immagine Italia" Giovanni Cipriani, l che ha coordinato la presenza delle Regioni a Francoforte, ha invece evidenziato come la Fiera del libro stia gradualmente lasciando sempre più spazio, ovviamente senza trascurare l'aspetto commerciale, ad eventi espositivi senza fini di lucro. Dopo aver annunciato che lo stand italiano sarà collocato in una zona di grande visibilità della Fiera ed al fianco degli ospiti d'onore russi, Cipriani ha ricordato come con questa iniziativa culturale - all'esposizione parteciperanno anche le province di Catania e Crotone e l'Accademia dei Lincei - si cercherà di portare all'estero la grande valenza e la diversità culturale delle Regioni italiane.

Una necessità, quella di promuovere nel mondo le specificità culturali del nostro Paese, che, durante la conferenza stampa, è stata ribadita anche dal Consigliere della Regione Puglia Luigi D'Ambrosio il quale, dopo aver sottolineato la proiezione verso l'estero della sua Regione, ha annunciato la presenza all'esposizione di Francoforte di 26 editori pugliesi. D'Ambrosio ha poi ricordato l mostra fotografica - 12 scatti inediti di Luca De Napoli - dedicata a San Nicola, il patrono di Bari e di Mosca: un "ambasciatore" che unisce l'Europa ai Paesi d'Oriente e che rappresenta un punto ideale di collegamento tra culture molto diverse. Dopo aver ringraziato il Ministero degli Esteri per l'opera di coordinamento culturale avviata in ambito regionale e per il dialogo promosso dal Ministro Frattini con gli Assessori, il rappresentante della Puglia ha sottolineato come queste iniziative all'estero siano fondamentali sia per affermare le specificità di ciascuna Regione nell'ottica unitaria del "Paese Italia", sia per evidenziare come la cultura e l'economia rappresentino due facce di una stessa medaglia. (Goffredo Morgia-Inform)


Vai a: