* INFORM *

INFORM - N. 183 - 1 ottobre 2003

Giornate dell’Ulivo: continuano le polemiche e gli scambi di battute

Ds Germania

STOCCARDA - Per fortuna che ci sono sempre le "Sturmtruppen" del CTIM a riportare il buonumore. Come è accaduto con il loro ultimo, improbabile "attacco" alle Giornate dell'Ulivo per gli Italiani all'estero. Seguendo le orme del loro capo Berlusconi, che nelle piazze romane riempite da sindacati ed opposizione vede solo qualche migliaio di dimostranti, i "nostri" - è detto in una nota dei Ds Germania - si sono lanciati in un divertente elenco di presenze alle varie iniziative dell'Ulivo, riuscendo in realtà a dimostrare solamente di non avere neppure 57 persone a disposizione (solo 19 sono infatti gli incontri "monitorati").

Continuando nella performance, si lamentano della assenza di Francesco Rutelli da Stoccarda, fermato dal blackout che ha cancellato molti voli. Dimenticano i "nostri" che l'anno scorso il Ministro Tremaglia annullo' all'ultimo momento la sua visita nella stessa città, mandando all'aria incontri ufficiali già organizzati con la comunità italiana e le autorità tedesche del Baden-Wuerttemberg. E questo solo per una sua stizzita reazione ad inadempienze del Governo di cui egli stesso e' Ministro.

Ma l'apoteosi arriva al termine del loro comunicato, quando questi eccezionali comici - che fanno parte di un partito ben addentro le stanze del potere - si scagliano contro ... la partitocrazia!!! Gli italiani all'estero intanto ringraziano, con le lacrime agli occhi: finalmente da questo Governo arriva un qualche motivo per sorridere, anzi per sghignazzare, invece che le solite preoccupazioni e gaffe, concludono i Ds Germania.

Gian Luigi Ferretti (CGIE/AN)

ROMA - Durante le "Giornate dell'Ulivo per gli Italiani nel Mondo", tenutesi in cabine telefoniche di molti Paesi, i rappresentanti dei partiti di centro-sinistra hanno espresso la loro preoccupazione che le radiose realizzazioni dei loro Governi durante 55 anni possano ora essere messe a rischio da tale Mirko Tremaglia, che non si sa a quale titolo, ma senz'altro con grande incompetenza ed indifferenza, finge di occuparsi degli Italiani all'estero. I partecipanti di tutto il mondo si sono trovati tutti entusiasticamente d'accordo. Tutti e 29. (Gian Luigi Ferretti)

P.S. - Mi viene fatto giustamente notare che ho esagerato affermando che i partecipanti alle Giornate dell'Ulivo in tutto il mondo sono stati 29. Faccio ammenda e rettifico. Il fatto e' che avevo erroneamente compreso anche i curiosi e gli addetti alle pulizie. (glf)

Luigi Ripandelli (Margherita Toronto)

TORONTO - Per dovere di cronaca bisogna correggere il numero dei partecipanti, indicato dal CTIM, relativamente alla manifestazione del'Ulivo. Ad ogni città bisogna aggiungere una colonna così concepita: meno 1 persona circa (corrispondente del CTIM che ha fatto la rilevazione delle presenze)

Domenico Delli Carpini (CGIE USA)

NEW YORK -L'ha perfezionata il Principe de' Curtis, al secolo Totò, che per renderla più efficace e rumorosa portava la mano destra verso la bocca formando una specie di tromba oblunga in modo da poterla riprodurre con la massima fedeltà e il maggior fragore acustico... A New York si chiama "Bronx cheer"; nel mondo è conosciuta come la... Ecco, proprio come quella che l'Ulivo ha sentito sabato scorso a New York (e per quello speciale effetto acustico in tutto il mondo) allorché all'appello degli organizzatori all'adunata mondiale hanno risposto pochi intimi, circa 32 persone, inclusi gli ospiti dall'Italia, qualche curioso (tra cui gli uscieri dell'hotel dove è stata organizzata la riunione), un consulente internazionale di fine dialettica e dubbia fama, un esperto di titoli guida nel mercato azionario di ottimo "pedigree" floreale e un pugno di occasionali avventori. Un fiasco. Anzi una mazzata sulle orecchie che l'Ulivo non dimenticherà presto. (Domenico Delli Carpini)

Inform


Vai a: