* INFORM *

INFORM - N. 182 - 30 settembre 2003

Zuccarello (CGIE): "la sinistra sguinzaglia i suoi uomini"

LOS ANGELES - La sinistra, dopo 40 anni di assenza e di boicottaggio, ora di fronte all'ineluttabile del voto politico, scopre che esistono gli italiani all'estero e sguinzaglia I suoi uomini sullo scacchiere mondiale, nel goffo tentativo di rifarsi una verginità.

Utilizzando gli organi di informazione per gli italiani all'estero come cassa di risonanza, hanno dato fiato ai loro ottoni nell'annunciare l'arrivo delle pattuglie rosse in tutti gli angoli del mondo. Pittella, dopo avere scoperto e capito gli Usa in tre giorni girando tre strade di Manhattan ora va in Sud America che capirà in tre giorni cosi sarà definitivamente padrone e conoscitore di tutto il continente americano. Lombardi sembra che vada altrove: forse in Patagonia. E vi rimanga. Danieli, reduce dalla valanga di fischi che si è abbattuta su di lui all'ultimo consiglio CGIE a Roma, pare che sia destinato all'Europa. Qui in USA sembra che New York, Boston, e Filadelfia, siano meta di uno sconosciuto del movimento di Di Pietro. Nessuno viene a Los Angeles e San Francisco : scelta saggia. Non garantirei l'accoglienza.

Ecco l'inganno: cito solo alcune cifre ufficiali, non discutibili del voto al Senato sul disegno di legge 863 che sancisce il diritto di voto agli italiani all'estero. Dei vari partiti della sinistra hanno votato a favore il 38 % dei Democratici di sinistra ( ex comunisti ) Ulivo. Il 41% della Margherita. Del Centro Destra ; l'87 % di Alleanza Nazionale ( AN ) il 79% di Forza Italia ( FI). Il 72% di CCU-CDU.

Ora la sinistra tenta in "zona Cesarini " di recuperare, falsificando i risultati nel tentativo di rapinare il raccolto seminato dalla destra. La sinistra continua a ritenere gli italiani all'estero dei cerebrolesi disposti a essere ingannati da Pittella, Danieli, Lombardi e compagni di spedizione- (Giovanni Zuccarello, Consigliere CGIE, Presidente Comites Los Angeles)

Inform


Vai a: