* INFORM *

INFORM - N. 178 - 24 settembre 2003

A Pavullo il 25-26 settembre la riunione della Consulta Emigrazione dell’Emilia-Romagna

BOLOGNA - Si svolgerà il 25 e 26 settembre 2003 presso il centro turistico-culturale "Tabor" di Pavullo nel Frignano, nell’Apennino modenese, la riunione della Consulta regionale dell’emigrazione, dedicata, in particolare, all’illustrazione e alla discussione della bozza della nuova legge regionale sull’emigrazione, a una discussione sulle politiche regionali in materia di scuola e formazione professionale, al programma di iniziative per il 2004 e alla presentazione del nuovo "look" di ReportER, il sito dei giovani emiliano-romagnoli nel mondo all’interno del portale della Consulta e delle associazioni all’estero (www.emilianoromagnolinelmondo.it).

Molte e importanti le novità in materia di emigrazione previste dalla bozza di legge, sia sul piano prettamente normativo (sostegno all’associazionismo, definizione del ruolo del "consultore", interventi a sostegno della diffusione della lingua e cultura italiane all’estero e programmazione triennale degli stessi) sia per quanto riguarda la composizione e il funzionamento della Consulta, che nel disegno di legge viene chiamata "Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo", a significare l’attenzione verso le nuove generazioni e verso le nuove forme di emigrazione legate alle professioni.

La riunione della Consulta a Pavullo sarà introdotta dal presidente Ivo Cremonini e vedrà, venerdì 26, la partecipazione dell’assessore regionale alla scuola, formazione professionale, università e lavoro Mariangela Bastico, nonché di amministratori locali, espressione di una terra - quella della montagna modenese - che ha dato un forte contributo alla diaspora degli emiliano-romagnoli nel mondo. Due in particolare le direttrici dalla provincia di Modena: verso il sud del Cile, dove nella località di Capitan Pastene si è insediata a partire dal 1904 una comunità di emigranti provenienti dai borghi appenninici di Zocca, Pavullo, Guiglia e Montese; e verso il Brasile, dove 50 famiglie della Bassa modenese hanno dato vita nel 1874 alla colonia di Porto Real.

La Consulta, i cui lavori inizieranno alle ore 15.30 di giovedì 25 e termineranno il 26 alle 18.30, avrà una "coda" sabato 27 a Fanano, dove all’interno del convegno di studi "Fanano e gli Emigranti" si parlerà dell’emigrazione modenese con il contributo, tra gli altri, del Comitato organizzatore delle celebrazioni a ricordo dell’emigrante fananese Felix Pedro (alias Felice Pedroni) che nel 1904, ai tempi della "corsa all’oro", scoprì un giacimento in Alaska, dove fondò la città di Fairbanks, oggi gemellata con il comune di Fanano.

Nel corso della Consulta sarà presentato, venerdì 26, a Riolunato il Parco dedicato all´Emigrante dell’Appennino modenese. Il giorno prima, 25 settembre, a Pavullo uno spettacolo musicale con canti folcloristici dell’Appennino allieterà i lavori dell’assemblea, alla quale parteciperanno oltre 80 persone in rappresentanza delle 114 associazioni di emiliano-romagnoli nel mondo presenti in 23 Paesi. La Consulta vedrà anche la partecipazione degli esponenti dell’associazionismo regionale impegnato nell’emigrazione, del Consiglio regionale, delle Province, dei sindacati, dei patronati assistenziali, delle Camere di commercio, degli Uffici del lavoro e dei Provveditorati agli studi: in breve, di tutte le realtà regionali che intrattengono rapporti con le nostre comunità all’estero. (Inform)


Vai a: