* INFORM *

INFORM - N. 178 - 24 settembre 2003

E' ripreso alla Commissione Affari Costituzionali della Camera l'esame dei ddl sul diritto di voto dei cittadini residenti temporaneamente all'estero

Chiesta al Governo una specifica relazione tecnico-normativa e di fattibilità amministrativa dei provvedimenti

ROMA - E' ripreso ed è stato subito rinviato il dibattito alla Commissione Affari Costituzionali sui disegni di legge relativi al diritto di voto dei cittadini residenti temporaneamente all'estero. La seduta (la precedente discussione sul provvedimento da parte della Commissione risaliva al 16 ottobre del 2002) si è infatti aperta con l'intervento del Presidente Donato Bruno che ha comunicato ai deputati come dall'ultima riunione del Comitato ristretto, costituito per l'esame delle proposte di legge Ramponi e Spini sul voto dei nostri connazionali temporaneamente all'estero, sia emersa l'esigenza di un approfondimento tecnico delle disposizioni.

Dal Comitato è stato pertanto convenuto di proporre alla Commissione di richiedere al Governo una specifica relazione tecnico-normativa e di fattibilità amministrativa, da consegnarsi entro il 24 ottobre 2003, sulle proposte in esame e, altresì, di valutare eventuali ipotesi legislative alternative tecnicamente più opportune. Preso atto dell'intervento del Presidente la Commissione ha accettato la proposta del Comitato deliberando in tal senso. (L.Z.-Inform)


Vai a: