* INFORM *

INFORM - N. 178 - 24 settembre 2003

All’approvazione della Conferenza Stato-Regioni le linee guida della collaborazione con il Mae per la promozione della cultura italiana all’estero

ROMA - A seguito del successo riscosso dalla riunione degli Assessori alla Cultura delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano - tenutasi alla Farnesina il 23 giugno scorso sotto la presidenza dei Ministri degli Esteri Franco Frattini e per gli Affari Regionali Enrico La Loggia - si è convenuto di portare all’approvazione della Conferenza Stato-Regioni un documento contenente le linee guida per un’ampia e articolata collaborazione in tali settori. Questo nella prospettiva della conclusione a breve termine di accordi tra le Regioni ed il MAE per promuovere all’estero le loro iniziative artistico-culturali,

A tal fine è stato predisposto un testo, dal titolo "Linee guida della collaborazione tra il MAE e le Regioni e la Province Autonome di Trento e Bolzano per la promozione all’estero dell’immagine culturale dell’Italia", che verrà illustrato dal Direttore Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale Ambasciatore Aloisi de Larderel al Tavolo tecnico della Conferenza Stato-Regioni e che dovrà poi essere approvato dalla Conferenza allargata ai rappresentanti di Province e Comuni.

Si tratta di un testo di ampio respiro che contiene in sintesi le direttrici lungo le quali potrà svilupparsi in futuro la collaborazione già avviata con alcune Regioni e istituzioni locali per la promozione all’estero dell’immagine culturale dell’Italia. Il documento è stato sottoposto all’esame della Commissione Nazionale per la Cultura presieduta dal Sottosegretario Mario Baccini nella riunione del 24 luglio scorso che lo ha approvato all’unanimità con alcune integrazioni. Esse concernono il coinvolgimento anche degli organi di stampa locali e delle comunità italiane all’estero e le iniziative nel campo della scuola e della formazione, anche attraverso programmi di borse di studio e di rapporti tra scuole italiane, scuole italiane all’estero e scuole di altri Paesi.

Il documento prevede l’intensificazione dei rapporti di cooperazione tra il MAE e la Regioni e le Province Autonome con lo sviluppo di una collaborazione di carattere sistematico nella promozione all’estero di alcune culture regionali, attraverso la definizione e l’esecuzione di programmi da realizzarsi da parte degli Enti territoriali sia con il MAE e sia, direttamente, con la rete di Istituti Italiani di Cultura e di Addetti scientifici all’estero nell’ambito della programmazione decentrata delle loro attività. E’ previsto, tra l’altro, che gli Enti medesimi possano avvalersi delle iniziative di promozione culturale che il Ministero degli Esteri sta sviluppando via televisione e Internet per la promozione delle culture e delle risorse culturali dei rispettivi territori, come pure il coinvolgimento di Istituzioni culturali ed economiche sia pubbliche che private, operanti nei singoli territori (Associazioni senza scopo di lucro, fondazioni, banche, imprese) e sia di prestigiose istituzioni con sede nel territorio regionale (Associazioni, musei, teatri, Accademie).

Il Ministero degli Esteri si è impegnato ad informare preventivamente le Regioni delle proprie iniziative di promozione culturale di maggior respiro. Lo stesso faranno le Regioni per assicurare la coerenza dei rispettivi programmi di promozione culturale. (Inform)


Vai a: