* INFORM *

INFORM - N. 174 - 18 settembre 2003

Rientro dei profughi serbi in Kosovo: Frattini incontra alla Farnesina il rappresentante dell’Onu

ROMA - Il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini ha avuto il 18 settembre alla Farnesina un colloquio con il rappresentante speciale del Segretario generale dell'Onu in Kossovo, Harri Holkeri. Frattini e Holkeri hanno firmato un memorandum d'intesa relativo al progetto della Missione internazionale delle Nazioni unite in Kossovo (UNMIK) sul rientro dei profughi serbi, al quale l'Italia contribuisce con 3,5 milioni di euro.

Il Ministro Frattini ha sottolineato lo sforzo dell'Italia in Kossovo sul piano politico, militare e della cooperazione e l'impegno a mantenere viva l'attenzione sul Kossovo in seno all'Unione europea e nelle sedi multilaterali. Ha in particolare ricordato l'intenzione della presidenza italiana dell'UE di sostenere la strategia di "dialogo sulle questioni pratiche" tra le parti in Kossovo.

Frattini ha inoltre confermato l'esigenza di rilanciare l'obiettivo del raggiungimento di standard adeguati in termini politici, economici e di convivenza multietnica prima di affrontare la questione dello status finale della regione.

Holkeri, che ha assunto l’incarico in Kossovo alla fine di luglio, ha illustrato le sue valutazioni dopo le prime settimane di lavoro sul campo e le prospettive del dialogo tra Belgrado e Pristina, per il quale sono necessari impulsi e collaborazione da parte di tutti gli attori interessati alla regione. (Inform)


Vai a: