* INFORM *

INFORM - N. 174 - 18 settembre 2003

Il Sindacato dei diplomatici chiede a Tremonti più risorse per la Farnesina

ROMA - Ancora fichi secchi, come davanti alla Farnesina, ma enormi e di cartapesta e carrozzelle d’epoca nella nuova dimostrazione che il Sndmae ha promosso, questa volta, davanti alla sede del Ministero dell’Economia per chiedere a Tremonti maggiori risorse per la politica estera dell’Italia.

Nella lettera di protesta, scritta a mano con mezzi d’altri tempi, come ha precisato il presidente del Sndmae Enrico de Agostini, si ricorda che a causa dell’esiguità delle risorse la rete diplomatico-consolare italiana non è in grado di funzionare come dovrebbe, e che i servizi offerti agli italiani all’estero, alle imprese al pubblico in generale non sono all’altezza di quelli degli altri maggiori paesi europei.

Le cifre sono note da anni, ma sono sempre le stesse. Per la politica estera l’Italia stanzia lo 0,21 per cento del bilanciodello Stato, mentre la Germania è allo 0,87. In media un’ambasciata italiana ha 17 dipendenti, contro i 47 di un’ambasciata britannica e i 42 di una tedesca. "Nozze con i fichi secchi" anche per la promozione del made in Italy e della cultura italiana nel mondo. (Inform)


Vai a: