* INFORM *

INFORM - N. 166 - 8 settembre 2003

Presentato a Lipari il libro "Santamaria d’Australia" di Nino Randazzo

Un saggio biografico dedicato a Bob Santamaria, principale "pensatore politico" di stampo europeo d’Australia

LIPARI - Nel cuore della torrida estate appena conclusasi, due iniziative socio-culturali del "Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani" di Lipari hanno in particolare richiamato l’attenzione dei residenti, dei turisti e degli emigrati in visita alle loro isole native nell’arcipelago delle Eolie: la presentazione del libro di Nino Randazzo "Radici eoliane: Santamaria d’Australia" e la costituzione formale dell’Associazione Eoliani nel Mondo (AEM).

La cerimonia ufficiale del duplice evento, svoltasi nell’accogliente giardino del Centro Studi e aperta dalle note del complesso bandistico Città di Lipari, è stata presenziata, oltre che da un folto pubblico di esponenti comunitari locali ed ospiti provenienti dall’estero (principalmente da Australia, Stati Uniti, America Latina e varie parti d’Europa) da alcuni ospiti d’onore e personalità di spicco, fra cui: l’ambasciatore d’Italia in Australia, Dino Volpicelli; l’arcivescovo di Messina e delle Isole Eolie, mons. Giovanni Marra; il sindaco delle sei isole di Lipari, Vulcano, Panarea, Stromboli, Alicudi e Filicudi, Mariano Bruno; il sindaco di Leni, uno dei tre comuni dell’isola di Salina, Giuseppe Lo Po, in rappresentanza degli altri due comuni dell’isola, Malfa e Santa Marina; il direttore del quotidiano "Europa", Nino Rizzo Nervo; l’on. Alberto La Volpe. Agli intervenuti, ai quali è giunto anche un caloroso messaggio del ministro per gli Italiani nel mondo, l’on. Mirko Tremaglia, hanno fatto gli onori di casa, e presentato l’introduzione alla manifestazione, Nino Saltalamacchia e Nino Paino, rispettivamente presidente e segretario del Centro Studi.

L’ambasciatore Volpicelli, l’arcivescovo Marra, i sindaci Bruno e Lo Po, il giornalista Rizzo Nervo hanno riassunto, interpretato e commentato gli aspetti a loro avviso più significativi della personalità e dell’opera di Bob Santamaria (1915-1998), uno dei più discussi e influenti personaggi di oltre mezzo secolo di storia politica australiana, così come emerge dalla monografia "Radici eoliane: Santamaria d’Australia", edita in un elegante volume per conto del Centro Studi di Lipari dalla Aton Immagine e Comunicazione di Roma, col contributo dell’Assessorato dei Beni Culturali ed Ambientali e della Pubblica Istruzione della Regione Sicilia.

L’autore Nino Randazzo, direttore de "Il Globo" di Melbourne, ha inquadrato nelle fasi storiche in cui si è svolta l’azione di attivista politico e sindacale, giornalista, saggista socio-economico, operatore culturale e intellettuale cattolico (fra l’altro finito in contrasto con le autorità vaticane) di un dinamico personaggio d’estrazione eoliana che, indipendentemente dalle contrastanti valutazioni contemporanee e postume del suo percorso ideologico, ha profondamente inciso nella vicenda nazionale del quinto continente, con la scissione laburista a metà anni ’50 da lui determinata ha sostanzialmente mutato il corso della storia australiana, e da sostenitori e avversari ha ottenuto il riconoscimento di "principale pensatore politico" di classico stampo europeo d’Australia, al punto d’avere avuto tributati alla sua scomparsa nel ’98 i funerali di Stato dal governo federale.

L’autore ha fra l’altro tenuto a sottolineare di avere militato, ai tempi della scissione laburista, sulla sponda opposta a quella di Santamaria, ma di avere voluto illustrare con un saggio biografico un singolare e irripetibile protagonista della storia australiana finora quasi ignoto in Italia, e nella stessa isola di Salina da cui proviene la sua famiglia e dove egli trascorse un lungo periodo della sua prima adolescenza. Pertanto a Salina, il sindaco di Leni, Giuseppe Lo Po, ha voluto organizzare un’altra presentazione del libro di Randazzo ad un’affollata cerimonia presso il Centro Culturale Salina 2000 di Rinella, il borgo nativo della famiglia Santamaria. (Inform)


Vai a: