* INFORM *

INFORM - N. 164 - 4 settembre 2003

Si espande la rete degli emiliano-romagnoli nel mondo

BOLOGNA - Il Presidente della Consulta dell’emigrazione dell’Emilia-Romagna Ivo Cremonini ha partecipato in agosto alla nascita della prima associazione di emiliano-romagnoli in Paraguay. L’Associazione Emilia-Romagna di Asunción (la capitale) è il secondo sodalizio regionale nel Paese, preceduto solo da quello dei Veneti. Gli iscritti sono al momento 70, dei quali 30 hanno superato i 60 anni. Le professioni prevalenti praticate dai soci sono quelle di ingegnere, avvocato, imprenditore e insegnante, ma vi sono anche commercianti e scrittori. Si tratta dunque di un’élite che ha raggiunto il benessere economico, pur dovendo confrontarsi con i tradizionali problemi di un Paese dell’America del Sud.

Le possibilità di interscambio con la Regione Emilia-Romagna riguardano le macchine per l’industria, di cui il Paraguay ha grande necessità. I giovani dell’associazione sono interessati ad approfondire le conoscenze della cultura e dell’economia dell’Emilia-Romagna, in particolare - per quanto riguarda quest’ultima - nei settori del turismo e dell’industria conserviera. L’Associazione Emilia-Romagna ha sede ad Asunción in avenida Santa Teresa 2842 (tel. 00595-21-421839) ed è presieduta da Marta Caggiano Zanotti Cavazzoni. Vice Presidente è Lino Pederzani; del gruppo dirigente fanno parte anche Amedeo Carlos Zanotti Cavazzoni e Antonio Fossati (email: peppone@rieder.net.py). La corrispondenza va inoltrata ad Antonio Fossati – Casilla De Coreo 184 – Cod. Post. 1209 - Asunción, Paraguay. (Inform)


Vai a: