* INFORM *

INFORM - N. 163 - 3 settembre 2003

Eletti gli organi esecutivi dell’Associazione Bellunesi nel Mondo

In un ordine del giorno le richieste rivolte alla Regione Veneto e alle amministrazioni locali

BELLUNO - Nella riunione dello scorso 28 agosto il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione Bellunesi nel Mondo ha provveduto al rinnovo delle cariche direttive per il triennio 2003-2006. Gioachino Bratti è stato confermato presidente; vicepresidenti sono stati eletti Renato De Fanti e Ivano Pocchiesa. Del Comitato Esecutivo faranno parte anche Dino Bridda, Oscar De Bona, Giambattista dalla Corte, Ugo De Lorenzo Smit, Bruno Zanella.

Ricordiamo che con l’assemblea del 26 luglio il direttivo dell’Associazione è formato dai seguenti componenti: Banchieri Domenico, Bertoldin Silvano, Bianchet Silvio, Bratti Gioachino, Bridda Dino, Caneve Angelo, Cassol Domenico, Crespan, Adolfo, Cugnach Sergio, Dalla Corte Giambattista, De Bona Oscar, De Bona Pietro, De Col Sergio, De David Italo, De Fanti Renato, De Lorenzo Smit Ugo, Lodi Luciano, Marchetti Pier Celeste, Pocchiesa Cno Ivano, Riposi Ester, Savaris Irene, Savi Giacomina, Soccal Denise, Vio Aduo, Zanella Bruno.

Nella medesima riunione, la prima del nuovo Consiglio Direttivo eletto dall’assemblea dello scorso 26 luglio, è stato approvato unanimemente il seguente ordine del giorno, diretto alla Regione del Veneto, alla Provincia di Belluno e ai Comuni della Provincia:

"L’ABM, rappresentativa delle migliaia di Bellunesi all’estero, nonché di numerosi ex emigranti rientrati in patria, nel continuare il suo lavoro di assistenza e sostegno a quanti di loro le si rivolgono, chiede che questo servizio, da sempre svolto con competenza e dedizione, venga meglio riconosciuto e concretamente aiutato.

In particolare alla Regione del Veneto rinnova la richiesta di una ancora maggiore attenzione verso la nostra Associazione – come verso tutte le Associazioni che si occupano di emigrazione – con la concessione di adeguati contributi per la sua attività nonché con l’attribuzione, assieme alla Provincia, dello sportello informativo di cui alla recente legge 2/2003.

Alle Istituzioni locali – in particolare Provincia e comuni – nel ringraziare quante di loro hanno più volte concretamente dimostrato apprezzamento per il nostro lavoro, richiamiamo quanto illustrato e richiesto nell’incontro dello scorso anno in Lussemburgo e in quello successivo del 7 aprile 2003 e nei relativi documenti presentati in quelle occasioni.

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’ABM uscirà quanto prima con una serie di valutazioni, riflessioni e proposte sulle più urgenti tematiche riguardanti il mondo dell’emigrazione, nazionale e locale". (Inform)


Vai a: