* INFORM *

INFORM - N. 148 - 30 luglio 2003

Alla Festa nazionale dell’Unità di Bologna anche la nuova letteratura in italiano espressa dai migranti

BOLOGNA - In occasione della Festa Nazionale dell’Unità, "Casadeipensieri" giunge a Bologna alla sua tredicesima edizione e ospiterà uno straordinario ensemble di scrittori, letterati, saggisti, provenienti da tutti i continenti. "Così va il mondo" è il sottotitolo scelto per il 2003, a sottolineare l'internazionalità come caratteristica di questa edizione, a conferma e ampliamento della vocazione aperta al mondo della ormai tradizionale rassegna che si terrà, come di consueto, in libreria - un grande spazio con decine di migliaia di volumi - e nella grande sala dibattiti della Festa Nazionale de L’Unità.

Un intenso viaggio, che inizierà il 28 agosto con la presenza di Sandro Luporini, affiancato da Michele Serra ed Eugenio Riccomini, nel ricordo di Giorgio Gaber. Che avrà al centro, il 10 settembre, il conferimento della Targa "Ricordo di Paolo Volponi alla Casadeipensieri" a Laura Betti, durante un incontro-confronto sul futuro dell'uomo nelle differenti visioni di Pier Paolo Pasolini e Paolo Volponi. Le conclusioni saranno dedicate: il 21 settembre al centenario di Georges Simenon, con l’intervento di Andrea Camilleri, e il 22 settembre al centenario di Marguerite Yourcenar, con la presenza della poetessa Maria Luisa Spaziani.

E ancora: Gore Vidal, William Blum, Emmanuel Todd, Bakolo Ngoi, Asne Seierstad, Zygmunt Bauman, Pedro Juan Gutiérrez, Parviz R. Parvizyan, Colm Toibin, Julio Monteiro Martins, Joachim Fest che saranno i protagonisti di un grande confronto fra le letterature dei vari continenti, la cultura italiana e la nuova letteratura, in italiano, espressa dai migranti.

Fra gli scrittori e i saggisti del nostro paese saranno presenti: Edoardo Sanguineti, Dacia Maraini, Carlo Lucarelli, Margherita Hack, Barbara Alberti, Giulietto Chiesa, Fabio Fazio, Valerio Evangelisti, Pino Cacucci, Bianca Pitzorno, Erri De Luca, Lea Melandri, Alberto Bertoni, Gaia de Beaumont, Roberto Piumini, Nicoletta Vallorani, Giorgio Celli, Fausto Curi, Franco Frabboni, Renato Barilli, Luigi Ferrari, Giancarlo Sissa, Franco Rella, Francesco Guccini, Walter Veltroni, Giovanni Catti.

Questi i protagonisti di un discorso a più voci sul mondo, tra "L'impero" e le "Pubbliche opinioni", la guerra e la pace, il progresso scientifico e la tecnologia, la comunicazione, la responsabilità e la condizione degli intellettuali nell’era della globalizzazione. (Inform)


Vai a: