* INFORM *

INFORM - N. 147 - 29 luglio 2003

Ciampi incontra l'Associazione della Stampa Parlamentare per la consegna del Ventaglio

Informazione, "quando il Parlamento parla il Presidente della Repubblica tace"

ROMA - Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha incontrato al Palazzo del Quirinale Enzo Jacopino, Presidente dell'Associazione della Stampa Parlamentare, e una delegazione del sodalizio per la tradizionale consegna del ventaglio.

Dopo la cerimonia di conferimento di onorificenze della Repubblica ad esponenti del mondo dell'informazione il Presidente Ciampi, ricordando l'opera di inviate e inviati di guerra, ha detto: "Abbiamo tutti apprezzato la loro professionalità, e anche il loro coraggio. E la mente ritorna alle due giornaliste cadute negli ultimi anni proprio mentre facevano il loro lavoro in zona di guerra, Ilaria Alpi e Maria Grazia Cutuli".

Ciampi ha quindi rivolto un pensiero ai drammi e alle sofferenze dei popoli africani. "L'Unione Europea - che auspichiamo presto dotata di una sua politica estera comune - deve occuparsi di più dell'Africa. Deve attuare politiche coordinate di sostegno economico, sanitario, di assistenza alla conservazione e, possibilmente, al rafforzamento delle strutture amministrative e statuali, di 'peace keeping', come sta accadendo in Congo. Molte delle informazioni che abbiamo sulle vicende tragiche di quei popoli vengono dai nostri missionari che danno con ciò una straordinaria testimonianza di carità, ma anche di valore civile. Di loro l'Italia è orgogliosa".

"So che tutti voi seguite con particolare attenzione - ha concluso il Presidente Ciampi - i lavori in corso del Parlamento italiano sul grande tema, che vi sta, ci sta, particolarmente a cuore, della legge di sistema che regolerà il mondo dell'informazione in tutti i suoi settori. Ma c'è un principio sempre valido: quando il Parlamento parla, il Presidente della Repubblica tace. Del resto, le mie riflessioni su questa materia sono già a disposizione del Parlamento, in un atto costituzionale come il messaggio alle Camere, che vi è ben noto". (Inform)


Vai a: