* INFORM *

INFORM - N. 146 - 28 luglio 2003

Emilia-Romagna in Brasile: Errani e Borghi incontrano Lula. Al via progetti di solidarietà e cooperazione industriale

BOLOGNA - "L’Emilia-Romagna continuerà a sostenere iniziative di solidarietà e di cooperazione sociale ed economica con il Brasile. Sono convinto che ciò possa costituire un contribuito alla realizzazione delle speranze di riformismo economico e sociale del popolo brasiliano, speranze di cui Lula si è fatto interprete".

È l’impegno preso dal Presidente della Regione Vasco Errani con il presidente del Brasile Ignacio Lula da Silva, nell’incontro che hanno avuto nei giorni scorsi nella capitale del Paese sudamericano, insieme all’Assessore alle politiche sociali Gianluca Borghi, al prorettore dell’Università di Bologna Roberto Grandi e a rappresentanti del mondo del volontariato emiliano.

Lula, al quale in autunno l’ateneo bolognese consegnerà il Sigillum Magnum, è stato invitato da Errani a prevedere una tappa in Emilia-Romagna, in occasione del vertice Fao (13-16 ottobre), per un confronto con istituzioni, categorie economiche, forze sociali e Ong in vista dell’attivazione di un "tavolo paese" sul Brasile. Il "tavolo paese" dovrà mettere a sistema i progetti di collaborazione in campo economico e sociale. La Regione ha anche rinnovato la richiesta al governo brasiliano di partecipare con una propria delegazione al convegno internazionale sulla gestione delle risorse idriche "Water for Life and Peace" (dal 24 al 26 settembre tra Bologna, Reggio Emilia e Ravenna).

Tra i componenti la delegazione, c’erano anche esponenti del volontariato che l’ex operaio metalmeccanico conobbe in Italia, 15 anni fa, quando aveva appena imboccato il percorso che lo ha portato ai vertici del governo brasiliano.

"Gli abbiamo testimoniato tutti insieme il nostro sostegno alla difficile ma straordinaria stagione di riforme avviata nel Paese - ha detto l´Assessore regionale alle politiche sociali Borghi -, così come Lula ha dimostrato grande interesse per l’esperienza emiliano-romagnola con particolare attenzione allo sviluppo delle piccole e medie imprese. Il sistema regionale appoggerà anche il programma per l’approvvigionamento idrico nelle aree rurali con l’installazione di cisterne per la raccolta dell’acqua piovana". Il programma, nelle zone dove è già stato realizzato, ha consentito di abbattere la mortalità infantile dal 60 al 10 per mille. Inoltre nell’ambito del "Programma fame zero", la Regione sta valutando positivamente l’esperienza avviata con la rete Euralat - che coinvolge già Umbria, Toscana e Marche - per lo sviluppo dell’impresa sociale.

Nel corso della missione sono state definite le linee di un protocollo d’intesa con il governo locale di San Paolo - dove vive una nutrita comunità di emiliano-romagnoli - per iniziative di collaborazione economica e sociale. L’intesa consente anche l’apertura, nel capolouogo, del "Desk Emilia-Romagna", uno sportello di informazione e assistenza per agevolare l’accesso delle imprese della regione nel mercato brasiliano, favorendo opportunità di joint-venture e cooperazioni industriali. (Inform)


Vai a: