* INFORM *

INFORM - N. 146 - 28 luglio 2003

Domenico Pisano (Azzurri nel Mondo): il Fascicolo 9520

LOS ANGELES - Ho la sensazione che gli Italiani si siano stancati di avere quotidiane notizie delle iniziative più o meno estemporanee dei Procuratori del Pool di Milano, legittime o no che esse siano: personalmente penso si stia sconfinando nel ridicolo.

Ma tutto ciò è anche un po’ penoso e…dispendioso: si ha infatti la sensazione che la Procura di Milano non abbia altro da fare che dedicarsi ai processi che vedono coinvolto il Presidente Berlusconi e le Società di cui è proprietario.

Pare anche che in detta Procura si stia accumulando un arretrato che invece non ci sarebbe se le energie dei Procuratori fossero meglio distribuite, senza dedicare tanto tempo in una sola direzione, con profitto relativo, viste le assoluzioni fino ad ora collezionate da Berlusconi, trascurando invece gravi episodi di criminalità comune.

Il tutto sarebbe anche non gravissimo, se però non si sprecassero soldi dei contribuenti, se alcuni Procuratori non si ergessero a Giudici infallibili ed inattaccabili: infatti quando qualcuno, per esempio il Ministro della Giustizia, li sottopone a normali controlli, interpretano la Legge a loro uso e consumo, forti dell’appoggio continuo del Consiglio Superiore della Magistratura, la cui marcata colorazione politica dei suoi componenti suona offesa e disprezzo al comune senso di democrazia e libertà che dovrebbe sempre vedere Magistrati indipendenti e non legati a qualsiasi movimento politico.

Infine, mi sia lecita una domanda, che in realtà è quella che ha ispirato queste mie note: è veramente legittimo che dei Magistrati inquirenti, dopo tanti anni, se non erro, rifiutino ad un’ispezione ordinata dal Guardasigilli, l’esame di un fascicolo, adducendo un segreto istruttorio che, a me sembra, dopo così tanto tempo e rimanendo nell’ambito giudiziario, non avere alcun logico motivo d’essere?

A meno che tali Magistrati inquirenti temano delazioni e violazioni di tale segreto istruttorio da parte degli stessi Ispettori (altri Magistrati) o direttamente del Ministro!

A questo punto mi domando anche come mai il Presidente della Repubblica, nella sua triplice veste di Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, di Primo Cittadino e di Notaio riconosciuto dalla Costituzione non richiami formalmente la nostra Magistratura a riprendere il suo ruolo di organo indipendente giudicante, senza ingerirsi continuamente nella vita politica italiana, cercando talvolta ad essa sostituirsi, ristabilendo quindi una vera separazione ed indipendenza dei nostri organi costituzionali.

Pare a me che il Parlamento debba riassumere il suo ruolo, non permettendo né alla Magistratura, né alle piazze sapientemente manovrate da una minoranza che non riesce a rassegnarsi essere minoranza, di sostituirsi ad esso nel ruolo di legislatore, punendo altresì quei Magistrati che si permettono, oltre che criticare durante l’esercizio delle proprie funzioni, applicare distortamente le leggi che invece sono costituzionalmente tenuti ad osservare e fare osservare, senza "correggere" quelle "storture" che la loro fede politica fa apparire tali (ma, se anche esistessero, loro non sono possono modificare, vero Colombo e Bocassini?).

Tutti ormai vediamo che quasi giornalmente tali Magistrati modificano effettivamente e sostanzialmente la volontà del Parlamento, rovesciando quindi, o tentando rovesciare la volontà degli elettori che hanno espresso una maggioranza, i cui orientamenti politici sono assai difformi dai loro desideri.

In ogni caso, di chiunque siano le ragioni ed i torti, ci vogliamo o no rendere conto che questo clima continuo di lotta fra i due poteri, mina alle basi la nostra democrazia?

Vogliamo porvi rimedio? Oppure vogliamo portare il nostro Paese ad una dittatura dei Giudici e quindi alla negazione del sistema democratico? Vi ricordate un’altra dittatura, quella "del proletariato" che ha portato l’ex Unione Sovietica e gli altri Paesi dell’Est Europeo che gravitavano in quell’orbita al loro completo tracollo? (Domenico Pisano, Coordinatore Azzurri nel Mondo West USA)

Inform


Vai a: