* INFORM *

INFORM - N. 143 - 23 luglio 2003

La lingua italiana entra nelle scuole statali del Sudafrica. Le iniziative promosse dal Comitato della "Dante Alighieri"di Durban

DURBAN - i è recentemente svolta nel salone della "Westville Boys’ High School" di Durban, in Sudafrica, la cerimonia con la quale l’Ambasciatore d’Italia, dott. Valerio Astraldi, ha ufficialmente consegnato 250 libri di testo italiani alla prestigiosa scuola, la prima del Paese che ha deciso di offrire la lingua italiana come materia vera e propria durante l’orario scolastico. Alla manifestazione erano presenti il Console d’Italia di Durban, dott. Alessandro Prunas, ed il Presidente della "Dante Alighieri" locale, dott. Achille Du Plessis. Durante l’importante incontro l’Ambasciatore Astraldi ha precisato che, nonostante la forte percezione avvertita nelle scuole che il governo sudafricano sia contrario all’insegnamento delle lingue europee, queste non saranno tolte dai programmi scolastici delle scuole pubbliche ed anzi il loro insegnamento verrà incoraggiato.

Il Comitato di Durban, intanto, prosegue le sue numerose attività, tra le quali spiccano le suggestive "Antiche Danze ed Arie: Libera trascrizione per pianoforte di Ottorino Respighi" eseguite dal pianista sudafricano Andrew Warburton, allievo di Isabella Stengel; diversi concerti di compositori esclusivamente italiani; un ballo in maschera per gli alunni dei corsi ispirato al tradizionale Carnevale di Venezia; e, infine, la prima esecuzione sudafricana in assoluto del "Quartetto per Archi in mi minore" di Giuseppe Verdi. Altra lodevole iniziativa è l’apertura di un corso di italiano "multietnico" per 50 ragazzi. (Inform)


Vai a: