* INFORM *

INFORM - N. 140 - 18 luglio 2003

Ciampi incontra Giscard d'Estaing: "Salvaguardare e migliorare per le generazioni future le istituzioni dell'Unione Europea"

ROMA - Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha incontrato al Palazzo del Quirinale, il Presidente della Convenzione Europea, Valery Giscard d'Estaing, in occasione della presentazione del Progetto di Trattato costituzionale dell'Unione Europea.

Al termine del colloquio il Presidente della Repubblica Ciampi ha sottolineato che "il progetto di Trattato Costituzionale fa compiere un importante balzo in avanti all'unità europea. Dobbiamo renderne consapevoli le nostre opinioni pubbliche".

All'inizio dei lavori -ha proseguito Ciampi - non era affatto chiaro se la Convenzione sarebbe diventata un momento costituente per l'Europa. Questo risultato è stato raggiunto: grazie al suo Presidente ed ai due Vice Presidenti, al Praesidium, grazie soprattutto allo spirito con cui i "convenzionali" hanno compreso che l'Europa ha bisogno di un vero e proprio salto di qualità.

"La fiducia nella capacità della Convenzione di esprimere una volontà unitaria e lungimirante è stata premiata. Il progetto di Trattato costituzionale esprime tale volontà; mira a dare più sistematicità, più chiarezza, più possibilità evolutive al nostro stare insieme.

"Il risultato della Convenzione è coerente con lo spirito che animò i padri fondatori di cui sono depositari gli Stati firmatari del Trattato di Roma.

"Questo spirito deve costituire l'anima della prossima Conferenza Intergovernativa. Auspico che essa operi nel solco della Convenzione: consolidamento e completamento del lavoro svolto, mantenimento dell'equilibrio istituzionale, miglioramento, laddove necessario, del progetto del Trattato. L'imminenza delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, previste per la primavera del 2004, richiede concretezza e rapidità nei lavori della Conferenza Intergovernativa.

"Dopo aver presieduto la Convenzione per diciassette intensi mesi, il Presidente Giscard ha dato un'ulteriore prova della sua sensibilità affidando la versione del testo in lingua francese alle cure redazionali dell'Académie Française. Anche in Italia sarà utile un'iniziativa analoga: chiarezza di linguaggio, proprietà dei termini usati, sono elementi essenziali di un testo costituzionale e ne favoriscono la diffusione e l'adesione convinta e partecipe da parte di tutti i cittadini.

"Il Presidente Giscard d'Estaing, l'intera Convenzione - ha concluso Ciampi - hanno ben meritato l'apprezzamento dell'Unione Europea. Il loro sostegno sarà ancora necessario nei prossimi mesi per assicurare la saldatura fra due momenti chiave di un unico processo costituente". (Inform)


Vai a: