* INFORM *

INFORM - N. 138 - 16 luglio 2003

Ulteriori accordi raggiunti dall’Istituto Italiano Fernando Santi in Argentina. Sottoscritti tre accordi con l’Ospedale Italiano di Cordoba

CORDOBA - NellŽambito del viaggio della delegazione dellŽIstituto Italiano Fernando Santi in Argentina, ulteriori importanti accordi sono stati raggiunti con lŽOspedale Italiano di Cordoba, uno degli ospedali piú importanti della provincia..

Il primo di tali accordi prevede, come si legge nel testo, "una collaborazione permanente tra lŽIstituto Italiano Fernando Santi e lŽOspedale Italiano nel quadro del Programma di promozione e integrazione degli Ospedali Italiani nel mondo, al fine di sviluppare in materia sanitaria assistenzaiale e sociale la cooperazione tra lŽItalia e lŽArgentina". Esso permetterà di sviluppare azioni comuni tra i due Enti nel comparto della medicina e in quello socio-assistenziale, anche attraverso azioni promosse a livello multiregionale tra lŽEuropa e lŽArgentina.

L’accordo si colloca in un quadro di intese già sottoscritte dall’Istituto Italiano il 4 luglio scorso con il Ministro della Salute della Provincia di Cordoba, Dr. Roberto Chuit, e con lŽUniversità della città e consentirà lo sviluppo di attività di formazione e aggiornamento professionale dei medici, del personale paramedico, degli infermieri professionali e del personale ausiliario, utilizzando anche metodologie di formazione a distanza.

Particolare attenzione è stata posta in tali accordi alla formazione della nuova figura professionale di O.S.S. (Operatore Socio Sanitario) recentemente introdotta in Italia. LŽaccordo è inoltre funzionale all’avvio di azioni di mobilità internazionale dei lavoratori del comparto socio sanitario, stante il fatto che nel mercato del lavoro locale si verifica unŽeccedenza dellŽofferta di tali figure.

Infatti il protocollo siglato stabilisce che gli infermieri professionali qualificati dallŽOspedale Italiano a seguito di un corso di tre anni, potranno usufruire, attraverso lŽintegrazione delle conoscenze acquisite con elementi riguardanti la legislazione italiana ed elementi di cultura e li ngua italiana, di azioni di mobilità verso l’Italia, e consentire di far fronte alle richieste di personale qualificato espresse dagli Ospedali e dalle strutture socio sanitarie in Italia.

Altri due accordi sottoscritti dal presidente dellŽIstituto Italiano Fernando Santi Dr. Luciano Luciani e dal Direttore Generale dellŽOspedale Italiano di Cordoba Dr. Juan Gras, riguardano la realizzazione di due distinti progetti riguardanti ciascuno lo sviluppo di n.3 corsi di formazione professionale destinati ad italiani residenti nella Circoscrizione Consolare di Cordoba, per la formazione di 45 operatori socio-sanitari, in un percorso formativo che prevede lŽerogazione di 1000 ore di formazione.

Nelle regioni italiane del Centro Nord, ed in particolare nelle regioni Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, sono fortemente richieste tali figure che vengono, in carenza, reclutate tra il personale proveniente da Paesi extra comunitari. LŽAUSL 1 di Bologna e l’AUSL 21 di Legnago (VR) hanno manifestato interesse a dare uno sbocco occupazionale in Italia ad argentini, oriundi italiani ed italiani residenti in Argentina. (Inform)


Vai a: