* INFORM *

INFORM - N. 136 - 14 luglio 2003

L’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles promuove convegni e seminari in tutto il Belgio per ricordare il cinquantenario dell'Associazione Internazionale per gli Studi di Lingua e Letteratura italiana

BRUXELLES - Anche per il mese di luglio l'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles ha approntato un ricco calendario di iniziative per gli amanti della letteratura, dell'arte e della musica italiana. Per quanto riguarda le mostre ricordiamo ad esempio che fino a domenica 7 settembre rimarrà aperta, al Musée de la Photographie di Charleroi, la retrospettiva" Intorno a Vasco Ascolini". Un momento di approfondimento, organizzato tra gli altri dal Centre d'art contemporain de la Communauté française de Belgique, sulla Scuola di Fotografia di Reggio Emilia. Fino al 4 settembre sarà invece visitabile, presso la sala delle esposizioni dello stesso Istituto di Cultura, la mostra del pittore Vincenzo Ferrante , realizzata con il patrocinio della Città di Napoli e dell'Università per Stranieri di Perugia, dal titolo "Stati d'animo".

Ma il mese di luglio è soprattutto caratterizzato dalle celebrazioni per il cinquantenario dell'Associazione Internazionale per gli Studi di Lingua e Letteratura italiana (AISILLI). Per ricordare questo importante evento ha infatti luogo, grazie alla fattiva collaborazione tra varie Università belghe ed il nostro Istituto di Cultura, il XVIII Congresso AISLLI sul tema "Identità e diversità nella lingua e nella letteratura italiana". La manifestazione - per indicazioni più dettagliate il pubblico può rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica (informazioni@aislli2003.be) ed al sito (http://www.arts.kuleuven.ac.be/csi) - è patrocinata dalla Regina Paola del Belgio, dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi, dal Presidente della Commissione Europea Romano Prodi e dal Presidente della Confederazione Svizzera Pascal Couchepin.

L'iniziativa, che si articola in varie sessioni e città, prende il via mercoledì 16 luglio con l'inaugurazione di un primo congresso presso l'Università Cattolica di Lovanio. I lavori si apriranno con la relazione del docente, scrittore e poeta Andrè Sempoux sul tema "Sono nato in Italia". Seguiranno poi gli interventi del Direttore Generale dell'Ufficio Federale per la Cultura della Confederazione svizzera David Streiff, che parlerà dell'apporto dell'italiano al federalismo svizzero, e del linguista Giulio Lepschy sul tema "La traduzione: arrivi e partenze". Giovedì 17 luglio sarà invece l'Università Cattolica di Louvain la Neuve ad ospitare la relazione del noto linguista Tullio De Mauro sulla tematica "L'italiano come caso di lingua interamente plurilingue". Il giorno successivo si terrà poi, presso l'Università di Antwerpen nelle Fiandre, l'incontro con lo scrittore Vincenzo Consolo che, come per gli altri appuntamenti, sarà accompagnato da sessioni di approfondimento sui vari aspetti della letteratura italiana. Sabato 19 luglio sarà invece l'Universitè Libre de Bruxelles ad ospitare la conferenza del filologo dell'Università "La Sapienza" di Roma Corrado Bologna che intratterrà il pubblico sul tema "Identificare per differenziare: nodi europei della letteratura italiana". Nel pomeriggio della stessa giornata avranno poi luogo, presso l'Istituto Italiano di Cultura, sia la relazione della scrittrice Maria Luisa Spaziani "Unità e diversità tra prosa e poesia", sia la tavola rotonda di chiusura della manifestazione dal titolo "L'italiano nel contesto europeo".

Per quanto concerne invece l'iniziativa "Balade musicale européenne: l'Italie" segnaliamo, per il pomeriggio del 21 luglio, il concerto del pianista Palmo Venneri. Un assolo musicale, realizzato in occasione del XXVII Festival de l'Eté Mosan, che avrà luogo nel Castello d'Acoz, sito a circa 10 chilometri da Gerpinnes (Vallonia). Nell'ambito della stessa manifestazione verrà poi organizzato, per la serata del 30 luglio, il concerto del Trio "Accademico". Un violinista (G. Arnaboldi), un violoncellista (M Simonelli) ed un pianista (B. Condino) che eseguiranno brani di Haydn, Beethoven e Brahms nella suggestiva atmosfera del Castello di Modave. Sarà invece l'Eglise des Minimes di Bruxelles ad ospitare, nella mattinata del 22 luglio, la manifestazione dal titolo "Concerts de Midi: la musique sacrée européenne". Un panorama della musica europea dal barocco al XX secolo, realizzato nell'ambito del diciassettesimo Festival des Midis-Minimes di Bruxelles, che verrà raccontato, attraverso l'esecuzione dei madrigali di Claudio Monteverdi, dal gruppo "Canto Rubino". Sabato 26 luglio, nell'ambito del Festival Monteverdi, avrà infine luogo, presso il Castello di Graty (Silly- Vallonia), il concerto del pianista Raffaele Maisano. Il musicista, in occasione della manifestazione intitolata "Serata musicale al Castello", eseguirà pezzi di Liszt, Prokofiev, Rachmaninov.

Chiunque sia interessato ad ottenere ulteriori informazioni sul programma culturale dell'Istituto di Bruxelles potrà comunque rivolgersi sia all'indirizzo di posta elettronica (italculture-af@tiscalinet.be), sia ai seguenti siti Internet (www.expatsinbrussels.com , www.ccitabel.com , www.montepaschi.be). La diffusione delle informazioni sarà inoltre garantita dal settimanale MAD, da Radio SI F.M. 101.9, Radio Alma, Bruxelles, e da Radio Prima, Liegi. (Lorenzo Zita-Inform)


Vai a: