* INFORM *

INFORM - N. 132 - 9 luglio 2003

Le assemblee della Filef, dell’Istituto Santi e della Fiei discutono le prospettive politiche ed organizzative delle rispettive organizzazioni

ROMA - Nei giorni 18 e 19 giugno scorsi, si sono svolte a Roma, presso la sede della CGIL Nazionale, le assemblee e direzioni rispettivamente dell’Istituto Fernando Santi, della FILEF e, successivamente, della FIEI. Oggetto delle diverse riunioni sono stati gli adempimenti statutari relativi alla illustrazione dell’attività svolta nel corso del 2002, l’approvazione dei bilanci e, in particolare, il giorno 19, nell’ambito del Consiglio generale della FIEI, una discussione seminariale sulle prospettive della Federazione alla luce della situazione politica più generale, italiana e internazionale, della quale l’associazionismo di emigrazione deve svolgere un ruolo più significativo di orientamento presso le nostre collettività anche in vista delle scadenze politiche che riguardano il rinnovo dei Comites e del CGIE e il voto all’estero e della necessità di una riorganizzazione e di un ampliamento della base associativa della FIEI tale da farne un soggetto di riferimento per il complesso delle questioni attinenti all’emigrazione e all’immigrazione.

Il Consiglio generale della FIEI ha deciso tra l’altro, di approfondire la riflessione su tali temi nei prossimi mesi, traguardando questo percorso con la conferenza programmatica ed organizzativa da tenersi in autunno e con il congresso, all’inizio del prossimo anno. Presentiamo in questa parte dell’agenzia, le relazioni che hanno introdotto le diverse riunioni ed una sintesi del dibattito a cui hanno preso parte i responsabili delle organizzazioni regionali aderenti a FIEI, FILEF e F. Santi, oltre ad esponenti della CGIL. (Emigrazione Notizie/Inform)


Vai a: