* INFORM *

INFORM - N. 127 - 3 luglio 2003

"Trentini dell'altro mondo", ovvero tre voci africane che parlano del Trentino

TRENTO - Il Trentino dà voce agli immigrati. nella Sala stampa della Provincia autonoma di Trento, in piazza Dante, viene presentato un documentario dal titolo "Trentini dell'altro mondo: Africa", prodotto dall'Assessorato alle politiche sociali della Provincia autonoma di Trento e realizzato in collaborazione con il Centro informativo per l'immigrazione-Cinformi, l'associazione Bianconero (uno dei curatori del festival cinematografico "Religion Today") e la Lalibela film, per la regia di Luciano Happacher.

Il video, che racconta la storia di tre immigrati da altrettanti paesi africani, il Senegal, il sud-Sudan e la Repubblica democratica del Congo (gli ultimi due devastati dalla guerra), sarà utilizzato nelle scuole trentine e negli incontri pubblici a partire dal prossimo autunno, per far conoscere le ragioni delle migrazioni alla società trentina.

"Trentini dell'altro mondo: Africa", è stato prodotto dall’Assessorato alle politiche sociali con la collaborazione del Centro informativo per l'immigrazione (Cinformi), dell’Associazione BiancoNero, di Lalibela Film. La regia è di Luciano Happacher, con Mamadou Sow, ambulante e artista (Senegal); Magok Riak, laureando in ingegneria (Sud Sudan); Josephine Tomasi, dipendente di asilo nido (Repubblica democratica del Congo).

Questo il soggetto: tre immigrati, provenienti da tre diverse regioni africane. Tre storie di immigrazione nella realtà della provincia di Trento. I problemi dell'integrazione, dei rapporti interpersonali e del vivere quotidiano nel racconto intrecciato di Josephine, Magok e Mamadou. Le parole dei protagonisti sono accompagnate da immagini della loro vita a Trento e della loro terra di provenienza con il commento sonoro della musica africana di Mamadou. (Marco Pontoni-Inform)


Vai a: