* INFORM *

INFORM - N. 121 - 24 giugno 2003

Valerio Calzolaio (Ds) sulla riforma dei Comites: "bocciati tutti gli emendamenti presentati dall’opposizione"

ROMA - In Commissione Esteri e Comunitari è stata approvata la legge di riforma dei Comites, che dovrà poi passare all’esame dell’Aula, ma sono stati bocciati tutti gli emendamenti presentati dall’opposizione. Siamo di fronte - dichiara l’on. Valerio Calzolaio (Ds) - ad un atteggiamento di chiusura e di indifferenza da parte della maggioranza di governo che, ancora una volta, dimostra di non voler ascoltare i contributi che l’opposizione, con serietà e senso di responsabilità cerca di dare.

Nel merito della questione - spiega il deputato dell’Ulivo - , i nostri emendamenti erano rivolti a salvaguardare il potere consultivo dei Comites, a favorire il loro accreditamento nei confronti delle autorità locali, ad ottenere una maggiore uniformità nell’atteggiamento dei consolati verso i Comites stessi, a chiarire la questione degli elenchi e la possibilità di garantire maggiori risorse finanziarie. In particolare per quest’ultimo punto, gli emendamenti presentati dall’opposizione prevedevano aumenti dei finanziamenti per il 2004, quando i Comites, se verrà approvato il progetto di riforma in esame, avranno nuove funzioni.

Devo purtroppo prendere atto del fatto che il testo della riforma, così come licenziato dalla Commissione, non risulta affatto migliorato ed è pertanto inaccettabile. Voglio inoltre sottolineare che la discussione in Commissione poteva avere esiti ancora peggiori. La relatrice, on Paoletti Tangheroni, aveva infatti presentato una serie di emendamenti "raccapriccianti" all’art. 1, tendenti ad annullare alcune specifiche funzioni dei Comites. Questi emendamenti, che sono stati ritirati su nostra richiesta, sono certamente una spia - conclude Calzolaio - della volontà di questa maggioranza di voler ridimensionare le funzioni dei Comites. (Inform)


Vai a: