* INFORM *

INFORM - N. 118 - 19 giugno 2003

Discriminazioni negli ospedali tedeschi? Musella, Console Generale a Stoccarda, risponde a Zoratto

STOCCARDA - In merito a quanto pubblicato su Inform n. 116 : "Zoratto (CGIE): Scandalo a Stoccarda, Anche gli ospedali cominciano ora a discriminare gli italiani?", riportiamo qui di seguito la lettera del Console Generale Mario Musella, inviata a Bruno Zoratto e per conoscenza. al Dr. Bonvecchio e all'Ambasciata d'Italia in Berlino che riferisce sui passi intrapresi dall'autorità consolare.

"Gentile Signor Zoratto, mi riferisco al Suo telefax del 16 u.s., con il quale segnalava quanto accaduto al nostro connazionale Francesco M.

Le posso assicurare che questo Consolato Generale è immediatamente intervenuto per chiedere chiarimenti in merito all'accaduto. Verbalmente ci è stato detto "che il connazionale si è presentato all’ospedale avvertendo dolori alla testa, a quel momento non si sapeva ancora che si trattasse di aneurisma; durante l’attesa i dolori si accentuavano sempre di più e la sua compagna ha reclamato presso il personale del pronto soccorso. A questo punto sembra che gli sia stato detto ­ purtroppo in modo scortese - che dovevano recarsi al Bürgerhospital per ulteriori accertamenti".

Il Dr. Schmerwitz del Feuerbacher Krankenhaus ha assicurato, sempre verbalmente, che l’iter seguito era perfettamente corretto, dato che il Feuerbacher Krankenhaus è affiliato al Bürgerhospital e non dispone di un CT idoneo per una tale rappresentazione di vasi sanguigni. Quel che purtroppo non era corretto era il comportamento scortese da parte di medici e personale dell’ospedale. A tale riguardo sarà fatta un’indagine per individuare i responsabili. A latere delle informazioni verbalmente assunte ho anche provveduto a richiedere al Direttore dell'Ospedale di Feuerbach, e per conoscenza al Sindaco di Stoccarda, una presa di posizione per chiarire l’accaduto. Altresì, il Console Aggiunto Luca Trifone ha fatto visita stamattina al paziente per assicurarsi sul suo stato di salute.

Con i miei migliori saluti ((Mario Musella).

Inform


Vai a: