* INFORM *

INFORM - N. 117 - 18 giugno 2003

Il 21 giugno la Fondazione Cassamarca inaugura l’Oasi Cervara

TREVISO - Sabato 21 giugno, alle ore 11, il Presidente della Fondazione Cassamarca, avv. on. Dino de Poli, inaugura ufficialmente il Centro Visitatori dell’Oasi Cervara. L’Oasi Naturalistica, data in concessione a Fondazione Cassamarca dal Comune di Quinto e Morgano, è situata lungo il corso del Sile, a circa 10 chilometri da Treviso.

L’intervento di Fondazione Cassamarca ha riguardato il restauro degli edifici storici presenti nel sito ed il ripristino della fruibilità naturalistica dell’Oasi attraverso un complesso intervento di manutenzione ambientale mirato alla salvaguardia delle specie vegetali e delle aree di rifugio della fauna locale.

Il ripristino delle condizioni originarie della situazione floro-faunistica dell’Oasi è stato un lavoro che ha impegnato a lungo mezzi e uomini.

Per riportare equilibrio tra le delicate componenti del paesaggio si è provveduto allo sfalcio delle erbe infestanti, alla pulizia dei canali interni alla piantumazione delle specie vegetali endemiche - che nel tempo erano state lasciate all’abbandono - e al restauri delle strutture antropiche.

La Fondazione Cassamarca ha promosso il restauro degli edifici, la realizzazione di un Orto Botanico ed il ripristino della fruibilità naturalistica di queste aree attraverso un importante intervento di manutenzione ambientale affidato a numerose cooperative sociale.

Lo sfalcio del canneto e la pulizia dei canali dell’Oasi vengono svolti secondo procedure controllate, in modo da non compromettere l’esistenza e la riproduzione della specie animali e vegetali.

L’Oasi Naturalistica del Mulino Cervara è una vasta area paluste di circa 25 ettari che con i 15 ettari della vicina Palude del Barbasso costituisce una delle più importanti zone umide del Parco Naturale regionale del Fiume Sile.

Situata a Santa Cristina, in comune di Quinto, l’Oasi ha la conformazione di un isola compresa tra i corsi del fiume Sile e del Pioveva (o Siletto). All’interno dell’area protetta sono presenti anche numerosi fontanili che alimentali la palude con acque di risorgiva. Custode di un patrimonio ambientale e storico l’Oasi Cervara è il luogo ideale dove avvicinarsi con rispetto alla natura del Sile e dove riscoprire il dimenticato rapporto tra il fiume e gli uomini che ne hanno abitato le sponde.

Visite - Durante la stagione invernale l’Oasi è aperta ai visitatori il sabato pomeriggio e la domenica. Durante il periodo estivo è aperta anche il giovedì e venerdì pomeriggio. Sui prenotazione, l’Oasi è visitabile tutti i giorni dell’anno da scolaresche e gruppo. Per informazioni e visite: 0422.23815, oppure oasicercava@tin.it. (Inform)


Vai a: